Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

“Il peso del passato” del regista isprese Giancarlo Buzzi ora è un cortometraggio

ISPRA,28 marzo 2013- di DAVIDE PAGANI-

 “Il Peso del Passato”, sceneggiatura scritta dall’autore di teatro, regista e sceneggiatore isprese Giancarlo Buzzi è diventato un cortometraggio girato a Roma a metà marzo con  Roberto Ciufoli, fra i membri assieme a Pino Insegno, Tiziana Foschi e Francesca Draghgetti della “Premiata Ditta”, nei panni del protagonista principale ovvero lo scrittore in crisi Romeo Daddi alla prese con la difficile scelta di come concludere la sua ultima opera letteraria.

Un dubbio  che tocca anche l’esistenza del protagonista e che lo conduce ad una lunga riflessione per capire se restare nel mondo del conformismo  letterario con fama e ritorno economico certi o se rompere gli schemi e porsi controcorrente con oneri e rischi.

La realizzazione del film con un attore del calibro di Ciufoli  è un risultato straordinario ottenuto da Buzzi  reso possibile grazie al finanziamento di una casa di produzione svizzera: la Switalfilm di Fabio Gradassi che ha sovvenzionato l’opera per la regia del regista calabrese Francesco Cozzupoli.

“Con la casa di produzione di Lugano avevo già collaborato – sottolinea Giancarlo Buzzi– per la scrittura di alcune sceneggiatura e per la realizzazione di una trama per una fiction a puntate che dovrà essere realizzata e stiamo valutando anche la possibilità di scrivere un film sul tema dell’immigrazione italiana in Svizzera: sono stato contento che abbiano voluto finanziare la realizzazione del cortometraggio”.

Una lunga carriera alle spalle quella di Giancarlo Buzzi che scrive testi e sceneggiature fin dal 1976 “già due fra le mie sceneggiature sono diventati cortometraggi su scala nazionale – continua-  e, “Il Prato” è stato finalista al concorso “Sonar Script” di Pistoia nel 2009.

Pino Insegno

La nuova opera girata a Villa Pirandello e interpretata oltre che da Ciufoli, da Carlo Belmondo e Camilla Petrocello parteciperà sia al Festival del Cinema di Locarno che a quello di Venezia “sono grato anche a Lucio Lepri con cui ho realizzato nel 2012 un altro corto “Segni e Sogni”che ha pure partecipato come staff alle riprese romane”.

Una carriera lunga e ricca di soddisfazioni quella dell’autore isprese che ora guarda al futuro”mi piacerebbe realizzare, per il prossimo autunno una rassegna cinematografica presso l’Auditorium San Giovanni Bosco di Ispra mettendo assieme diverse produzioni locali anche di autori ispresi con cui in passato ho collaborato”.

Lo sguardo e le energie però sono già rivolte ad un’altra opera “sto già lavorando ad una nuova sceneggiatura – confida.- si tratta della riduzione di un libro “Il ritorno di Melvin” che affronta il tema del disagio mentale e che racconta la storia di un disagiato mentale che, guarito, scopre il pregiudizio e la discriminazione causata dal suo passato”.

Per chi volesse saperne di più sul nuovo progetto può cliccare il link:

http://ilritornodimelvin.wordpress.com/

d.pagani@varese7press.it

 

 

 

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 28 Marzo 2013. Filed under Cinema,PROVINCIA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.