Prime lauree a distanza all’Insubria: 32 studenti e 16 professori connessi ciascuno da casa propria

VARESE, 16 marzo 2020 – Prime lauree completamente online oggi all’Università dell’Insubria. Trentadue studenti e 16 professori si sono collegati in sedute virtuali, ciascuno da casa propria. I candidati hanno discusso le loro tesi dalla scrivania o dal tavolo del salotto, dialogando con la commissione attraverso le finestre di Microsoft Teams, sono poi stati proclamati dottori a gruppi di tre per volta e hanno ricevuto dai professori un applauso virtuale ma carico di significati. In totale sono 656 le lauree a distanza in programma tra Varese e Como da oggi al primo aprile: la consegna delle pergamene è rimandata per tutti i nuovi dottori al Graduation day che sarà organizzato non appena possibile.

«Voglio applaudire anche io i nostri nuovi laureati di oggi – ha commentato il rettore Angelo Tagliabue –.  Sono fiero di come docenti e studenti abbiano saputo rispondere all’emergenza con nuove modalità di didattica e lauree, con il supporto dei servizi informatici dell’ateneo che stanno coordinando una rete estesa e perfettamente funzionante. Ora dobbiamo cominciare a guardare avanti e lavorare insieme per un nuovo futuro, alla luce delle criticità ma anche delle risorse che il Coronavirus ha evidenziato».

Barbara Pozzo, direttrice del Dipartimento di Diritto economia e culture, ci spiega alcuni aspetti pratici e giuridici della laurea a distanza: «La validità è garantita dal fatto che la seduta è pubblica, in quanto alcuni studenti assistono da remoto alla discussione del candidato, mentre quando la commissione valuta vengono disconnessi tutti gli studenti per rispettare la segretezza e la riservatezza del momento. Successivamente, il presidente e il segretario verbalizzano i voti attraverso la piattaforma e-learning, alla quale si accede soltanto con credenziali segrete».

Laureati in Scienze del turismo

Lungo l’elenco dei nuovi dottori di oggi, molti premiati dalla lode. Per Scienze della comunicazione sono: Eleonora Benincasa, Federica Cirillo, Carlotta Franzoni, Valentina Ciano, Debora Loddo, Giulia Melli, Giorgia Catania, Gaia Tassi, Elena Pesci e Lorenzo Bertoli.

Per Scienze e tecniche della comunicazione (laurea magistrale): Luisa Barattucci, Benedetta Caria, Annachiara Brusa, Veronica Tecchio, Melissa Furlan e Martina Padulazzi, Michela Romito, Jelena Draskovic, Loredana Parolisi, Andrea Vailati, Miguel Angel Tomassone, Linda Fusé e Simone Cordaro.

Per Scienze del turismo: Ilaria Gigliotti, Alessia Virginia Borghi, Clara Bosisio, Maide Cristina Cattapan, Christine Elysse Litimco, Mero Beyra Del Carmen, Stefano Casanova. Per Lingue moderne: Valeria Leonardi e Andrea Manfredini.

Le tre commissioni, presiedute da Paolo BelliniFlavia Cortelezzi e Giulio Facchetti, erano composte dai professori: Paola Biavaschi, Mario Conetti, Antonio Maria Orecchia, Erasmo Silvio Storace, Paolo Luca Bernardini, Lino Panzeri, Jane Christopher, Francesco Buscemi, Roberta Bogni, Alessandra Vicentini, Katia Visconti, Giorgio La Rosa e Daniel Russo.