Hockey: Varese cede nel terzo tempo contro selezione St.Thomas University del Minnesota

0
1067

VARESE, 30 dicembre 2019- Amichevole di lusso al Palalbani tra Mastini e una selezione della St. Thomas University del Minnesota, che per l’occasione ha prestato ai gialloneri un paio di giocatori per completare le linee. Nel Varese, infatti, sono diverse le assenze importanti.

Partenza a razzo degli ospiti che subito velocizzano il gioco nel loro terzo di attacco, ma la prima conclusione vera e propria è di Odoni che scalda il guantone del portiere avversario. Menguzzato risponde benissimo con il gambale ad una conclusione di Gravelle e sulla ripartenza M. Borghi scambia con Franchini, Privitera si allarga e crea lo spazio al compagno, il quale evita un difensore, aggira il portiere e deposita in porta il puck del vantaggio dopo 4′. L’occasione per il raddoppio è immediata, ma Vanetti nell’uno contro uno non inganna il goalie avversario. Un’altra occasione interessante capita sul bastone di F. Borghi con l’uomo in meno, ma la conclusione è respinta ottimamente.

Sul ribaltamento di fronte il pareggio degli ospiti è merito di un tocco sottomisura di Christensen e pochi secondi dopo, sempre gli ospiti, vanno in vantaggio con una rete che strappa applausi a tutto il Palalbani (giocatori gialloneri compresi). Due reti subite in meno di 20″ potrebbero tramortire, ma i Mastini non ci stanno ed è M. Borghi un minuto dopo a fare esultare il buon pubblico presente con un gran tiro dalla media distanza che batte Baribeau sotto la traversa. Il primo tempo sfila liscio e rapido, come la pattinata degli americani, che non subiscono la rete sulla gran botta di M. Borghi al minuto 12’30”. I biancoblu (questi i colori degli ospiti) passano invece al minuto 14  con una bella conclusione angolata da circa 5 metri, su cui Menguzzato nulla può. La risposta giallonera non si fa attendere: prima Franchini prova a replicare la sua rete, ma il goalie è attento e poi Tedesco spara sui gambali. I 3′ finali sono tutti di marca varesina senza però che la formazione di casa trovi la meritata rete del pari. Ci provano Franchini, Privitera, Tedesco, M. Borghi e Vanetti, ma il portiere respinge con sicurezza.

Il secondo periodo inizia molto equilibrato, ma sempre molto veloce nel suo sviluppo. L’arbitro ci mette del suo, fischiando una giusta penalità ad un giallonero, ma graziando, nell’occasione, un americano reo di aver non solo strappato il bastone all’avversario ma anche di averlo allontanato impedendo il suo recupero. Proprio al termine di questo powerplay il rasoghiaccio di Gravelle coglie Menguzzato poco reattivo e il disco passa tra i gambali. I Mastini si riversano in attacco ma Graves (entrato al posto di Baribeau) è bravo, come altrettanto lo è Menguzzato in almeno un paio di occasioni successivamente, impedendo la marcatura con due interventi efficaci da applausi. Spazio anche a Bertin, che fa il suo ingresso tra i pali e subito raccoglie il disco nel sacco al minuto 29’40” dopo un pezzo di bravura di Huff che elude un paio di difensori, aggira lo stesso portiere e appoggia nella porta vuota. Gravelle dopo due minuti in powerplay segna ancora con una conclusione a mezza altezza da sinistra a destra che supera Bertin sul palo opposto. I Mastini non escono dal terzo difensivo e sono costretti a ripiegare. Bertin “entra” in partita dopo lo shock dell’ingresso a “freddo” e compie tre parate favolose che scuotono i gialloneri i quali però non riescono a ridurre lo svantaggio. Anzi, dalla distanza una conclusione di Kiefer gonfia nuovamente la rete giallonera.

Nel terzo dritte subito un’occasione varesina: Tedesco si lancia nell’uno contro uno ma nemmeno lui riesce a ingannare il portiere. Subito dopo, al minuto 42′, una bella combinazione mette Odoni nelle condizioni di concludere da distanza ravvicinata ma questa volta è il gambale di Graves a negare la rete. La magia di Franchini riscalda i quasi 300 spettatori del Palalbani: rete bellissima quella dell’attaccante, abile a spedire di polso il puck a fil di traversa dai due metri. Ancora Varese a provare la via della rete, mentre per gli ospiti va segnalato “solo” un clamoroso palo. I gialloneri non meritano l’ampio passivo e continuano a creare movimento nel terzo di attacco. Prima Bertin para la duplice conclusione di Huff e sulla ripartenza Lo Russo e Teruggia imbeccano Spellmann (uno dei due prestiti della serata) che manda in rete il disco. I Mastini potrebbero segnate ancora sugli sviluppi di un’occasione a tu per tu con il portiere avversario, ma questa volta è Odoni che si fa parare il tiro ravvicinato. A 10′ dal termine la situazione è d’oro per M. Borghi su assist diTedesco, ma il numero 23 varesino non ha il tempo materiale di chiudere l’azione nonostante la porta sguarnita. Gli ospiti allentano la pressione anche grazie ad una penalità inferta a Tedesco che comporta un normale arretramento del baricentro. Bertin è bravissimo su Gravelle nell’uno contro uno e poi lo è ancor di più nella medesima situazione su Huff. I gialloneri provano fino in fondo ad accorciare le distanze ma non hanno la giusta intensità e subiscono l’ottava marcatura al minuto 58′ con una sassata dalla distanza. L’ultimo sussulto è di Tedesco, che sopraggiungendo in velocità tocca in porta un assist confezionato sontuosamente da M. Borghi e da Franchini.

Un ringraziamento alla formazione ospite che ha dimostrato correttezza e sporitività, oltre ad una pattinata velocissima e fluida che è stata determinante ai fini del risultato finale.

Archiviata questa amichevole di allenamento, il prossimo incontro dei Mastini valido per il Campionato IHL sarà sabato 4 gennaio sulla pista di Caldaro. Giovedì 2, invece, i nostri osserveranno il turno di riposo.

Mastini Varese – St. Thomas University  5 – 8  (2-3  0-4  3-1)

4’08 (MV) Franchini (M. Borghi) 9’18” (STU) Christensen (Huff) PP1, 9’34” (STU) Huff (Christensen), 10’35” (MV) M. Borghi (Franchini), 14’31” (STU) Christian (Willis), 25’36” (STU) Gravelle, 29’40” (STU) Huff (Berg), 31’03” (STU) Gravelle PP1, 37’26” (STU) Kiefer (Stufko), 42’45″(MV) Franchini (Teruggia), 45’50” (MV) Spellmann (Teruggia, Lo Russo), 57’48” (STU) Berg (Vincent), 59’13” (MV) Ross Tedesco (M. Borghi, Franchini)

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui