Busto Arsizio, fermato per controlli Covid in realtá era un ladro da appartamenti

0
4906

BUSTO ARSIZIO, 4 aprile 2020-Continua incessante l’attività di controllo del territorio da parte del personale della Squadra Volante del Commissariato P.S. di Busto Arsizio, Nel pomeriggio di ieri, venerdì, una pattuglia ha notato transitare a piedi, nei pressi del Commissariato, un cittadino cinese ultrasessantenne già noto agli uffici per furti commessi in passato.

Dopo aver chiesto le ragioni per cui lo stesso si trovava fuori dall’abitazione, viste le limitazioni ai movimenti poste dai decreti emessi per contrastare il contagio del Coronavirus, non avendo fornito alcun valido motivo, l’uomo è stato opportunamente controllato. Lo stesso è stato trovato in possesso di due parti di un metro a nastro in metallo con apposte delle strisce di biadesivo.

Una estremità del metro risultava sagomata a forma di uncino, rendendolo uno strumento idoneo all’apertura di serrature.

La denuncia per il reato di possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli è scattata a carico del cittadino stranieri, già scoperto in passato a rubare le monete custodite nelle cassette delle offerte delle chiese cittadine

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui