Natale Arcobaleno al Pride Square di Milano

MILANO, 13 dicembre 2017- Anche quest’anno CIG Arcigay Milano e la commissione Milano Pride, in collaborazione con Pride Square, Movimento Porta Venezia,Mercatini&Curiosità, Famiglie Arcobaleno, Cambio Passo e il sostegno delConsiglio di Zona 3, il 16 dicembre dalle 10 alle 21 organizzano Natale Arcobaleno, il tradizionale mercatino natalizio del Lazzaretto in Porta Venezia.

Saranno presenti numerose bancarelle e stand di associazioni impegnate costantemente nella lotta alle discriminazioni.

Dando seguito a quanto viene fatto ogni anno con Pride Square in occasione del Milano Pride, Natale Arcobaleno intende valorizzare la vocazione inclusiva e multiculturale del quartiere e sostenere, anche commercialmente, una zona che negli ultimi anni ha sviluppato peculiarità multietniche e gay friendly.
La comunità LGBTQ*, infatti, grazie alla forte presenza di locali gay friendly, riconosce le vie interessate e, più in generale, il quartiere di Porta Venezia, come luogo di ritrovo e aggregazione spontanea.

Nel solco del nostro impegno e di quello dei nostri partner, la festa vuole rivolgersi a tutti, senza distinzione legate alla provenienza, alla cultura e all’orientamento sessuale.

Per le famiglie e i bambini saranno inoltre predisposti spazi e attività dedicati.
La presenza di famiglie originarie di altri Paesi nel tessuto sociale della nostra città ci racconta che l’inclusione non solo è possibile, ma produce ricchezza per tutti e che la solidarietà alimenta la capacità di convivere, anche nelle difficoltà e soprattutto in questo momento storico. Allo stesso modo, le famiglie omogenitoriali ci ricordano che i bambini con due mamme o due papà esistono, anche se purtroppo non sono ancora tutelati dalla legge.
Come tutti, a Natale, esprimiamo anche noi i nostri desideri, oltre ad impegnarci per realizzarli, e per questo ci auspichiamo che non si arresti il percorso intrapreso con la legge sulle unioni civili e prosegua fino al pieno riconoscimento del matrimonio egualitario; che venga effettivamente istituito un piano nazionale per l’accoglienza e l’inclusione dei profughi e dei richiedenti asilo che abbia a fondamento il modello dello SPRAR e ancora, che si porti a compimento l’iter della legge per l’acquisizione della cittadinanza per gli stranieri e per i loro figli.

Le attività del mercatino sono pensate per valorizzare lo spirito di inclusività e solidarietà, nella cornice di un quartiere, il Lazzaretto, che è da secoli un crocevia di persone, un luogo di incontro e di scambio.

Natale Arcobaleno in Pride Square prevede la realizzazione di un mercatino natalizio e l’organizzazione di alcuni eventi dedicati ai bambini, alle famiglie e a tutti i visitatori.

L’iniziativa “Giochi dei nonni, i giochi della tradizione per grandi e piccini”, dalle 15.30 alle 18, sarà l’occasione per creare un percorso ludico gestito da animatori che è volto a trasmettere ai bambini come è facile divertirsi con semplicità. Presso la tradizionale casetta di Natale sarà possibile fare una foto ricordo insieme a Babbo Natale e ai suoi amici elfi.

Il Gruppo Salute del CIG Arcigay si occuperà, in particolar modo, di prevenzione dalle malattie a trasmissione sessuale, dando la possibilità ai visitatori di effettuare gratuitamente il test rapido per l’HIV.

L’evento centrale della giornata sarà l’incontro con buffet “OItre l’emergenza”, un modo per conoscere – meglio insieme a Cambio Passo APS-ONLUS – le altre realtà impegnate in progetti di inclusione per indagare il tema delle migrazioni, incontrare i protagonisti e comprendere quali sono le risposte delle istituzioni in merito all’argomento.

Successivamente, intorno alle 19, il Checcoro – il primo coro LGBTQ* di Milano – insieme a Mani incantate – coro delle mani bianche formato dai ragazzi e ragazze del gruppo sordi LGBT di Arcigay Milano – eseguiranno le tradizionali carole natalizie.

E alle 19.30, dopo il concerto, la manifestazione si chiuderà un brindisi augurale offerto dal LeccoMilano insieme alle famiglie arcobaleno e ai vecchi e nuovi cittadini. Un brindisi con e per la Milano che amiamo: aperta, generosa e multiculturale.

PROGRAMMA ATTIVITÀ

  • dalle 15.00 alle 16:30: POPUP Radio Popolare
  • dalle 15.00 alle 17.00: “Biblioteca dei libri parlanti”
  • dalle 15.30 alle 18.00: “Giochi dei nonni” – i giochi della tradizione per grandi e piccini
  • dalle 15.30 alle 20.00: test rapidi dell’HIV
  • dalle 16.00 alle 18.00: foto ricordo con Babbo Natale
  • dalle 17.30 alle 19.30: incontro con buffet «Oltre l’emergenza»
  • alle 19.00: tradizionali carole natalizie con Checcoro
  • alle 19.30: brindisi – offerto da LeccoMilano – con Associazione Famiglie Arcobaleno e i ragazzi di Cambio Passo 

Presso lo stand del CIG Arcigay Milano, sarà effettuata una raccolta di indumenti usati destinati all’associazione Cambio Passo APS-ONLUS. Si raccoglieranno in particolare abiti invernali da uomo di taglia M-L come:

  • giacche
  • pantaloni
  • guanti, cappelli, sciarpe
  • scarpe 41-46
  • calzini (nuovi)
  • mutande (nuove)
  • coperte/sacchi a pelo

A fare da cornice a queste attività saranno alcune tra le associazioni cittadine dedite al volontariato, all’affermazione dei diritti e alla lotta ad ogni forma di discriminazione.
Durante il giorno le numerose bancarelle, insieme alle molte associazioni presenti, creeranno un ambiente inclusivo in una cornice festosa e rilassata.
Al Mercatino parteciperanno con un proprio banchetto, fra le altre, le associazioni AGEDO, Renzo e Lucio, Amnesty, Arcigay Varese, Fondazione Acra e I Villaggi del Sorriso International Onlus.
Alla sera, i locali della via organizzeranno momenti di intrattenimento ed aperitivi per tutti i visitatori. Il tutto avverrà nella Pride Square illuminata dalle luminarie natalizie arcobaleno realizzate grazie all’impegno della neonata associazione dei commercianti chiamata Milano Rainbow District.
La presenza di ognuno contribuirà ad affermare che Milano è una città inclusiva dove la diversità è un valore. 




Salone della Cultura a Milano tra libri antichi e laboratori formativi

MILANO, 12 dicembre 2017-Anche quest’anno si rinnova l’appuntamento con il Salone della Cultura il 20 e 21 gennaio 2018 a Milano, presso gli spazi di SuperStudio Più in via Tortona.
La manifestazione, alla seconda edizione, offrirà al pubblico partecipante l’occasione di immergersi in 48 ore di cultura attraverso l’esposizione di libri antichi e pregiati, volumi d’antiquariato e nuove proposte editoriali ma non solo; Il Salone offrirà infatti la possibilità di partecipare, previa iscrizione al sito www.salonedellacultura.it a diversi corsi e laboratori formativi come quello di Pop Up tenuto dal Paper Engineer Dario Cestaro, o quello di approccio alla recitazione tenuto dall’attrice Maura Marenghi per passare attraverso ai diversi corsi tenuti dalla scuola professionale Galdus.
Un’ottima occasione per gli appassionati d’arte che potranno visitare diverse mostre promosse in esclusiva dal Salone.



Marcia del Giocattolo domenica a Milano: gara benefica per i bambini del Policlinico San Matteo di Pavia

MILANO, 12 dicembre 2017-Domenica 17 dicembre, Fondazione SOLETERRE, dalle ore 9.30, sarà al Parco Citylife di MILANO per la 1^ edizione de “LA MARCIA DEL GIOCATTOLO”corsa o camminata, con partenza alle ore 10.30, patrocinata dal Comune di Milano, di 10 – 4 km per runners e famiglie in pieno spirito natalizio e all’insegna della beneficienza. I fondi raccolti attraverso le iscrizioni saranno donati al Programma Internazionale per l’Oncologia Pediatrica (PIOP)di Soleterre.

Obiettivo dell’iniziativa è donare un sorriso ai bambini sostenuti dal PIOP presso il Policlinico IRCS San Matteo di Pavia, struttura con cui la Fondazione collabora attraverso attività di supporto psicologico ai bambini oncomalati e alle loro famiglie; supervisione psicologica del personale medico della Struttura Complessa di Onco-ematologia Pediatrica; formazione dei volontari, attività di mediazione linguistica e culturale e lavori di ristrutturazione e riqualificazione degli spazi ospedalieri.

Il PIOP, attivo dal 2010, è un intervento multidisciplinare con azioni che includono educazione alla salute, diagnosi precoce, sostegno psico-socio-educativo, accoglienza e networking in 5 Paesi (Italia, Ucraina, Marocco, Costa d’Avorio e Uganda) a favore di oltre 10.000 beneficiari tra bambini malati, familiari e personale sanitario.

 Coloro che parteciperanno a “La Marcia del giocattolo”, riceveranno, insieme al pettorale, un braccialetto di legno Legnoland da indossare durante la corsa e riconsegnare all’arrivo, simbolo concreto della loro donazione.

Inoltre, per l’occasione, Soleterre allestirà uno stand attraverso cui è possibile avere maggiori informazioni sui progetti attivi della Fondazione e fare delle ulteriori donazioni.

È possibile iscriversi attraverso il sito dell’evento (www.marciadelgiocattolo.it), la pagina (www.facebook.com/MarciadelGiocattolo) e, in alternativa, anche presso i negozi Decathlon di Milano Cairoli, Baranzate e Corsico. Il prezzo del pettorale per gli adulti è di € 12, comprensivo di un gilet antivento marchiato “Marcia del Giocattolo” e di € 5 per i bambini (nati dopo l’01/01/2007), con in regalo un giocattolo Globo Giocattoli differente per le diverse fasce d’età.

La 1^ edizione de “La Marcia del Giocattolo”, patrocinata dal Comune di Milano, vede l’importante partecipazione di Legnoland di Globo Giocattoli come presenter partner e la regia organizzativa di DNA Sport ConsultingSoleterre è il kids charity program, CityLife collabora per la location e A&C Consulting per la parte organizzativa.

Soleterre è una Fondazione che lavora per il riconoscimento e l’applicazione del Diritto alla Salute nel suo significato più ampio. Oltre a fornire cure e assistenza medica, si impegna per la salvaguardia e la promozione del benessere psicofisico per tutti e tutte, sia a livello individuale che collettivo, a ogni età e in ogni parte del mondo. La prevenzione, la denuncia e il contrasto delle disuguaglianze e della violenza, qualsiasi sia la causa che la genera, sono parte integrante dell’attività di Soleterre: perché “Salute è giustizia sociale”.




Chiesa di Scientology a Milano per anniversario Dichiarazione Universale dei Diritti Umani

MILANO, 11 dicembre 2017- Si è appena concluso, presso la Chiesa di Scientology a Milano, un week end di celebrazioni in onore dell’anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. La Chiesa ha ospitato una mostra sui Diritti Umani e uno Spettacolo di beneficenza della onlus Associazione per i Diritti Umani e la Tolleranza con la quale la comunità di Scientology ha presentato i progetti umanitari che insieme finanziano.

Particolarmente toccante il momento in cui è stata annunciata l’ultima scuola aperta l’8 dicembre nella Central Region del Ghana, accompagnata dai festeggiamenti locali organizzati da tutti gli abitanti del villaggio che ha ricevuto in dono la costruzione, che insieme a tutte le autorità presenti hanno conferito speciali riconoscimenti per il lavoro svolto. La scuola è stata costruita ed interamente arredata e corredata e gli insegnanti dell’intera provincia hanno ricevuto il seminario sul progetto educativo di Gioventù per i Diritti Umani unitamente al materiale didattico necessario per poterlo attuare.

La presentazione dei lavori svolti nel corso dell’anno si è conclusa con il ringraziamento speciale all’uomo che ha dato il via a questo movimento internazionale in favore dei diritti umani, L. Ron Hubbard, presentato dal Prof. Guamàn Jara Allende.

Le celebrazioni si sono poi chiuse con uno spettacolo nell’Auditorium della Chiesa, con la speciale partecipazione dei comici Peppe&Ciccio e del coro gospel Solosingers, dando il via ai lavori per il 70esimo anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.




Presidio a Milano per Gerusalemme capitale

MILANO, 9 dicembre 2017 – Circa 200 persone hanno partecipato questo pomeriggio a un presidio, a Milano, per protestare contro la decisione del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele e di trasferirvi l’ambasciata statunitense. I partecipanti, provenienti da vari Paesi arabi, si sono radunati in piazza Cavour per una manifestazione autorizzata, innalzando bandiere della Palestina. La folla gridava ‘Allah Akbar’, ‘Palestina libera’ e urlava cori contro Israele e Trump.
Il presidio si è svolto in modo pacifico.(ANSA)




La scrittrice Manola Gini ospite del “Caminetto Poetico” a Milano

Manola Gini

MILANO, 9 dicembre 2017 – Sarà la scrittrice Manola Gini l’ospite dell’ormai tradizionale ‘Caminetto Poetico’ organizzato dalla Fondazione degli Amici di L. Ron Hubbard che si terrà a Milano il prossimo 13 dicembre alle ore 17,30 presso l’Hotel Enterprise in Corso Sempione 91.

Manola Gini nasce a Firenze nel 1972 da una modesta famiglia di artigiani. Secondogenita con un carattere timido e sensibile, cresce e matura affrontando in giovane età la morte del padre. Dopo anni di silenzi, dove la rabbia cresce togliendo i sorrisi, si dedica al volontariato in una comunità facendo quindi un percorso interiore che le permette di comprendere il proprio valore e nasce in lei la voglia di esternare i sentimenti. Scrive molte poesie ribelli e contro la violenza sulle donne.

Riceve molti premi e note di merito e d’ onore, riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali, partecipa a varie iniziative culturali e nel 2014 ad un progetto Europeo di scrittura teatrale che la porta a Barcellona e Lussemburgo.

Alcune delle sue prime poesie si possono trovare nella pubblicazione “Insieme creando l’Arte” del 2011 dove partecipa ad un progetto per giovani artisti.

Scrive perché vuole che di lei rimanga ciò che non è mai riuscita a dire.

In occasione dell’appuntamento natalizio del ‘Caminetto Poetico’ organizzato dagli Amici di Ron, Manola Gini presenterà il suo ultimo libro ‘All’infinito e torno indietro’.

A dialogare con l’autrice e gli ospiti saranno i poeti Rodolfo Vettorello, Giuseppe Leccardi, Nunzio Buono e Gianluca Regondi, poeta lombardo vincitore della IV edizione del Premio Nazionale di Poesia.

 L’incontro è aperto a tutti, previa conferma via mail all’indirizzo amicidiron.pro@gmail.com.




The Pozzolis Family presentano libro alla Casa Emergency di Milano

MILANO, 8 dicembre 2017- Alice Mangione e Gianmarco Pozzoli, meglio conosciuti come The Pozzolis Family,presentano domenica 10 dicembre, alle ore 16.00, alla Casa Emergency, in via Santa Croce, 19 – Milano, Un figlio e ho detto tutto. Si tratta di un libro che è un racconto esilarante ed emozionante allo stesso tempo, nel quale i due protagonisti della storia, che sono proprio Alice e Gianmarco, tentano di spiegare cosa significhi innamorarsi fino al punto da non resistere all’idea di espandere il nucleo familiare, per farlo passare da due a tre, e poi anche a quattro.

“Con tutta questa gioia e questo ottimismo, se non dessimo alla luce un bambino sarebbe un crimine contro l’umanità.” Alice Mangione e Gianmarco Pozzoli si innamorano, di quell’amore puro, irrazionale e folle che provano gli adolescenti alla prima cotta estiva. Invece loro sono ultra maggiorenni e si baciano contro una saracinesca a Milano. A gennaio. Nel giro di una settimana si fidanzano, si presentano ad amici e parenti e infine vanno a vivere sotto lo stesso tetto. E in un giorno qualunque di questo travolgente bazar di allegria, mangiate di gusto, colpi di testa, ottimo sesso, risate incontrollabili e alcol, tanto alcol, decidono di voler mettere al mondo un figlio. E ho detto tutto. Per la coppia si aprono inattesi orizzonti, non sempre tersi come gli avevano raccontato. Ed è ancora niente rispetto a quello che li attende quando il dolce dittatore col ciuccio si insedierà al vertice della loro esistenza. I Pozzolis con questo libro ci consegnano una delirante e radiosa cronaca della loro vita, offrendo al lettore un’irrinunciabile iniezione di positività.

Alice Mangione e Gianmarco Pozzoli sono due attori di grande talento comico. Dopo una brillante carriera artistica che li ha visti separatamente protagonisti dei principali programmi televisivi, alla fine del 2016 hanno deciso di condividere la propria vita famigliare su Facebook, creando The Pozzolis Family, che nel giro di pochissimo tempo è diventato un vero e proprio punto di riferimento per mamme e papà di tutta Italia, con un grande seguito anche fra i giovanissimi che puntano a creare una famiglia disordinatamente felice come la loro.

The Pozzolis Family, Un figlio e ho detto tutto, Mondadori, 252 pagine, 16,90 euro, in libreria dal 12 settembre.




Protesta dei lavoratori di Milano Christmas Land: “La chiusura parco è un danno economico grave”

MILANO, 7 dicembre 2017-Da qualche ora i rappresentanti dei lavoratori di Milano Christmas Land, il parco natalizio organizzato dagli imprenditori dello spettacolo viaggiante con giostre, street food, villaggio di Babbo Natale e commercianti, sono arrivati al Teatro dal Verme per contestare la decisione della Commissione Comunale di Vigilanza di Milano di non far partire l’iniziativa in programma da ieri 6 dicembre fino al 7 Gennaio.
Secondo i lavoratori la commissione avrebbe potuto consentire l’apertura del parco prescrivendo il divieto di utilizzo delle poche aree coperte, vero elemento della discordia, che rappresentano di fatto allo stato attuale solo una percentuale di molto inferiore al 10% dell’area totale di oltre 10000mq, consentendo così di garantire la prosecuzione del lavoro a tutti i presenti.
Il danno della mancata apertura infatti, per una categoria già in difficoltà, sarebbe davvero di difficile sostegno per le centinaia di lavoratori presenti e per questo gli operatori auspicano nella mediazione del Sindaco di Milano Beppe Sala.