Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Caronno Pertusella: siglato accordo tra Comune e Sindacati Pensionati.

Caronno Pertusella, 15 giugno 2012– Recentemente è stato siglato un accordo tra Comune di Caronno Pertusella e le Organizzazioni Sindacali dei Pensionati di C.G.I.L. – C.I.S.L. – U.I.L.

Obiettivo specifico dell’accordo il consolidamento delle iniziative ipotizzate dall’Amministrazione Comunale a tutela dei cittadini, in particolare per coloro che si trovano in situazione di difficoltà.

L’esame delle problematiche non ha potuto prescindere, in via preliminare, dalla constatazione dei pesanti effetti negativi che le ultime manovre finanziarie hanno determinato sul Bilancio degli Enti Locali a causa dei tagli ai trasferimenti, sia statali sia regionali.

L’Amministrazione Comunale e le Organizzazioni Sindacali unanimemente esprimono preoccupazione per la drastica riduzione delle risorse al Fondo per le Politiche Sociali (per il Comune di Caronno Pertusella – 80,000 €) e la “sparizione” del Fondo nazionale per la non autosufficienza. Tali decisioni graveranno pesantemente sulle persone fragili ed in particolare renderanno sempre meno efficaci e tempestivi gli interventi per gli anziani e per le perone disabili.

Gli argomenti trattati in linea con le proposte dei sindacati sono orientate ad affrontare problematiche legate alla definizione della spesa sociale, della fiscalità locale, dell’organizzazione dei servizi, ed ha trovato convergenza su quanto segue:

 

  • Mantenimento nel bilancio previsionale 2012 del Comune di risorse economiche di protezione sociale destinate ai Servizi Sociali nell’ammontare non inferiore a quello destinato nel bilancio 2011.

 

  • 1 – progressività nella fiscalità locale

 

IRPEF

Addizionale comunale IRPEF applicata senza fascia di esenzione L’aliquota prevista è dello 0,4 % fino 28.000 euro dello.0,6 % oltre i 28.000 euro.

IMU

Le eventuali variazioni delle aliquote sono in via di definizione, tuttavia; l’Amministrazione Comunale, si impegna a perseguire politiche di tutela delle categorie più deboli

 

  • 2 – progressività nella imposizione tariffaria

Si segnala che le tariffe non sono aumentate rispetto al 2011.

 

  • 3 – revisione dell’ISEE per definizione di tariffe più eque

di seguito i valori relativi alla tabella ISEE

 

Fascia 1     sino a € 6.000,00
Fascia 2 da € 6.000,01 sino a € 12.000,00
Fascia 3 da € 12.000,01 sino a € 18.000,00
Fascia 4 oltre € 18.000,01 sino a  

 

 

  • 4 – Impegno al recupero dell’evasione fiscale e contributiva

 

  • 5 – ricerca di soluzioni per sostegno al reddito di famiglie colpite dalla crisi occupazionale

L’Amministrazione intende dare continuità alle iniziative già in atto per rispondere ai bisogni delle famiglie con disagi economici; questo avviene attraverso il Fondo Famiglie (65.000 euro), parzialmente gestito in collaborazione con Caritas.

 

  • 6 – sostegno alla domiciliarità delle persone anziane (SAD e/o altro)

 

  • 7 – lotta a sprechi attraverso gestione associata dei servizi

 

  • 8 – servizi educativi per l’infanzia

 

  • 9 – interventi per il diritto allo studio

 

  • 10 – fondo sostegno affitti e/o sfratti

 

  • 11 – altri interventi per il governo del territorio

 

  • 12 – carta dei servizi

 

La spesa sociale complessiva, comprensiva dei trasferimenti statali e regionali vincolati per l’anno 2012 è di 1.706.600 Euro.. (circa il 15,98% del bilancio).

Fatto salvo i contributi regionali e statali, circa il 9,6 % del bilancio è destinato al sociale, ripartito in macro aree:

  • Disabili
  • Anziani
  • Tutela dei minori.
  • Tutela delle famiglie

 

L’Amministrazione Comunale e le Organizzazioni Sindacali ritengono positivo il confronto avviato, perché contribuisce ad individuare problemi e soluzioni che, compatibilmente con le risorse a disposizione, possono dare una risposta ancora più puntuale ed efficace ai bisogni dei cittadini.

L’Amministrazione si rende disponibile ad ulteriori futuri incontri con le Organizzazioni Sindacali firmatarie, per proseguire il confronto su questi e altri temi.

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 15 giugno 2012. Filed under Sociale. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.