Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Trentesimo anniversario JCI Varese: festa con concerto gospel per l’Africa

startseiteBUSTO ARSIZIO, 23 dicembre 2015- Per festeggiare il trentesimo anniversario d’attività, JCI Varese offre alla cittadinanza l’esibizione dei Joyful Singers.

L’appuntamento è domenica 27 dicembre alle 21.00 al Teatro Sociale di Busto Arsizio. Nell’occasione sarà presentato il libro sui 30 anni della sezione provinciale dell’associazione per giovani cittadini attivi.

“Avremmo potuto festeggiare il trentesimo anniversario in molti modi. Abbiamo deciso di farlo unendo due delle iniziative di maggior impatto che abbiamo promosso sul territorio nell’ultimo decennio: la campagna antimalaria per salvare i bimbi africani, alla quale devolveremo il ricavato del concerto e per la quale abbiamo ricevuto anche la benedizione di Papa Francesco, e il Premio TOYP per giovani talenti, simboleggiato dalla scelta del maestro Davide Bontempo, vincitore della sezione Cultura nel 2013, che dirigerà il coro”. Così Paolo Bellotti, presidente della sezione provinciale varesina della Junior Chamber International, presenta l’iniziativa in programma domenica 27 dicembre.

In occasione dei trent’anni d’attività, infatti, JCI Varese, con il patrocinio del Comune di Busto Arsizio e della Fondazione Comunitaria del Varesotto ONLUS, in collaborazione con “Musikademia” e con il supporto di “Bianchi Stefano Assicurazioni”, “Zurich – Broggini Assicurazioni” e “Tethasolutions It Services Srl”, offrono alla cittadinanza l’esibizione Gospel dei Joyful Singers. Ad accompagnare la trentina di cantori saranno quattro musicisti: Marco Reni al pianoforte, Alessandro Giana alla chitarra elettrica, Michele Tacchi al basso elettrico e Massimiliano Varotto alla batteria.

Una serata ad ingresso libero, finalizzata appunto alla raccolta di fondi a sostegno della campagna della Fondazione delle Nazioni Unite “Nothing But Nets” per l’acquisto di zanzariere contro la malaria, prima causa di morte infantile in Africa. Grazie alla generosità dei cittadini del territorio, dal 2009 ad oggi la sezione provinciale varesina ha salvato oltre 1.500 famiglie africane, tanto da aggiudicarsi sia nel 2014 sia nel 2015 la “medaglia di bronzo” internazionale. Proprio a supporto di questa iniziativa, anche quest’anno la scorsa settimana nel presepe del tempio civico è stata deposta la statua del Bambinello nero. Sacra rappresentazione che, ispirandosi alle parole del Pontefice, per la seconda volta è stata “battezzata” simbolicamente “Anche Gesù fu profugo”. Fino alla fine delle festività, dunque, sarà possibile fare una donazione per salvare i bambini africani dalla malaria anche nella chiesetta di fronte al municipio.

Domenica 27 al Teatro Sociale sarà inoltre presentato il volume che riassume programmi, progetti, eventi, corsi e tante altre iniziative di cui i soci del network di cittadini attivi tra 18 e 40 anni sono stati promotori dal 1985 ad oggi. “Si tratta di un libro di un centinaio di pagine, a conferma della moltitudine di azioni intraprese negli anni all’insegna della nostra missione, che è quella di offrire opportunità di crescita ai giovani, affinché si facciano promotori di cambiamenti positivi”, ricorda Bellotti, che prosegue: “Tutti i maggiorenni under 40 che vogliono migliorare se stessi per migliorare la comunità sono sempre i benvenuti”.

A tal proposito, nell’anno in cui si celebra anche il centenario del movimento della Junior Chamber a livello internazionale, il presidente della sezione provinciale di JCI invita i giovani del Varesotto a contattare l’associazione, scrivendo a: varese@jciitaly.org

image_pdfimage_print
Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Posted by on 23 Dicembre 2015. Filed under Musica,Spettacoli&Cultura. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.