Studenti lombardi lasciano un banco vuoto davanti alla Regione: “Vogliamo una legge che tuteli il diritto allo studio”

0
368

MILANO, 19 settembre 2020-Oggi alle 14.30 una rappresentanza di studenti lombardi ha lasciato provocatoriamente un banco vuoto davanti all’entrata, simbolo dell’abbandono dell’istruzione pubblica da parte del Ministero e di tutte le istituzioni.

Oggi siamo qui a Milano – interviene Ludovico Di Muzio, coordinatore dell’UDS Lombardia – sotto il palazzo della regione, per ribadire quanto ora più che mai sia essenziale lottare per priorità alla scuola, siamo qui con un banco vuoto a simboleggiare non solo quanto il rientro a scuola sia stato fallimentare, escludendo tantissimi studenti e studentesse dalla didattica in presenza. Il governo, il ministero dell’istruzione, la Regione Lombardia non potranno più ignorarci”.

In Lombardia non esiste ancora una legge regionale sul diritto allo studio, mancano gli spazi e le classi continuano ad essere troppo numerose, inoltre non sono state aumentate le corse del trasporto pubblico, ed è evidente che ancora esistano scuole di serie A e di serie B.  “Non è stato affrontato – prosegue Ludovico Di Muzio, coordinatore dell’UDS Lombardia – il problema della dispersione scolastica, e nemmeno la questione dei device per gli studenti che avranno la didattica mista”.

“Il 25 settembre saremo in piazza in tutta Italia e in tutta la Lombardia – conclude Ludovico Di Muzio – da Milano a Como a Brescia, Lecco, Bergamo perché siamo gli studenti uniti contro la crisi, con docenti e genitori per cambiare la scuola. Il 26 settembre poi tutti e tutte a Roma per una piazza che pretende che si ridia per davvero una reale priorità alla scuola!”

Unione degli Studenti – Lombardia

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui