Donate al Comune duecento mascherine FFP3 da azienda bergamasca: Galimberti: “Un gesto di grande altruismo”

0
415

VARESE, 4 marzo 2020-Duecento mascherine FFP3, le più efficaci per proteggere chi tutti i giorni assiste in ospedale persone affette o con sintomi da Covid19.

È questo il contenuto di tre scatoloni che l’azienda bergamasca Treesse, che opera nel mondo della bonifica ambientale, ha donato questa mattina al Comune di Varese. I dispositivi di protezioni individuale sono subito stati ritirati dal direttore generale della Asst Sette Laghi Gianni Bonelli e saranno distribuiti al personale degli ospedali locali.

“Quello di oggi – ha affermato il sindaco Davide Galimberti – è un gesto di grande altruismo. Una donazione importante alla città, all’ospedale, ma soprattutto alla salute di tutti i cittadini del nostro territorio. In questi giorni è fondamentale supportare il personale sanitario con attrezzature adeguate; che l’aiuto arrivi anche da realtà del mondo imprenditoriale privato è senz’altro un bel messaggio”.

“La nostra Asst – ha aggiunto Bonelli – sta prestando supporto alle altre strutture della regione e siamo pronti ad affrontare qualsiasi scenario. Stiamo gestendo diverse casi arrivati dalle zone più colpite e, in questo, l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale è fondamentale per i nostri operatori. La Regione ha fatto ordinativi ingenti di diversi tipi di mascherine, ma occorre tempo perché arrivino. Così una donazione come quella che riceviamo oggi ha un’utilità altissima: aumenta la nostra autonomia e consente di indirizzare alle zone più colpite le prime forniture che arriveranno. È un gesto pregevole che spero possa spingere altri soggetti a fare altrettanto”.

Un auspicio che è stato rilanciato a Palazzo Estense anche dall’assessore Fabrizio Lovato. “Gli operatori del settore delle costruzioni – le sue parole – utilizzano spesso queste mascherine quando fanno bonifiche ambientali. La Treesse le aveva di fatto già in magazzino per la sua attività ordinaria e, in questo momento dove affrontiamo problemi nell’approvvigionamento dei dispositivi, ha fatto una scelta importante. Le realtà locali come i Comuni possono diventare collettori di queste donazioni e fare da tramite tra aziende e ospedali; anche una sola scatola alla volta, infatti, può avere un valore immenso

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui