Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Presentato a Varese il Nuovo Centro Destra:” Siamo moderati e non stiamo coi “forconi” “

VARESE, 12 dicembre 2013- di GIANNI BERALDO-

Dopo Forza Italia sembrava logico che a Varese si presentasse pure il Nuovo Centro Destra, movimento politico nato dopo la scissione del Pdl dando vita appunto a due correnti di pensiero diverse: Forza Italia divenuto ad un tratto più “barricadero” e meno accondiscendenti alle tesi del Governo (tant’è che si trova all’opposizione) e NCd appunto,  invece fedele al pensiero politico del suo fondatore il vice preside del Consiglio Angiolino Alfano, appoggiando con forza il lavoro di questo Governo.

Presentato oggi alla stampa nella sede varesina di Lombardia Europa (<< sede che ci ospita momentaneamente, visto che il prossimo mese di gennaio inaugureremo la sede provinciale>>, dicono gli organizzatori dell’incontro) Nuova Centro Democratico sfoggia in pompa magna i suoi referenti principali a livello provinciale, a partire dal presidente del Consiglio Regionale Raffaele Cattaneo, il vice presidente della Provincia Gianfranco Bottini, l’ex coordinatore vicario del Pdl Paolo Alibrandi, il vice sindaco di Varese Carlo Baroni,così come pure Nicola Mucci, Donato Lozito, Antonio Chierichetti, Luciano Lista, il sindaco di Jerago con Orago, Alessandro Bonfanti oltre ad alcuni giovani emergenti come il 24enne Gianmario Favaloro.

Bottini, Cattaneo, Bonfanti

Valorizzazione del territorio, recuperare l’elettorato giovanile, politiche della famiglia, rivalorizzare il modo di fare e interpretare la politica, dare vita a circoli provinciale con l’obiettivo dichiarato di aprirne almeno 100 nel giro di un mese o poco più.  Questi i punti cardini a livello programmatico del  NCD, che verrà presentato al pubblico sabato 14 dicembre al Teatro Santuccio di Varese a partire dalle ore 10.30, un’agenda politica forse un pò troppo risicata nei contenuti e per molti versi simile a quella dettata solo una settimana fa dal redivivo Forza Italia.

In effetti non riusciamo a trovare delle differenze sostanziali tra i due schieramenti, ma questo forse pare pure ovvio considerato che la “casa madre” di provenienza è la medesima. << Non abbiamo nulla contro i cugini di Forza Italia, però alla base di questa nostra scelta vi è la mancanza di democrazia che si respirava nel Pdl soprattutto negli ultimi mesi. Ora la motivazione maggiore è quella di valorizzare il territorio>> evidenzia Bottini.

Tutti loro si sono posti come obiettivo primario quello di ritornare a fare politica per la gente << ci siamo posti degli obiettivi che dobbiamo realizzare e sarò il primo a criticare all’interno del partito se le cose non dovessero concretizzarsi come da programma>>, aggiunge Bottini.

Dare fiducia ad Alfano e all’opera del Governo lavorando bene sul territorio anche in vista delle prossime elezioni amministrative, questi i dettami principali che si pongono inizialmente i rappresentanti provinciali del NDC, che in cuor loro punterebbero a conquistare i 6 milioni di voti persi dal Pdl nelle ultime elezioni politiche.

<<Il primo forte segnale è che il centrodestra in provincia di Varese c’è e sta raccogliendo sempre più adesioni-sottolinea invece Raffaele Cattaneo- politicamente il Nuovo Centro Destra sta con i piedi nel centrodestra più generale e non cambia nulla per quanto attengono gli assetti politici. Quello che cambia è che il NCD si pone nell’area moderata guardando fin da subito alle prossime elezioni>>

Il presidente del consiglio regionale si “scalda” quando sottolinea forse la vera differenza tra FI e NDC a livello di approccio politico, soprattutto per determinate situazioni << sia chiaro una cosa: noi non stiamo dalla parte dei “forconi” e del loro modo deleterio di affrontare i problemi, noi stiamo dalla parte delle famiglie, dalla parte di quella tanta brava gente che soffre e vorrebbe la risoluzione dei problemi in modo serio e democratico. Bisognerebbe prendere esempio dal grande lavoro di quei volontari che ogni giorni si adoperano per alleviare problemi e sofferenze delle persone in difficoltà, prendere esempio dalle suore che operano alla Brunella di Varese, insomma prendere esempio da chi lavora er si sacrifica seriamente per gli altri. Ecco: il NCD deve attingere politicamente da queste esperienze di vita facendolo proprie>>

Anche il sindaco Bonfanti ovviamente si sente in linea con questa scelta, lui ex di Alleanza Nazionale, che non si sente un traditore <<Ho semplicemente fatto una scelta, la stessa che d’altra parte hanno seguito molti amministratori locali della Valle Olona>>.

Giovani, Territorio e Famiglia, queste le tre parole,  tre concetti principali espressi da Alfano sabato scorso a Roma durante la presentazione del nuovo partito, parole fondamentali per il giovane Favaloro di Caronno Pertusella<< Questi sono i concetti che volevo sentire e che il Pdl aveva smarrito. Parole dal forte significato che incarnano il vero senso di questo nuovo partito molto vicino ai giovani e al loro modo di interpretare la politica>>

Insomma tutti belli carichi in attesa dell’evolversi della situazione e con le elezioni amministrative alle porte: le uniche che decreteranno veramente la leadership del centrodestra provinciale.

direttore@varese7press.it

[cincopa A8PAgWL3pfSg]

 

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 12 Dicembre 2013. Filed under POLITICA,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.