”A Viso aperto”, docu-film girato durante i difficili primi mesi di emergenza sanitaria

0
368
VARESE, 21 agosto 2020-“A Viso Aperto” la nuova pellicola di Ambrogio Crespi girata nei mesi più difficili in cui l’Italia ha dovuto fronteggiare l’emergenza sanitaria causata dal Covid19.
Gli autori Luigi Crespi e Natascia Turato, insieme al regista hanno voluto raccontare come in pochi giorni nelle città di Cremona, Crema, Bergamo, Brescia e Milano, lontani dai rumori della politica, si siano costruiti degli ospedali specifici per contrastare il Coronavirus. Grazie all’aiuto di medici ed infermieri di Emergency, di medici cubani, dell’Esercito Italiano e di tante altre associazioni locali.
Tante le testimonianze nel film, da chi ha perso un famigliare ma anche di chi il Covid lo ha sconfitto, medici, infermieri, imprenditori e volontari. “Durante le riprese sono rimasto colpito dagli occhi delle persone che mi parlavano; sguardi che esprimevano ogni sentimento ed ogni emozione, è stata un’esperienza che ha radicalmente cambiato la vita di ognuno di noi” dichiara Ambrogio Crespi. Il film è patrocinato da ANCI, Polizia di Stato e SIMEU (Società Italiana Medicina d’Emergenza Urgenza).
image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui