Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Editoriale: “Bossi il combattente in declino, Salvini rappresenta al meglio la Lega 2.0”

VARESE, 6 dicembre 2013-di GIANNI BERALDO-

Salvini e Bossi

Non solo primarie del Pd. Nonostante gran parte dell’attenzione mediatica sia dedicata alla sfida tra Renzi, Cuperlo, Civati, sabato 7 dicembre per la politica nazionale è una giornata importante visto che si deciderà il nuovo segretario federale della Lega Nord.  Una sfida tra due soli candidati, Umberto Bossi di 77 anni da Gemonio e Matteo Salvini di Milano che di anni ne ha 40. Una differenza non solo anagrafica ma soprattutto di storia e approccio diverso rispetto al nuovo corso leghista,  che dopo scandali vari ha voluto dare una scossa notevole a gran parte del suo apparato politico.

Lui, il Bossi coinvolto in prima persona in vicende ancora poco chiare, sembra non volerne sapere di questo nuovo corso della “sua” Lega, quella che vorrebbe richiamarla semplicemente Lega Lombarda, così a scanso di equivoci. Un Bossi da battaglia che non ne vuole sapere di mollare tutto ma anzi cerca ancora di convincere gli irriducibili del Carroccio, quello che non accettano certi cambiamenti, che non accettano il fatto che la scena politica negli anni cambia e bisogna saper modificare modi e atteggiamenti pur senza vendere l’anima al diavolo (tradotto: le forti connotazioni col territorio rimangono ma elmi e ampolle ora le si possono pure accantonare). L’ex leader leghista ora è solo l’ombra di quanto sapeva offrire alla platea solo dieci anni fa; e questo non solo per l’età e la malattia, ma proprio perchè ha perso quell’appeal che lo ha contraddistinto per anni. Ieri sera da esempio per il suo comizio ha scelto una trattoria di Bissone, dove ha parlato ad una platea composta da “ben” 50 persone tutti invitati a cena. Insomma, vederlo così traspare anche un velo di tristezza.

In questa sfida Bossi parte nettamente sfavorito (il quorum delle mille firme minime per presentare la propria candidatura è stato raggiunto all’ultimo momento), anzi diciamo pure che sarà una sconfitta sicura e per la prima volta dopo trent’anni la Lega non avrà un segretario che sia espressione del territorio varesotto.

L’avversario, o meglio il nuovo segretario federale è Matteo Salvini, non particolarmente amato nel varesotto, forse perchè amico di Bobo Maroni, segretario uscente,  che da sempre lo sponsorizza (anche se ultimamente lo stesso Salvini pare essersi smarcato dall’attuale presidente della Regione Lombardia) anch’esso sempre visto non propriamente di buon occhio da una parte della base leghista.

Salvini oggi al Pirellone di Milano con Maroni

I leghisti varesini poi criticano Salvini anche per il fatto di essere fin troppo distante da quello che accade politicamente a Varese, città da dove in fin dei conti tutto è nato per mano di Bossi, Speroni e Maroni. Salvini dal canto suo è sempre in mezzo alla gente, con comizi improvvisati e altri organizzati al meglio, tutto questo sfruttando al meglio anche tutte i socialnetwork, trasmissioni televisive e buoni rapporti con i giornalisti. Insomma, l’opposto di Umberto Bossi.

Vi è da sottolineare che nel frattempo la “pulizia” messa in atto da Maroni dopo gli scandali denominati “Bossi family” e company aggiungerei, ha portato i suoi frutti se non a livello di voti almeno sulla credibilità delle persone scelte ad amministrare Comuni, province o che occupano scranni parlamentari. Per riconquistare l’elettorato ci vuole ancora tanto lavoro e concretezza a livello di operato territoriale, però qualcosa si muove. E da domenica, quando al congresso di Torino verrà legittimato il risultato ottenuti sabato attraverso i seggi predisposti nelle varie sezioni, vi potrebbe essere un’accelerazione interessante e forse si scriverà anche la parola fine alla prima storica fase della Lega Nord.

direttore@varese7press.it

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 6 Dicembre 2013. Filed under Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.