Manfredi Palmeri: ” La nomina direttore del Piccolo Teatro deve essere condivisa da tutti i soci”

MILANO 1 luglio 2020 – “Il nuovo Direttore del Piccolo Teatro deve essere frutto di una piena condivisione tra i Soci, per garantire il mantenimento della qualità artistica e gestionale e la prospettiva di valore nazionale dell’Ente. La figura autorevole da scegliere deve sapere interpretare questa fase critica che impedisce una programmazione pienamente definita, perché i progetti andranno via via a comporsi sulla base dell’evoluzione dello scenario. Il Piccolo è un’eccellenza che unisce la forte dimensione internazionale al radicato legame con il territorio milanese metropolitano e in quest’ottica occorre una figura che sappia far convivere e dialogare queste due dimensioni”.

Lo ha detto Manfredi Palmeri, Consigliere Regionale della Lombardia e componente della Commissione Cultura, intervenendo sull’audizione odierna dei vertici del Teatro alla vigilia della seduta del Consiglio di Amministrazione di domani, evidenziando “il prezioso lavoro svolto da Regione Lombardia che ha concretamente supplito alle gravi carenze di Milano Città Metropolitana derivanti dalla Riforma Del Rio”.

“Va ringraziato il Direttore Escobar non solo in relazione allo straordinario lavoro di questi 22 anni, ma al senso di responsabilità di questi giorni per garantire un passaggio delle consegne non solo burocratico, ma sostanziale in relazione alle attività del Teatro. Rassicura avere la preziosa guida del Presidente Carrubba in questa fase delicata che deve portare tutti i Soci e il CdA a decisioni sagge in tempi rapidi” ha concluso il Consigliere Palmeri.