Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Con il grande Falò in piazza Motta si rinnova la tradizionale Festa di Sant’Antonio.

VARESE, 8 gennaio 2013 – Torna l’appuntamento con la tradizione: il 16 e 17 gennaio il Falò di Sant’Antonio e le tanti iniziative della festa animeranno piazza Motta. La giunta comunale ha dato questa mattina il via libera al patrocinio.

“Il Falò è una delle tradizioni più antiche e belle di Varese – ha detto l’assessore al Marketing Territoriale Sergio Ghiringhelli -: l’amministrazione ancora una volta collabora con l’associazione Monelli della Motta che anno dopo anno fa rivivere un momento di festa e di comunità”.

Il falò sarà la sera del 16 gennaio alle ore 21. Il 17 Santa Messa, alle ore 11, e poi la benedizione degli animali, a mezzogiorno sul sagrato della chiesa., ed il lancio dei palloncini da parte dei bambini delle scuole varesine. In chiusura, alle 18, messa solenne presideduta dal vicario episcopale, monsignor Franco Agnesi. Sarà organizzato lo stand gastronomico, sempre in piazza Motta, mentre il mercatino si snoderà nelle vie limitrofe con cira 70 bancarelle, come da regolamento comunale (vedi allegato). In via Carrobbio saranno posizionati banchi di 13 operatori agricoli (fino alle 16.30 di mercoledì, e tutta la giornata di giovedì)

“Grazie di cuore ai Monelli della Motta – spiega il sindaco Attilio Fontana –: la festa è sempre l’occasione, per la città, di ritrovarsi, scaldandosi al falò, mangiando una frittella o una salamella. In un periodo di difficoltà come questo, credo sia un momento importante per ritrovarsi in un rito religioso ed anche “sociale” che deve essere di sprone a cercare di ritrovare l’ottimismo, la voglia di fare e le energie per il futuro”.

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 8 Gennaio 2013. Filed under Cronaca,Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.