Buona Pasqua da tutti gli atleti della Polha Varese: ”Abbiamo vissuto altri momenti difficili, poi ripartiremo meglio di prima”

0
1129
Phola Varese si aggiudica Trofeo (foto Vito Abbate)

VARESE, 12 aprile 2020-“Noi della POLHA”  lo scorso mese di febbraio ci stavamo preparando, con allenamenti intensi che si svolgevano in vari impianti sportivi, per le gare dell’anno.

Campionati Italiani come obbiettivo per tutti e, per alcuni, i Campionati Europei (di atletica, nuoto, para ice-hockey) in vista delle Paralimpiadi di Tokyo in programma per fine estate.

Stava finendo l’inverno e avevamo in cantiere tanti progetti, come la nostra gara di Boccia a Varese, rilanciare la corsa in handbike “3 Ruote intorno al lago” a fine settembre,

organizzare la nostra “POLHAVACANZA” al mare, seguire l’avviamento allo sport di nuovi ragazzi grazie al progetto del CIP con la Regione Lombardia e all’inserimento CIP-INAIL.

Stavamo organizzando al Palaghiaccio una 2 giorni di sledge-hockey e di ospitare gli studenti del Liceo Pantani per parlare di sport e disabilità.

Dovevamo partecipare a una dimostrazione di sitting-volley a Milano e avevamo avviato i corsi di nuoto per 270 alunni disabili “Sport Si Può” in 8 comuni del varesotto.

Stavamo vendendo i biglietti dello spettacolo teatrale organizzato dal Lions Club Varese Sette Laghi con ricavato a favore della POLHA.

Gli Azzurri (© Pietro Rizzato 2019 / WPS ITA / FINP)

I nostri atleti paralimpici, in vista di Tokyo, erano al centro dell’interesse mediatico e rilasciavano interviste a tutto spiano.

In sede i nostri volontari erano organizzati in turni per le pulizie, le mansioni di segreteria, la sistemazione del magazzino, l’archiviazione dei documenti.

Quest’anno abbiamo accolto una ragazza francese per un progetto di volontariato europeo e aveva appena iniziato una ragazza di Varese in servizio di volontariato civile,

oltre a vari ragazzi che devono fare ore di lavori socialmente utili.

Quotidianamente c’erano progetti, mail, telefonate, riunioni, incontri, chat piene di idee e di vita…….

Fine Febbraio 2020: all’improvviso tutto si è fermato.

Ordinanza dietro ordinanza, progressivamente tutto il nostro mondo ricco di fermento è cambiato: la sede operativa chiusa, impianti sportivi e scuole chiuse, allenamenti sospesi, gare annullate,

atleti tecnici e volontari a casa, isolamento, paura… Campionati Europei e italiani annullati. Le paralimpiadi di Tokyo rimandate al 2021.

Stravolta tutta la nostra vita sportiva, sociale ed emotiva.

Stiamo vivendo dal 24 febbraio in un tempo sospeso e rarefatto, dove a ciascuno di noi è stato chiesto di rinunciare a vivere la sua vita normale, fatta di sport, relazioni, certezze

per tutelare la propria salute e quella della comunità.

Un periodo che non dimenticheremo mai.

 Eppure… abbiamo tanto per cui ringraziare!

Siamo vivi e stiamo bene, cosa da non sottovalutare in questo momento.

Siamo “reclusi” con i nostri cari e chi non è fisicamente con loro può restare in contatto grazie alla tecnologia.

Possiamo tirare il fiato in un momento in cui forse stavamo correndo troppo.

Abbiamo l’occasione di riscoprire passioni, hobbies e affetti.

Sta risorgendo un senso della comunità e un sentimento patriottico che negli ultimi anni solo lo sport era in grado di risvegliare.

Stiamo imparando a dare valore alle piccole cose: una passeggiata all’aria aperta, una stretta di mano, un abbraccio, fare la spesa, andare al lavoro,

portare i bambini a scuola, uscire con gli amici, allenarsi, essere liberi di fare ciò che si desidera.

Ci è stato donato del tempo, cerchiamo di farlo fruttare.

Forse non è un caso che tutto ciò ci sia capitato in Quaresima al termine della quale, dopo indicibili sofferenze, festeggiamo la resurrezione di Gesù!

Ci verrà chiesto di tornare nello stesso mondo di prima… che allo stesso tempo sarà un mondo nuovo, per come ci dovremo comportare e per i nuovi occhi con cui lo guarderemo.

Stanotte celebreremo la resurrezione di Gesù.

Per noi credenti è un momento molto importante. Che questa resurrezione possa donarci forza, resistenza, resilienza e tanto amore verso noi stessi e da distribuire agli altri, senza dimenticarci mai che Lui è con noi, ci accompagna e ci sostiene.

Noi della POLHA abbiamo vissuto altri momenti difficili, ora stiamo solo ricaricando bene le pile per tornare più attivi e propositivi di prima!

Forza!! Ce la faremo!

Vi abbraccio uno ad uno anche a nome degli altri membri del nostro Consiglio Direttivo.

BUONA PASQUA !!

Daniela Colonna-Preti

Presidente POLHA-VARESE

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui