Open Day all’Insubria di Varese e Como: visite a laboratori, impianti sportivi e e residenze per studenti

0
989

VARESE, 21 febbraio 2020- L’Università dell’Insubria apre le porte di aule, laboratori scientifici, impianti sportivi e residenze universitarie per due open day: sabato 7 marzo a Varese e sabato 21 marzo a Como, dalle 8.30 alle 14.

Gli studenti di quarta e quinta superiore possono cimentarsi nella simulazione del test di ingresso necessaria per l’immatricolazione ai corsi dell’area medico-sanitaria e Scienze motorie. Possono anche sostenere in anticipo la verifica delle conoscenze iniziali prevista per Giurisprudenza, Scienze della mediazione interlinguistica e interculturale e Scienze del turismo, senza doverla ripetere all’atto dell’immatricolazione, in caso l’esito sia positivo. Durante tutta la mattinata, oltre a seguire le presentazioni dei corsi, le future matricole possono confrontarsi con docenti, personale e studenti già iscritti, sui servizi offerti e sulla vita universitaria.

Una delle peculiarità dell’Insubria è proprio lo stretto rapporto tra docenti e studenti: circa uno a trenta. L’offerta formativa spazia dall’area delle scienze umane e sociali a quella sanitaria e sportiva, dall’ambito giuridico-economico a quello scientifico-tecnologico. L’ateneo offre 3 corsi di laurea magistrale a ciclo unico (Medicina, Odontoiatria e Giurisprudenza), 22 corsi di laurea triennale e 12 corsi di laurea magistrale (di secondo livello).

Sono otto i corsi che prevedono il conseguimento del doppio titolo, valido sia in Italia che nel paese convenzionato (un magistrale a ciclo unico e sette magistrali) con prestigiose università straniere. Una delle priorità strategiche dell’ateneo è proprio lo sviluppo dell’internazionalizzazione. Per questo gli studenti iscritti possono partecipare a viaggi studio e sono incoraggiati a intraprendere un periodo di studio all’estero nell’ambito del progetto Erasmus+, per il quale l’ateneo integra le borse di studio offerte dalla Comunità Europea.

Dall’indagine Almalaurea 2019 emerge che per i laureati dell’Insubria il tasso di occupazione a un anno dal completamento degli studi è dell’62,8% per le lauree triennali (nazionale: 40,6%), il 72,5% per le magistrali a ciclo unico (nazionale: 61,6%), l’83,6% per le magistrali (nazionale: 73,1%); e che gli studenti dell’Ateneo si laureano prima (il 60% nei tempi previsti rispetto al 53,6% nazionale) e sono soddisfatti dell’esperienza universitaria (91,1%).

A Varese l’appuntamento è sabato 7 marzo al Campus di Bizzozero: registrazione dei partecipanti al Padiglione Monte Generoso, via Monte Generoso 71; possibilità di visitare il Collegio Carlo Cattaneo (ritrovo al punto informativo del diritto allo studio alle 11) e il Palainsubria (informazioni al Cus Insubria dalle 12 alle 13); navetta gratuita dalla stazione delle Ferrovie dello Stato.

Novità dell’edizione 2020, la visita guidata alle aree umide del campus: veri e propri laboratori didattici per i futuri scienziati ambientali. Durante la visita, è prevista anche la dimostrazione dell’uso delle trappole fotografiche (ritrovo alle 12.15 nell’aula 5PM del padiglione Morselli).

A Como sabato 21 marzo due sedi attendono le future matricole: il Chiostro di Sant’Abbondio (via Sant’Abbondio 12) per le aree giuridico-economica e delle scienze umane e sociali; via Valleggio 11 per le aree scientifico-tecnologica, sanitaria e sportiva; un servizio di bus navetta gratuito collega le due sedi; alle 11 visita guidata del collegio La Presentazione.

I programmi completi delle giornate sono disponibili sul sito di Ateneo alla pagina www.uninsubria.it/openday; per motivi organizzativi è chiesta l’iscrizione all’evento, utilizzando il form disponibile alla stessa pagina del sito.

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui