Vela: conclusa la Coppa Favini all’Avav di Luino

LUINO, 16 ottobre 2018 – Si è conclusa a Luino, lago Maggiore, la XV edizione della Coppa Lino Favini, manifestazione organizzata dall’Associazione Velica Alto Verbano e riservata alle imbarcazioni della classe Melges 24.

La regata era come sempre intitolata a Lino Favini grande velista verbanese nonchè padre di Flavio Favini uno dei più quotati campioni a livello internazionale e che in questa occasione al timone di Maidollis (armatore Gianluca Perego in equipaggio con Tiziano Nava, Alfio Lavazza, Giovanni Ferrari e Federico Valenti) conquistava la vittoria della sesta e ultima tappa delle Melges 24 European Sailing Series 2018 nonchè il titolo di Campione Svizzero.

Al secondo posto si è classificato il team inglese, vincitore nell’edizione 2017, di Gill Race Team (Corithian/armatore/timoniere) guidato da Geoff Carveth mentre il terzo posto è stato appannaggio dell’equipaggio italiano (Corithian) di Jeko Team del gardesano Marco Cavallini.

En pein per Taki 4 dell’armatore genovese Marco Zammarchi (con il timoniere Niccolò Bertola e l’equipaggio formato da Giacomo Fossati tattico, Giovanni Bannetta e Pietro Seghezza) che, con il risultato sul campo di regata verbanese, ha conquistato il primo posto della classifica generale delle circuito europeo sia nella categoria Overall che in quelle Corinthian.

Cinque delle otto prove previste dal programma sono state portate a termine regolarmente: i tre giorni di gare sono stati caratterizzati da condizioni meteorologiche variabili per la ventina di imbarcazioni in gara provenienti da Austria, Danimarca, Germania, Gran Bretagna, Italia, Svizzera e Ungheria.
Anche alcuni ragazzi della squadra agonistica e pre-agonostica AVAV e la loro istruttrice Clelia Sessa hanno preso parte alle regate Melges 24 a bordo di alcune delle imbarcazioni in gara: Arianna Baldioli, Lorenzo Bogni, Nicolò Rigazzi.

Il calendario agonistico 2018 per l’AVAV si concluderà fra un paio di settimane quando dal 26 al 28 ottobre sarà la volta della 2a edizione dell’H-Boat Italian Open 2018.

La manifestazione organizzata dal sodalizio velico luinese, di cui quest’anno ricorre l’80° anniversario dalla data della sua fondazione – nel 1938 – e da allora è attivo in campo agonistico nazionale e internazionale può contare sull’importante sostegno di Varese Sport Commission e Camera di Commercio di Varese e sul supporto di Liberty, Gottifredi Maffioli, Nauticaluino e Rougj+.




Basket in carrozzina: molte novità per la Cimberio Handicap Sport Varese

VARESE, 16 ottobre 2018-Il campionato di serie A di basket in carrozzina bussa ormai alle porte e tra meno di un mese, il prossimo 10 novembre, la Cimberio Handicap Sport Varese si schiererà ai nastri di partenza per la sesta stagione consecutiva.

Non mancheranno le novità, perché ogni anno il presidente Carlo Marinello (coadiuvato dal vice Antonio Bazzi, da Giorgio Pedraccini e da Elena Missaglia) si ritrova ad affrontare situazioni che definire di emergenza non è davvero eccessivo.

Il marchio Cimberio, che la squadra varesina reca orgogliosamente sulle maglie dal ritorno nella massima serie, e cioé dal 2013), rimarrà anche nella prossima stagione. <A Renzo e a Roberto Cimberio rivolgiamo un grandissimo ringraziamento – tiene a dire Carlo Marinello – così come ringraziamo ZMC e Amca Elevatori che hanno deciso di affiancarci ancora nella nostra avventura. E grazie anche a Gianfranco Ponti, che anche per la prossima stagione non ci farà mancare il suo contributo personale>.

Proseguirà il rapporto di collaborazione con la Pallacanestro Varese, anche se non ci sarà alcun contributo economico. <Tuttavia nel contatto con il nuovo g.m. Andrea Conti – precisa il presidente – ho riscontrato un clima assai più positivo rispetto a quello che si era creato con Claudio Coldebella. Parteciperemo inoltre alle diverse iniziative messe in campo sul territorio dalla Pallacanestro Varese, soprattutto nelle scuole>,

In un certo senso, la Openjobmetis ha lasciato “in eredità” alla Cimberio il suo ex amministratore delegato: Fabrizio Fiorini ha infatto sposato la causa della Handicap Sport e già dalla scorsa stagione sta dando un grande aiuto alla società, soprattutto nella ricerca di contributi di sponsorizzazione, assolutamente vitali per la sopravvivenza del club.

Sul fronte della squadra ci saranno invece le novità più rilevanti. Da segnalare, innanzitutto, l’addio di Riccardo Marinello e di Marco Paonessa. Marinello non può più giocare in serie A, che da quest’anno ha chiuso le porte ai normodotati (che in verità erano solo due: l’altro è il bergamasco Andrea Pedretti), e per la Cimberio sarà una grave perdita, perché in questi anni il figlio del presidente è costantemente cresciuto sino a diventare un giocatore di prima fascia; Marinello, compatibilmente con gli impegni lavorativi, continuerà però a giocare in Svizzera. Marco Paonessa, dopo una stagione di sacrificio per problemi fisici, ha invece optato per il tennis.

Accanto alle conferme di Janic Binda, Nicola Damiano, Joao Pedro De Barros, Mauro Fiorentini, Alessandro Nava, Francesco Roncari, Massimiliano Segreto e Gabriele Silva, ecco tre belle novità: si tratta del britannico Dipen Sharma (classe 1990), del senegalese Saliou Diene (1991) e di Alessandro Pedron (1998).

Spiega il presidente Marinello: <Sharma viene dal campionato di Seconda serie britannico, Diene ha già giocato in Italia, a Seregno, ma è ora reduce da due stagioni trascorse in Svizzera, mentre Pedron aveva cominciato alcuni anni fa a giocare da noi per poi andare a Cantù e disputare lo scorso campionato in serie B a Seregno. Non si tratta di giocatori che ci faranno lottare per lo scudetto ma di ragazzi in costante progresso con i quali ci siamo sentiti di sottoscrivere un impegno biennale>.

Tra le conferme c’è anche quella, scontata, dell’allenatore Fabio Bottini.

Il traguardo della Cimberio Handicap Sport sarà naturalmente la salvezza, così come nello scorso anno e dopo i fasti delle prime due stagioni in serie A (nel 2014 i varesini si classificarono al terzo posto in campionato e in Coppa Italia, giungendo a disputare la finalissima di Eurolega 2.

Il campionato, come s’è detto, scatterà il 10 novembre con otto squadre al via: i campioni d’Italia della UnipolSai Briantea 84 Cantù, Amicacci Giulianova, UBI Banca Santo Stefano e Santa Lucia Roma si batteranno per lo scudetto, Cimberio Varese, Montello Bergamo, Gsd Porto Torres e Sassari cercheranno di evitare le due retrocessioni.




Con lo Sport Bonus nuova vita alla palestra Falaschi e quella storica della Canottieri Varese

VARESE, 16 ottobre 2018- di GIANNI BERALDO

Centodiecimila  euro, tanto ammonta l’importo complessivo destinato alla ristrutturazione della palestra Falaschi a San Fermo e quella della Canottieri Varese, quest’ultima in realtà sarebbe quella storica visto che una ultramoderna è già stata inaugurata.

Importo considerevole frutto dello Sport Bonus, strumento fiscale introdotto nell’ultima legge di stabilità e adottato dal Comune di Varese.

Ma di cosa si tratta? Con questo bonus introdotto dal governo a partire dallo scorso mese di luglio, alle imprese che faranno una donazione a sostegno di ristrutturazioni impianti sportivi, restauri d’opere d’arte e altro ancora che dovrebbe sobbarcarsi in toto un Ente comunale, verrà beneficiato un credito d’imposta pari al 50% dell’erogazione, con limite del tre per mille dei ricavi annui per donazioni fino a un massimo di 40.000 euro.

Tanto è bastato a convincere 8 aziende del varesotto che in totale hanno partecipato al progetto con oltre 100 mila euro.

Una cifra incredibile ma soprattutto una partecipazione davvero impensabile seppur auspicabile. Segnale che l’attenzione verso il territorio e le opere di pubblica utilità assumono ancora una certa valenza sociale per chi dell’imprenditoria ne ha fatto il suo credo di vita.

E meno male diciamo noi. Per rendere pubblico questa partecipazione questa mattina l’amministrazione comunale composta dal sindaco Davide Galimberti, l’assessore allo Sporto Dino De Simone e quello alle Risorse economiche Cristina Buzzetti, ha presentato ringraziandoli i vari rappresentanti delle 8 aziende che hanno erogato questi fondi.

Vetrina più che  meritata visto che tali scelte non risultano poi così scontate.

Basti pensare infatti che su un totale di 50 aziende in tutta Italia che hanno aderito ben 8 sono a Varese, già questo la dice lunga sulla lungimiranza delle nostre imprese.

<<Altro segnale importante che gli imprenditori del nostro territorio hanno a cuore la città e le sue strutture sportive ma non solo>>, così il sindaco della Città Giardino.

Questa prima iniziativa è definita come “finestra 1″ dedicato appunto allo sport, poi vi è già in previsione la” finestra 2″, con fondi destinati a altre iniziative.

Come spiega l’assessore Buzzetti <<Sporto Bonus, come un’altra misura che stiamo per attuare che si chiama Art Bonus per musei a ambito cultura, sono delle partnership delle imprese d’immediata attuazione perchè le imprese hanno l’utilizzo immediato del beneficio come credito d’imposta, quindi immediatamente spendibile senza nessuna procedura particolare. Insomma, a noi arrivano risorse immediate a loro immediati benefici, quindi una collaborazione proficua e interessante per entrambe le parti>>.

L’assessore Cristina Buzzetti

Entrando nello specifico, tali somme saranno così ripartite: 80mila euro a favore della palestra Falaschi e 30 mila euro per la Canottieri. 

Pier Paolo Frattini, direttore sportivo Canottieri Varese

Per  la Falaschi i lavori-che si concluderanno a maggio 2019- verteranno principalmente sul rifacimento pavimentazione, nuova rete antincendio, impianti elettrici di ultima generazione e interventi per ottenimento certificazione di prevenzione incendi (CPI)

<<Grazie a questa riqualificazione la palestra Falaschi diverrà una struttura sportiva di rilievo, la seconda palestra più grande della città, la quale oltre a far crescere sempre più la passione per lo sport sarà utile anche per rivalutare tutta quell’area di San Fermo>>, sottolinea l’assessore De Simone.

Per quanto riguarda la palestra della Canottieri presente alla Schiranna, le cose sono un pò diverse, come spiega l’ex campione remiero Per Paolo Frattini, ora direttore sportivo del sodalizio varesino <<In effetti noi una palestra l’abbiamo già, quei fondi sono destinati al recupero della palestra e spogliatoi nella parte storica della sede, quella che in tanti anni ha regalato tante emozioni>>. Soddisfazioni che la Canottieri Varese continua a elargire agli appassionati “sfornando” sempre tanti campioni molti dei quali a pieno titolo nel remo azzurro.

A questo punto doveroso menzionare le imprese che hanno aderito allo Sport Bonus: BCC di Busto Garolfo e Buguggiate (unico istituto bancario in tutta Italia a credere in queste finalità), Delcatr Spa, Dama Spa, Arcas spa, Fumagalli srl, Impresa Scavi De Luis, AVT, Ghp e la Brunello Spa.

direttore@varese7press.it

 

 

 




Sport e Solidarietà, binomio vincente della Cetilar Pisa alla Half Marathon

PISA, 15 ottobre 2018 – Una magnifica giornata di sport e solidarietà, con oltre 2000 persone, tra podisti in gara e runner appassionati, riunite per partecipare alla 12ma edizione della Cetilar Pisa Half Marathon. La corsa è stata organizzata dall’Associazione per Donare la vita Onlus – nata per assistere i pazienti coinvolti in terapie complesse assieme alle loro famiglie e per promuovere e incoraggiare la cultura della donazione d’organi – in collaborazione con il Gruppo Podistico ASD Leaning Tower Runners e con il supporto di PharmaNutra SPA e il suo brand Cetilar, una gamma di prodotti dedicati alla riduzione della sintomatologia dolorosa di articolazioni e di muscoli dovuta a traumi sportivi.

Per il secondo anno consecutivo la corsa competitiva ha visto la vittoria del keniota Paul Tiongik, con il tempo di 1h03m43s, davanti al pisano Daniele Meucci, il testimonial di questa Cetilar Pisa Half Marathon che ha chiuso al secondo posto in 1h06m, e all’altro keniota Jonathan Kosgei Kanda in 1h07m52s. Tra le donne, netta affermazione per la ruandese Primitive Niyirora, che ha fermato il cronometro in 1h17m20s precedendo sul traguardo Laura Giachi (1h25m5s) e Ilaria Bianchi (1h26m2s), mentre il successo nella staffetta, una delle novità di questa edizione, è andato ai Carabinieri con Mattia Moretti e Stefano La Rosa, primi in 1h08m2s.

Alla premiazione erano presenti sul palco il Presidente di PharmaNutra SPA Andrea Lacorte e il Direttore Scientifico Germano Tarantino, che hanno evidenziato lo stretto rapporto di collaborazione tra l’azienda farmaceutica toscana e la mezza maratona di Pisa, concretizzatosi anche quest’anno in una forte presenza sul campo sia domenica, con due punti massaggi Cetilar e ben 6 fisioterapisti al lavoro, prima alla partenza e poi all’arrivo della corsa, e all’Expo Half Marathon, allestito il venerdì e il sabato agli Arsenali Repubblicani. In queste tre giornate lo staff di PharmaNutra ha inoltre distribuito circa 2.000 campioni di prodotto – dalla crema Cetilar al nuovo integratore Ultramag – e 3.200 sacche gara brandizzate Cetilar.

Archiviata questa edizione di successo della Cetilar Pisa Half Marathon, il prossimo appuntamento con PharmaNutra e Cetilar nell’ambito del running è per domenica 25 novembre con l’Asics Firenze Marathon, di cui l’azienda è Official Sponsor. Anche in questa occasione, per muoversi al meglio all’interno dell’evento e godere al meglio dei servizi offerti da PharmaNutra, i partecipanti alla maratona fiorentina potranno sfruttare le funzioni dell’APP Cetilar Run, realizzata da Calabughi Entertainment Games e disponibile sull’APP Store per dispositivi IOS e Android.

 

 




Football Americano: impresa dei Gorillas Varese vincenti a Milano contro i Seamen imbattuti da 2 anni

VARESE, 15 ottobre 2018-Domenica 14 Ottobre i Gorillas Under 19 in maglia Rhinos Milano hanno inflitto una clamorosa sconfitta ai Seamen Milano, campioni d’Italia e imbattuti da 2 stagioni.
Man of the match il folletto biancorosso Guido Marabotti che ha messo costantemente in difficoltà la difesa blue navy con le sue corse ubriacanti, ben supportato dalla linea d’attacco in cui Max D’Auria e Riccardo Tripodina hanno avuto modo di mettersi in luce.
In difesa Valentino Padedda è riuscito nei minuti finali a mettere a segno un sack sul quarterback difendendo il risultato che quarto dopo quarto si faceva sempre piu rassicurante per i rinoceronti meneghini fino al 23-12 finale.
Non ci sarà molto tempo per festeggiare però perchè già domenica prossima si giocherà il ritorno con i Seamen pronti più che mai a cercare di vendicare questa dolorosa sconfitta.
L’appuntamento è dunque per Domenica 21 Ottobre alle ore 15:00 al Saini di via Corellli a Milano per un’altra sfida infuocata. (foto di Anna Scolaro)



Enerxenia nuovo sponsor del Palasport di Masnago: “Uno dei palazzetti più storici d’Europa”

Lavori di installazione nuovo sponsor

VARESE, 15 ottobre 2018 – Sulla casa della Pallacanestro Varese ora campeggia la firma di Enerxenia. Oggi è stata infatti installata la nuova insegna  su uno dei palazzetti storici del basket, non solo nazionale.

L’intitolazione del parquet varesino di piazzale Antonio Gramsci come Enerxenia Arena è un altro tassello della collaborazione fra il team sportivo e la società specializzata nella vendita di gas e luce. Un rapporto cominciato con la festa per l’inaugurazione del rinnovato sportello di Villa Augusta in via San Giusto a Varese.

Alla kermesse di inizio luglio avevano partecipato, fra gli altri, coach Attilio Caja e il capitano Giancarlo Ferrero e il canestro con cui i biancorossi si erano cimentati nel tiro da 3 con i bambini intervenuti, è stato poi destinato in beneficienza, donato al CDD di Bregazzana gestito da Fondazione Renato Piatti Onlus.

Enerxenia è uno degli sponsor della Pallacanestro Varese. Fa parte del gruppo Acsm Agam, la società con A2A partner industriale e socio di riferimento, che ha aggregato le utilities di cinque province lombarde fra cui quelle storicamente attive a Varese.




Il Varese vince al Franco Ossola contro il temibile Fenegrò

VARESE, 14 ottobre 2018 – Torna il sorriso in casa Varese che al “Franco Ossola” si riscatta dalla sconfitta di domenica scorsa battendo il Fenegrò, una delle big del girone. Contro i comaschi basta il gol di Vegnaduzzo al 16′. I biancorossi, in emergenza, sono propositivi in attacco e perfetti quando si tratta di arginare gli attacchi avversari. Finisce 1-0 per Camarà e compagni.

FISCHIO D’INIZIO – Out gli infortunati Calandra, Simonetto, Balzo, Marinali e indisponibile Piqueti, impegnato con la Nazionale della Guinea Bissau, Domenicali opta per M’Zoughi al centro della difesa con Travaglini, Bianchi e Lonardi esterni; a centrocampo Gestra ed Etchegoyen con Camarà, Lercara e Scaramuzza alle spalle di Vegnaduzzo che parte titolare.

LA PARTITA – Approccio convincente quello del Varese che sblocca la gara appena dopo il 15′: pallone in mezzo di Gestra, Etchegoyen prolunga in area per Vegnaduzzo che lo spinge in rete di testa, in tuffo. Nei minuti successivi i padroni di casa cercano il raddoppio col Fenegrò che prova a sfruttare un paio di ripartenze. Il primo tempo si conclude 1-0 per i biancorossi.
Nella ripresa i padroni di casa cenrcano insistentemente il raddoppio, ma l’occasione giusta non arriva. Al 17′ lancio lungo per Scaramuzza che scatta in fascia, salta l’uomo e mette in mezzo per Lercara che, anziché tirare, temporeggia troppo col pallone tra i piedi dando il tempo alla difesa di intervenire. Al 27′ cross dalla sinistra per Gestra che, tutto solo all’altezza del dischetto, spedisce alto.
Il Fenegrò butta dentro Pizzini e Scapinello, ma non riesce a trovare la via del gol. Al 32′ è decisivo Scapolo che para la conclusione insidiosa dell’ex biancorosso. Poi si mettono in mostra M’Zoughi e Travaglini con ottime chiusure. Il Varese spinge sino alla fine e festeggia i tre punti: Varese 1 Fenegrò 0.(www.varesesport.com)

