Varese verso elezioni 2021. Taldone (FI): “La politica targata Pd ha bloccato la città””

0
686
Taldone, Caliendo e Versace

VARESE, 22 giugno 2020-“Manca poco ormai al rinnovo dell’amministrazione comunale varesina ed è possibile fare un bilancio oggettivo valutando serenamente ciò che è stato fatto e ciò che è stato solo promesso e mai attuato”. Queste le dichiarazioni di Giuseppe Taldone, vice coordinatore provinciale di Forza Italia Varese sulle prossime elezioni amministrative del capoluogo che si svolgeranno nel 2021. che aggiunge ” Oggi Varese appare, globalmente, una città immobile, in stallo, intrappolata tra la consapevolezza di essere il capoluogo della provincia e l’evidenza che poco si è fatto per renderla concretamente tale.

L’emergenza coronavirus di questi ultimi mesi può non aver aiutato in tal senso ma, sarebbe ingeneroso attribuire solo a questo i cronici ritardi nello sviluppo complessivo o le evidenti inadempienze registrate in ambito amministrativo che vanno avanti da ben prima della comparsa del covid-19. 

Il Sindaco Galimberti si appresta, infatti, a completare il suo mandato con una serie di criticità irrisolte di cui dovrà  necessariamente rendere conto in primis ai cittadini. 

Forza Italia in più occasioni con il contributo dei suoi consiglieri Piero Galparoli, Simone Longhini e Mimmo Esposito, ha evidenziato ciò che si sarebbe dovuto o potuto fare per migliorare la città, per renderla più vivibile, più dinamica, più in sintonia con i tempi  nell’esclusivo interesse di chi ogni giorno la vive, di chi ci lavora o di chi semplicemente chiede di starci un po’ meglio. 

Purtroppo, troppo spesso, le proposte azzurre sono state derubricate a mera critica politica, a sterile battaglia di partito o, peggio ancora, a semplice ricerca di visibilità e conseguentemente non tenute in giusta considerazione o nemmeno prese in esame.

Ignorare tuttavia i suggerimenti, soprattutto quelli più intelligenti e supportati da chiare evidenze, lascia irrisolti i problemi. Ricordo, ad esempio, alcune criticità da noi sollevate come, ad esempio, il discutibile “piano sosta” con 2000 parcheggi in più a pagamento. 

Un provvedimento, motivato da intuibili e mere esigenze di cassa, che ha contribuito a svuotare le tasche ai contribuenti in un momento di palese difficoltà e non ha certo aiutato a risollevare l’economia locale; se poi ciò lo si associa all’evidente crisi del settore commerciale, dove poco è stato fatto per invertire il trend, la situazione diventa veramente critica. 

Il tema della sicurezza, fondamentale per tutti, vede Varese arretrare sempre più: chiare evidenze di ciò sono Piazza Repubblica o Via Como. In questi quadro non vanno neppure dimenticate le numerose polemiche insorte in relazione alla viabilità della pista ciclabile di via XXV Aprile. Esempi concreti, a cui se ne potrebbero aggiungere molti altri, che denotano carenze amministrative su cui i cittadini tra non molto saranno tenuti ad esprimersi. 

Oggi dobbiamo guardare avanti e cercare di realizzare per la città un futuro decisamente migliore. È necessario ed indispensabile  un chiaro cambio di passo, un cambiamento vero, una svolta che consenta a Varese di tornare ad essere non solo una città più bella, ma anche più vivibile, efficiente ed attrattiva. 

Forza Italia in questo senso è pronta a dare il suo fattivo contributo e già si sta adoperando per costruire, con i suoi alleati di centrodestra, un’alternativa credibile per un’alleanza che possa così tornare alla guida della città dopo i 5 anni fallimentari di governo della sinistra.”

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui