Dalla Regione mezzo milione di euro a favore volontari Protezione Civile

VARESE, 16 luglio 2018- Mezzo milione di euro per migliorare le dotazioni dei circa 700 gruppi di volontari della Protezione civile che operano in Lombardia: 150.000 euro destinati a Comuni, unioni di Comuni, Comunita’ montane, Parchi e associazioni di Comuni; 350.000 per associazioni di volontariato di Protezione Civile iscritte all’Albo regionale. Sono le risorse che Regione Lombardia, con una delibera approvata oggi dalla Giunta, su proposta dell’assessore Pietro Foroni, mette a disposizione a fondo perduto per l’acquisto di strumenti utili
al potenziamento delle attivita’ svolte dai soggetti beneficiari del bando.

FORONI: ATTENZIONE A ENTI LOCALI E ASSOCIAZIONI – “Con questo bando vogliamo andare concretamente incontro alle esigenze dei cittadini e garantire sempre piu’ al nostro territorio e alla
nostra gente quella sicurezza di cui la Protezione Civile e’ parte fondamentale grazie al loro costante impegno, alla loro professionalita’ e tempestivita’ nell’intervenire in situazione di emergenza – ha commentato l’assessore regionale al Territorio e Protezione Civile Pietro Foroni – Abbiamo gia’ stanziato alcuni mesi fa un primo finanziamento di 500.000 euro, che pero’ non ci ha consentito di soddisfare tutte le richieste. Grazie a questa delibera, con la quale dimostriamo ulteriore attenzione a tutte quelle realta’ che contribuiscono, con il loro prezioso lavoro quotidiano, alla prevenzione e alla gestione nelle situazioni di emergenza – ha puntualizzato – contiamo di riuscire ad aiutare anche quei Comuni e quelle associazioni che, fino ad oggi, non avevano potuto beneficiarne”.

INTERVENTI, SPESE AMMISSIBILI E SCADENZE – Con i fondi messi a disposizione potranno essere acquistati motoseghe, decespugliatori, soffiatori e battitori, motopompe, idrovore, ma
anche sacchi di sabbia, turbine da neve a mano, materiale elettrico, segnaletica e transenne per l’emergenza. II limite massimo della spesa prevista per ciascun soggetto dal bando, che verra’ aperto nei prossimi giorni e si chiudera’ il 12 settembre, e’ di 5.000 euro. Gli acquisti dovranno essere effettuati entro il 31 dicembre e i contributi verranno assegnati al 100% della spesa effettivamente sostenuta, sulla base del preventivo presentato, entro il 28 febbraio 2019. L’assegnazione dei contributi sara’ determinata anche tenendo conto degli specificita’ dei territori sui quali i volontari operano, vale a dire parametri quali il numero degli abitanti, il livello nella classificazione sismica, idrogeologica e antincendio boschivo e il numero di volontari operativi e iscritti nelle associazioni locali; la presenza di un piano di protezione civile approvato.




Busta con proiettili e minacce recapitate nella sede della Lega di Varese

VARESE, 15 luglio 2018-Una busta, contenente due proiettili e minacce nei confronti della Lega, è stata trovata nel pomeriggio di oggi, domenica 15 luglio, all’ingresso della storica sede del Carroccio di piazza del Podestà a Varese.
A comunicarlo è il Commissario della Sezione, Andrea Gambini, che invita i militanti e i simpatizzanti del partito alla calma e a tenere duro.
“Noi non intendiamo assolutamente farci intimidire da quest’ennesimo atto di intimidazione che riceviamo – commenta il Commissario leghista –. Chi commette queste azioni mostra tutta la sua debolezza e la sua violenza intimidatoria, che rappresenta l’ultimo rifugio per chi non ha idee ed è quindi solo capace di minacciare chi invece ne possiede ed ha il coraggio di portarle avanti, come stiamo facendo noi, secondo le regole democratiche e con l’obiettivo del bene comune”.
Gambini comunica che gli agenti della Polizia di Stato di Varese sono stati avvisati e stanno effettuando i rilievi. Nella mattinata di domani, lunedì 16 luglio, il Commissario della Sezione varesina si recherà in Questura per sporgere formale denuncia.
“Un atto intimidatorio che vuole colpire la Lega e il nostro leader Matteo Salvini, Ministro dell’Interno, che sta dimostrando giorno dopo giorno di avere a cuore l’interesse dei Cittadini italiani e di essere in grado di attuare politiche concrete per la loro salvaguardia. Se sono ridotti a questi meschini atti intimidatori, è un segnale in più che siamo sulla strada giusta. Gli Italiani sono con noi”, conclude Gambini.



Francia Campione del Mondo 2018, battuta una grande Croazia in una finale ricca di colpi di scena

MOSCA, 15 luglio 2018-La Francia si è aggiudicata la Coppa del Mondo 2018. Nella finale del Luzhniki Stadium di Mosca la selezione di Deschamps ha sconfitto per 4-2 la Croazia, al termine di una partita pazza e ricca di colpi di scena. I Galletti saliti così sul tetto del Mondo per la seconda volta nella loro storia, a distanza di vent’anni dal primo sigillo conquistato in casa nel 1998. I croati chiudono invece con l’amaro in bocca la loro avventura in Russia e possono rammaricarsi per non essere riusciti a fare la differenza nei primi 45 minuti, nei quali si sono fatti preferire ai transalpini.

La Francia nel primo tempo non ha infatti mai concluso in porta su azione ma ha comunque trovato due reti trasformando in oro le occasioni avute su palla inattiva. Il primo vantaggio è arrivato al 18′ con una punizione di Griezmann deviata alle spalle del proprio portiere da uno sfortunato Mandzukic (prima autorete della storia in una finale). Il 2-1 è invece arrivato al 31′, con il numero 7 freddo nel realizzare il suo terzo rigore del torneo, concesso dopo segnalazione del VAR per un fallo di mano di Perisic sugli sviluppi di un corner. Nel mezzo proprio il giocatore dell’Inter aveva trovato il momentaneo pareggio al 28′ con un bel sinistro.

La ripresa è iniziata a ritmi molto alti, con i portieri in evidenza. Il primo a mettersi in luce è stato al 47′ Lloris, che ha risposto presente su un tentativo di Rebic, mentre cinque minuti dopo è stato Subasic a chiudere lo specchio all’ex compagno di squadra Mbappé. Quando i balcanici stavano provando ad aumentare la pressione è però arrivato l’uno-due dei francesi, portatisi sul 4-1 grazie a Pogba e proprio a Mbappé. Partita chiusa? No, perché la squadra di Dalic non ha smesso di crederci e, complice un grossolano errore di Lloris, ha subito accorciato con Mandzukic al 69′.

Con generosità la Croazia ha continuato a provarci, ma la Francia ha confermato la solidità mostrata nel resto del torneo e il risultato non è più cambiato. Al 95′ Griezmann e compagni hanno dunque potuto dare il la alla festa, tornando a festeggiare una vittoria in finale dopo i ko subiti ai Mondiali 2006 contro l’Italia e agli Europei 2016 contro il Portogallo. I croati possono consolarsi con il miglior risultato di sempre ottenuto in una Coppa del Mondo, dopo una competizione giocata da grandi protagonisti. (RSI.CH)




Lo strano caso del doppio tesseramento per la Lega

VARESE, 15 luglio 2018-TPI ha rivelato come la Lega abbia creato due partiti diversi per gli iscritti del Nord e del Sud, in un’inchiesta che è stata ripresa dai principali media nazionali.

I militanti di Milano possono iscriversi solamente su leganord.it, quelli di Taranto su legapersalvinipremier.it. All’apparenza cambia solo il simbolo, in realtà sono due partiti diversi con due statuti diversi: il segretario Matteo Salvini ha diviso la Lega e i suoi tesserati in due: a nord è (ancora) la Lega Nord per l’Indipendenza della Padania; a Sud la Lega per Salvini Premier.

Al telefono con TPI, gli uffici della Lega sostengono di “essere stati costretti a farlo per questioni giudiziarie”, in riferimento ai 49 milioni che il partito deve rimborsare, secondo una sentenza confermata anche della Cassazione. Mentre la tenuta finanziaria della Lega Nord è sempre più a rischio, la Lega per Salvini Premier può continuare a raccogliere fondi ed emettere tessere al Sud.

L’inchiesta di Ambra Orengo e Sara Del Dot è stata ripresa da InOnda su La7, dopo essere stata citata da Corriere della Sera, Agi e altre testate nazionali negli scorsi giorni.




A imbiancare le scuole comunali varesine ci penseranno richiedenti asilo a livello di volontariato

VARESE, 14 luglio 2018-Ad imbiancare le scuole comunali quest’estate ci penseranno i richiedenti asilo ospiti a Varese. Le attività di imbiancatura sono già iniziate in diverse scuole e proseguiranno per tutto luglio e agosto. Queste attività di volontariato in favore della comunità varesina che vengono svolte dai ragazzi presenti presso la struttura di Masnago sono il risultato di un accordo sottoscritto tra i Servizi sociali del Comune di Varese e la Fondazione Progetto Arca Onlus.

 In particolare, grazie ad accordi con le associazioni dei genitori, gli interventi si svolgeranno nei plessi scolastici “Marconi”, “Baracca” e “Pascoli”, mentre alla scuola “Mazzini” verrà sistemato l’orto didattico della scuola. Oltre alle scuole, le imbiancature verranno effettuare anche nel “centro” di via Maspero – sede oltre che del CDA anche del “centro di emergenza” (dormitorio ) – . I lavori serviranno a rendere più gradevole il luogo dove vengono ospitati le persone “senza fissa dimora” che accettano di intraprendere un percorso di reinserimento sociale. Inoltre, altri interventi in città sono in fase di programmazione e verranno presto effettuati.

 “L’accoglienza va di pari passo con la sicurezza e con l’idea che si debbano creare occasioni affinché i ragazzi possano sentirsi utili attraverso forme di impegno volontario che ripagano la comunità ospitante e che possono essere condivise da tutti i varesini – spiega Roberto Molinari, assessore ai Servizi sociali – La scelta di stipulare accordi con gli enti gestori dei richiedenti asilo presenti a Varese per concordare occasioni di impiego in attività di volontariato ha caratterizzato questa amministrazione in questi due anni a fronte di un passato recente in cui si preferiva sottacere il problema e la presenza in città di richiedenti asilo. La scelta di non nascondersi dietro la demagogia, pur in assenza di poteri decisionali in questo campo che, si ricorda, sono tutti in capo alla Prefettura, ci ha spinti a costruire un tavolo di confronto con gli Enti gestori e a far sì che attraverso il dialogo e l’impegno costante si possano concordare iniziative capaci di dare un senso diverso alla loro presenza”.




Liceo Musicale Varese: agevolazioni per residenti

VARESE, 14 luglio 2018- La Giunta ha approvato le proposte presentate dalla cooperativa Musica per Varese in merito alla anno di attività 2018/2019 del Liceo Musicale di Varese. In particolare nella delibera è stato approvato il mantenimento delle attuali tariffe mensili per gli allievi residenti nel comune di Varese oltre alla conferma dell’attuale agevolazione di 43 euro da applicarsi sulla tariffa complessiva annua di frequenza a favore degli allievi residenti a Varese ed iscritti ai corsi principali.

Al fine di agevolare ulteriormente le famiglie varesine che vogliono iscrivere il proprio figlio al liceo Musicale, in ragione dei significativi contributi che il Comune mette a disposizione per promuovere e agevolare tale attività, l’amministrazione ha introdotto un ulteriore sconto di 15 euro che verrà applicato sulla tariffa complessiva annua agli iscritti ai corsi di orientamento alla musica, musica moderna e corsi culturali. Con questa ulteriore riduzione alcune tariffe subiranno una riduzione complessiva di  58 euro, pari in alcuni casi ad oltre il 10% del corso complessivo. Per gli allievi invece non residenti nel comune è stata prevista un lieve aumento dell’8% rispetto alle tariffe applicate nell’anno 2017/2018. Inoltre sarà possibile per gli studenti stranieri perfezionare il proprio percorso musicale in Italia, a Varese, attraverso corsi con pacchetti personalizzati.




Varese, furgoncino dei gelati si ribalta in via Virgilio

VARESE, 13 luglio 2018-  Questa sera alle ore 20:00 i vigili del fuoco della sede di Varese sono intervenuti nel capoluogo in via Virgilio per incidente stradale. Per cause ancora in fase di accertamento un furgoncino per il trasporto dei gelati si è ribaltato.

I vigili del fuoco intervenuti con  un’autopompa hanno messo in sicurezza l’area e collaborato con il personale sanitario per soccorrere il conducente .




Progetto stazioni: al via miglioramenti stradale e semaforici per cantiere

La stazione dello Stato verrà completamemte ristrutturata

VARESE, 13 luglio 2018- Si è svolto questa mattina un incontro tra l’amministrazione comunale di Varese, i progettisti e i verificatori, soggetti indipendenti che dovranno validare il progetto stazioni sulla base del rispetto di tutte le normative vigenti. Si tratta dell’ultimo passaggio formale prima dell’approvazione del progetto esecutivo che verrà trasmesso a Roma entro la prima settimana di agosto. All’incontro di questa mattina erano presenti anche il sindaco Galimberti e l’assessore Andrea Civati.

 L’appuntamento di oggi è servito anche per accendere i riflettori sugli interventi di miglioramento della sicurezza stradale previsti dal progetto stazioni. In particolare in merito ai nuovi sistemi elettronici che verranno installati nella zona di viale Milano e piazzale Trieste. Grazie ai lavori di riqualificazione del comparto stazioni infatti in tutti gli attraversamenti pedonali, nuovi o esistenti, verranno installati dei semafori dotati di sistemi intelligenti che individueranno la presenza di pedoni calibrando così la durata della luce verde dedicata a chi attraversa e consentire il passaggio delle persone con il giusto tempo e migliorando i livelli di sicurezza. Inoltre verrà realizzato un altro attraversamento semaforizzato con la stessa tecnologia anche tra piazzale Trento e via Como, con l’obiettivo di risolvere le criticità di una zona in cui purtroppo oggi attraversano molte persone anche senza la presenza di strisce pedonali o semaforo.

 Tutti gli attraversamenti previsti dal progetto stazioni verranno inoltre illuminati con una luce dedicata in modo da renderli ben visibili anche di notte.