Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

“Siamo in guerra”, sabato tavola rotonda sul fondamentalismo islamico

VARESE, 23 gennaio 2015- “Siamo in guerra!” Con questo titolo provocatorio domani sera, sabato 24 gennaio,  si animerà la tavola rotonda organizzata dall’associazione Terra Insubre e dalla Lega Nord Varese, sul tema del fondamentalismo islamico.

Alla serata, che avrà inizio alle ore 21.00 presso la Sala Montanari (ex Rivoli) in Largo Bersaglieri, parteciperanno tre giornalisti professionisti dell’inchiesta:

Gian Micalessin, inviato di guerra de “Il Giornale” con la fortunata iniziativa “Gli occhi della guerra”,  recentemente tornato dal confine turco-siriano, autore peraltro delle inchieste sui retroscena del rapimento di Greta Ramelli e Vanessa Marzullo;

Massimiliano Ferrari, giornalista, già direttore di Telepadania,  autore di reportage sul radicalismo islamico dalle periferie parigine  nel 2005 e dai Balcani;

Paolo Sensini: analista indipendente, autore di “Divide et Impera”, un saggio geopolitico che analizza la moderna strategia di dominio degli Stati Uniti in Medio Oriente e nel Nord Africa, dalle primavere arabe ai fatti più recenti;

Spetterà invece a Marco Tavazzi, direttore di Varesepolis, moderare il dibattito, mentre al segretario del Carroccio cittadino Marco Pinti saranno affidati i saluti introduttivi.

“Abbiamo deciso di fare un incontro con dei giornalisti – anticipa Pinti – perché vogliamo che siano i fatti a parlare, prima dei commenti, prima delle ideologie, prima dei pregiudizi, i fatti – conclude – ci dicono che siamo coinvolti in una guerra.”

image_pdfimage_print
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 23 gennaio 2015. Filed under Varese,VARESE,Varie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.