Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Tutto pronto per il motoraduno storico della MV Agusta. Castiglioni ” Potremmo tornare alle corse”.

Varese, 19 giugno 2012- di GIANNI BERALDO-

Esattamente 60 anni fa un glorioso marchio motoristico della provincia di Varese, entrava nella leggenda vincendo nel 1952 il primo titolo di motociclismo

DSC01604 320x240 Tutto pronto per il motoraduno storico della MV Agusta. Castiglioni  Potremmo tornare alle corse.

Luigi Genoni in sella alla Mv Augusta di Agostini

Mondiale Marca classe 125 con il pilota inglese Cecil Sandfor. L’azienda non poteva che essere la mitica MV Agusta con sede a Cascina Costa di Samarate, che da allora di titoli mondiali ne ha collezionati moltissimi: 37 Mondiali Marca, 38 Mondiali Piloti (tanti con il mitico Giacomo Agostini) 275 Gran Premi e 46 titoli italiani, questo il palmares della MV Agusta, un marchio famoso in tutto il mondo e che nelle giornate di sabato e domenica prossima (23 e 34 giugno) ricorderà  i fasti del passato mischiandolo però al presente, con l’oramai tradizionale parata di moto storiche a Cascina Costa di Samarate. Due giorni, organizzati dal Motoclub Internazionale MV Agusta diretto dal presidente Luigi Genoni, che vedranno sfilare bolidi del passato di ogni cilindrata, molte dei quali in possesso di veri e propri amatori che giungeranno da tutto il mondo per questo speciale anniversario.

Un appuntamento presentato oggi a Villa Recalcati alla presenza dell’assessore Martignoni, dallo stesso Genoni (per 8 anni motorista nel settore corse) e suoi collaboratori ma soprattutto Giovanni Castiglioni, erede designato da tempo dalla famiglia Castiglioni (così come il resto della famiglia),  che ha saputo mantenere e rilanciare nel mondo questo storico marchio, producendo modelli sempre più originali e all’avanguardia che tanto piacciono ai giovani così come a tantissimi altri appassionati delle due ruote motorizzate.

“Queste occasioni sono belle per ricordare un passato glorioso, fa rivivere emozioni  che ci fanno inorgoglire coinvolgendo intere famiglie appassionate di moto; oggi però le cose sono cambiate parecchio ma non ovviamente la passione per la moto” dice Giovanni Castiglioni, che coglie giustamente l’occasione per ricordare come MVAgusta nacque come un marchio di nicchia, per poi divenire negli anni invece un brand di caratura mondiale.

DSC01603 320x240 Tutto pronto per il motoraduno storico della MV Agusta. Castiglioni  Potremmo tornare alle corse.

Giovanni Castiglioni sulla Brutale

Grazie al settore corse e a campioni quali il già menzionato Agostini o Marco Lucchinelli giusto per citare due piloti rimasti nel cuore dei tifosi, l’MV Agusta/Cagiva in quegli anni aveva fatto proseliti anche in ambito non prettamente sportivo: insomma il traino allora funzionava ancora.

Oggi però gli scenari sono diversi e l’azienda varesotta da parecchio tempo è fuori dal mondo delle corse, puntando decisamente sulle moto da strada ma con la solita grinta da pista. Come non ricordare in tal senso un modello fortunatissimo come la Brutale, della quale tra l’altro ben 23 modelli (tin pratica tutta la rosa) furono personalizzati per gli Azzurri vincitori del mondiale di calcio2006 inGermania, giocatori che  vennero a ritirarla personalmente in tempi diversi, direttamente in azienda. Una scelta vincente quella di lasciare il settore agonistico? Visto il fatturato parrebbe proprio di sì, come sottolinea ancora Castiglioni “Rispetto all’anno scorso il nostro fatturato è aumentato del 60% e ora abbiamo in programma tre nuovi modelli che potrebbero funzionare molto bene sull’attuale mercato: si tratta del modello F3 6oo, di cui vi sono già molte richieste,la Brutale675 molto particolare in quanto studiata a livello strutturale espressamente per le donne ela Rivale.”InsommaMV Agusta viaggia spedita, anche se bisogna rivedere qualcosa a livello di punti vendita specializzati, non sempre in grado do garantire l’assistenza dovuta per ogni modello, come conferma ancora Castiglioni “In effetti è vero, sotto questo profilo dobbiamo lavorare di più. D’altronde il successo della Bmw, marchio che vende più moto sportive al mondo, è dovuto anche alla sua capillarità a livello di assistenza e ricambi”.

Mv Agusta e le corse, un binomio però che potrebbe un giorno riprendere forma “ Ora i costi sono proibitivi, con un costo medio annuo di 10 milioni di euro nelle Supebike e 30 nelle Moto Gp, costi che di fatto hanno portato diverse aziende alla decisione di ritirare le loro moto dalle competizioni- aggiunge ancora Castiglioni- poi bisognerà valutare gli scenari futuri, come quello legato alle dirette e quindi alla pubblicità televisiva. Se, come parrebbe, il tutto passasse a Sky allora non è detto che si possa ragionare un investimento nel settore corse.”

Insomma, corse o non corse, il marchio Mv Agusta piace ancora a tanta, tantissima gente. E questo è un bel segnale anche a livello di indotto legate alle aziende del territorio.

Gianni Beraldo

redazione@ varese7press.it   

pdf Tutto pronto per il motoraduno storico della MV Agusta. Castiglioni  Potremmo tornare alle corse.print Tutto pronto per il motoraduno storico della MV Agusta. Castiglioni  Potremmo tornare alle corse.
Posted by on 19/06/2012. Filed under Varese,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>