Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Cordì (Sel) al presidente del Consiglio Comunale: ” Troppe le decisioni prese a porte chiuse”.

Varese, 13 luglio 2012- Caro Presidente,

converrà con me che la doppia convocazione di ieri sera della Conferenza dei capigruppo – a distanza di appena tre ore l’una dall’altra – oltre che discutibile appare alquanto anomala.

A mezzanotte ci è stato spiegato che la decisione di riconvocare il consiglio per mercoledì 18 (come stabilito nella riunione conclusa poco prima delle 21 e da Lei presieduta) doveva essere modificata per l’impossibilità da parte dei “tecnici” incaricati di predisporre in tempo la documentazione sul “piano di zonizzazione acustica”. Ora sarebbe fin troppo facile ironizzare ricordando che sono trascorsi  ben quattro anni dall’affidamento dell’incarico e che gli “elaborati” sono stati consegnati il 20 giugno u.s.  e solo dopo la notizia della nomina del commissario ad acta.

Ma questa è materia da discutere in altra sede.  Qui invece vorrei limitarmi ad esporre le ragioni della mia contrarietà alle decisioni assunte ed anche qualche considerazione sulle cause che hanno prodotto la situazione pasticciata e, per alcuni versi, persino imbarazzante di ieri sera.

Se le mie informazioni sono esatte le “giustificazioni” utilizzate a mezzanotte erano già note anche prima che cominciasse la nostra riunione delle 20,30.

Si da però il caso che nessuno si è preoccupato di informare, né Lei né i capigruppo, dell’esito dell’incontro tra l’Assessore Binelli, il Presidente della Commissione Giammatteo e i professionisti incaricati. Alla luce di quanto poi successo nella riunione di mezzanotte appare evidente che in tale incontro non ci si è limitati ad affrontare questioni di ordine tecnico, ma anche a definire l’Agenda della Commissione competente e dello stesso Consiglio Comunale. Prova ne sia il fatto che, nella medesima riunione, le proposte alternative sono state tutte bocciate e, con esse, persino i dubbi insorti tra gli stessi capigruppo di maggioranza.

Come Lei sa, caro Presidente, ho già espresso anche in altre occasioni la mia viva preoccupazione per il ruolo sempre più residuale attribuito al Consiglio Comunale e alle sue Commissioni, però penso che stavolta sia stato oltrepassato ogni limite. Se vogliamo rispettare davvero il mandato che ci è stato conferito  e, con esso, il ruolo della nostra assemblea elettiva dovremmo tutti, maggioranza e opposizione, impedire ogni atto che possa – anche inconsapevolmente – configurarsi come riduttivo delle prerogative e dell’autonomia del Consiglio e dei suoi organi.

Confido pertanto in un Suo sollecito intervento per i chiarimenti del caso e per l’avvio di un confronto adeguato nelle sedi che riterrà più opportune.

Cordiali saluti

Rocco Cordì

 

Share This Post

Posted by on 13/07/2012. Filed under Politica,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>