IL TABELLINO
Varese-Fenegrò 1-0 (1-0)
Varese 4-2-3-1: Scapolo; Lonardi L., M’Zoughi, Travaglini, Bianchi; Gestra, Etchegoyen (26′ st Conti); Camarà (36′ st Buba Silla), Lercara (26′ st Mondoni), Scaramuzza (46′ Mauro sv); Vegnaduzzo (45′ st Moceri). A disposizione: Porro, Lonardi D., Magoga, Scalamandré. All. Domenicali.
Fenegrò 4-4-2: Varesio; Arcuri (20′ st Scapinello), Borghesi, Bello, De Vincenzi (30′ Scarcella); Panzetta, Tindo (30′ Leotta), Putignano (8′ st Pizzini), Barlusconi (20′ st Galletti); Fabozzi, Anzano. A disposizione: Bordin, Guaita, Melesi, Favari. All. Broccanello.
Arbitro: Cerea di Bergamo (Marzulli ed Ercolani di Milano).
Marcatri: pt: 16′ Vegnaduzzo (V).
Note – Giornata serena e soleggiata, temperatura mite, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Scaramuzza (V). Angoli: 7-2.




Pallavolo femminile: Cermenate sbanca Induno Olona al tiebreak

INDUNO OLONA , 14 ottobre 2018– Inizia con una vittoria al tiebreak il campionato di Serie D di Cermenate. Nel match della prima giornata, infatti, le comasche battono 3-2 Induno Olona. Primo set giocato contratto della formazione guidata dalla coppia Pietroni-Proverbio.

Nel primo set le padrone di casa partono bene (3-0, 7-4). Cermenate prova a chiudere il gap (8-6), ma Induno allunga (15-8, 21-10) andando agilmente a chiudere il parziale 25-13. Nel secondo set Cermenate scende in campo con il giusto piglio. Parte forte (1-4, 4-8), allunga (10-18, 11-21), aggiudicandosi il parziale 13-25. Il terzo set è la copia del precedete con la formazione ospite che inizia in testa (1-5, 6-10).

Induno non riesce a rispondere (11-16, 14-22), lasciano a Cermenate il parziale per 15-25. Nel quarto set Cermenate non riesce a dare continuità a quanto fatto nei precedenti, con Induno che va subito avanti 6-1. Cermenate rosicchia qualche punto (9-6, 17-15), ma non riesce mai ad impensierire le avversarie che gestiscono (20-15, 23-18), chiudendo la frazione di gioco 25-20. Il tiebreak è equilibrato: 5-5, 9-9, 11-11, ma il finale sorride a Cermenate che conquista il break decisivo chiudendo 13-15 il set.

Coach Pietroni commenta così la partita: “C’è un po’ di rammarico perchè questa sera ci siamo complicati da soli la partita. C’è sicuramente da lavorare tanto, sopratutto sulla ricezione che oggi in modo particolare non ha funzionato. Nota positiva il gioco con i centrali dove si è evidenziata una buona intesa. Sono comunque due importanti punto conquistati contro una formazione discreta che darà sicuramente filo da torcere a tutte le squadre”.

VIRTUS CERMENATE: Sarubbi, Ruiu, Marinoni, Maiocchi, Buggio, Guarisco, Mancarella, Brenna, Clerici, Nasto, Castelli L1, Bulgheroni L2. Allenatore: Pietroni Francesco, Vice: Proverbio Giorgio.