Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Licenziati i quattro autisti della ditta Maggi di Clivio in sciopero della fame da 12 giorni.

Varese, 14 gennaio 2013- di DAVIDE PAGANI-

Il sindacato Filt – Cgil ha annunciato nella giornata di oggi, il licenziamento da parte della ditta di Autotrasporti Maggi di Clivio a Liviu Costel Fasan, Sebastian Fanel Ciobanu, Dumitrel Pasare e Grigore Sorin, ovvero i quattro autisti romeni in presidio e sciopero della fame presso Villa Recalcati.

Un provvedimento grave che sarà formalizzato con una lettera scritta e che si aggiunge ad altri tredici licenziamenti, esclusi i quattro stoici camionisti all’addiaccio da giorni in lotta per i loro diritti.

L’azienda ha motivato i provvedimenti di licenziamento con una crisi del settore tuttavia la loro posizione, pur nella grave novità annunciata oggi,non cambia” noi siamo qui per avere i nostri stipendi arretrati – precisa Livi Costel Fasan – poi valuteremo anche il licenziamento ma prima vogliamo i pagamenti perché nessuno di noi ha più soldi: non ci è rimasto neanche qualche centesimo per le sigarette o il thè”.

Nella mattinata di oggi, in attesa di nuove sul fronte aziendale, i quattro accompagnati dal sindacato sono stati all’Ispettorato del Lavoro per formalizzare l’ennesima denuncia e consegnare documenti e buste paga “non molliamo, stiamo abbastanza bene – dicono – sappiamo che il Prefetto si sta interessando ci auguriamo che possa presto darci qualche buona notizia da mandare ai nostri figli e mogli”.

La giornata è trascorsa così in attesa di un possibile secondo vertice fra il Prefetto Zanzi e la ditta Maggi per la giornata di mercoledì e la solidarietà dei varesini “molti anche oggi, si sono fermati per parlarci, sostenerci, un anziano ci ha portato anche delle bustine di thè.”

Una situazione sempre più intricata e che il passare dei giorni non aiuta a sbrogliare oltre all’annunciate precipitazioni nevose attese e un brusco abbassamento termico “abbiamo il gazebo ci ripareremo con quello e – concludono -di notte siamo sempre al coperto grazie agli Angeli Urbani2.

La resa è dunque lontana anzi si legge sempre determinazione negli occhi e negli sguardi dei quattro autisti in lotta per potere garantire un futuro a loro stessi e alle loro famiglie.

d.pagani@varese7press.it

 

 

image_pdfimage_print
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 14 Gennaio 2013. Filed under Cronaca,Varese,VARESE. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.