Le farfalle di Busto Arsizio continuano a volare: battuto Chieri. Esordio in panca per la Piccinini

BUSTO ARSIZIO, 19 gennaio 2020-Una brillante Unet e-work Busto Arsizio vince per 3-0 contro Chieri ed ottiene la seconda vittoria tonda su due gare di girone di ritorno. Nell’infuocato Pala Fenera, sostenuti da oltre 150 tifosi biancorossi, le farfalle hanno iniziato il match in maniera aggressiva, come dimostrano i 9 ace realizzati, 6 proprio nel primo parziale.

Dal secondo game Chieri, con Perinelli (11 punti) ed Enright (9) buoni punti di riferimento offensivi, ha reso la vita più difficile a Gennari e compagne. La UYBA non ha però mollato, riuscendo comunque ad avere la meglio nei finali di set grazie soprattutto agli spunti di Lowe (18 punti, MVP), Washington (9 col 58%) e la solita Herbots (14 col 56%). Buona la gara di Berti (dentro per una Bonifacio tenuta precauzionalmente a riposo) con 5 punti (3 muri) e positivo ingresso di Villani nel secondo set per Herbots.

Non entrata la neo-farfalla Francesca Piccinini, applauditissima da tutti i tifosi del palasport durante il riscaldamento e presa d’assalto nel post-match per foto e autografi.

Sala stampa:

Orro: “Secondo due a zero consecutivo in questo inizio di girone di ritorno, abbiamo cancellato il trend negativo delle ultime stagioni che ha sempre visto una ripartenza difficile a gennaio. Siamo partite forti nel primo set con un ottimo servizio, poi dal secondo loro hanno ricevuto meglio e trovato buone soluzioni. E’ diventata più complicata ma siamo state brave a rimanere sempre punto a punto e anche a recuperare in alcune situazioni”.

Lavarini: “Una partita che ha un po’ ricalcato, come andamento, quella con Firenze. Dopo un primo set approcciato molto bene e giocato su ottimi livelli, siamo calati: non è qualcosa che ci possiamo permettere. In ogni caso vincere 3-0 in questo palazzetto, contro una squadra che può esprimere un gioco ben organizzato,  non è assolutamente una cosa da poco”.

Starting six: Lavarini parte con Orro – Lowe, Berti – Washington, Herbots – Gennari, Leonardi libero, Bregoli risponde con Poulter – Grobelna, Mazzaro – Rolfzen, Perinelli – Enright, De Bortoli libero.