Le sardine approdano in Comune a Milano: approvata una loro mozione contro razzismo e xenofobia

0
908

VARESE, 6 febbraio 2020-di GIANNI BERALDO-

Con 24 voti favorevoli e astenuti il Consiglio comunale di Milano oggi ha approvato una mozione presentata dal movimento ”6000 sardine lombardia” #comunesenzaodio, per il contrasto all’odio. xenofobia e razzismo.

Quella di oggi é un’altra data storica per le sardine cosí come per lo stesso Comune di Milano, sempre in prima linea nel combattere tutte quelle orribile forme discriminatorie.

«Siamo profondamente soddisfatti che il nostro capoluogo di regione sia tra i primi firmatari del provvedimento da noi proposto, certficando la grande esigenza di rispondere in modo concreto e fattivo dall’odio-dice il varesino Silvano Monticelli delle sardine lombarde delle quali fa parte anche l’altra varesotta Rossella Iorio-Oggi il Comune di Milano, come quello di Marchirolo qualche giorno fa, si unisce a coloro che sentono la necessitá di tracciare un solco netto tra chi strumentalizza le nostre paure e chi vuole, invece, che questo clima di odio diffuso giunga al capolinea».

La manifestazione sardine a Scampia (foto da Napolitoday)

Una mozione che riporta punti salienti di una societá democratica, gli stessi che le sardine hanno proposto a tutti i Comuni della Lombardia in questi giorni.

Tra i punti principali quello di coltivare la memoria dell’antifascismo e della lotta contro tutti i totalitarismi, oppure quello di aderire alla “Rete dei Comuni” per la memoria.

Silvano Monticelli e Rossella Iorio

Interessante anche l’importanza di ”creare nuove azioni di sensibilizzazione culturale e civica contro il razzismo e xenofobia e contro le discriminazioni di ogni sorta”.

Insomma le sardine proseguono nel loro percorso di ”riforma democratica” iniziando a organizzarsi in maniera piú organica per arrivare- al prossimo mese di marzo-ad una sorta di congresso nazionale, che vedrá presenti gli organizzatori delle numerose manifestazioni svoltesi con successo nelle ultime settimane.

Meno bene é andata invece oggi a Scampia (localitá dove si terrá pure il congresso nazionale)  dove i presenti alla manifestazione erano cira un centinaio: il primo flop da quando é nato il fenomeno delle sardine. 

Nel frattempo si attende anche la prima assemblea pubblica delle sardine lombarde, occasione utile per fare il punto della situazione pensando al futuro.

Sempre che vi sia un futuro per le sardine, ma noi di questo ne siamo certi.

direttore@varese7press.it

 

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui