Il ”regno” del principe malese si estende a Induno Olona: iniziati lavori a Villa Castiglioni per resort extra lusso

0
1693
L'ingresso dell''ex ritorante di Villa Castiglioni in stato di abbandono

INDUNO OLONA, 7 novembre 2020- di GIANNI BERALDO-

Da qualche settimana sono iniziati i lavori all’interno de grande giardino (e pericolanti mura di cinta che delimitano via Tabacchi) di Villa Castiglioni, ex Hotel plutistellato che in passato ha accolto diverse personalitá tra cui anche Vasco Rossi che qui organizzó una festa esclusiva dopo un concerto svoltosi all’Ippodromo di Varese nel 1996.

Lavori che in realtá sono avevano preso il via giá  l’anno scorso con una prima grossolana pulizia della bellissima Villa d’epoca sottoposta a vincoli dalla sopraintendenza ai Beni Culturali,  per quello che dovrebbe divenire un resort extra lusso (con probabile spa annessa) riservata a una clientela esclusiva e naturalmente ricchissima.

Iniziati lavori nel giardino e mura di cinta di Villa Castiglioni

Il nuovo proprietario il principe malese Tunku Datò Yaacob Khyra (lo stesso principe molto vicino due anni fa all’acquisto del Milan) i cui emissari sono riusciti ad aggiudicarsi il 31 luglio del 2018 la preziosa struttura alle porte di Varese, messa all’asta dopo procedura fallimentare, partendo da una base di 600mia euro.

 LA STORIA- Villa Castiglioni, prestigiosa residenza, costuita nei primi anni del XIX sec. dai Mannati, una famiglia nobile milanese. Nel 1821 questa villa venne acquistata da Ermenegildo Castiglioni, un uomo ricco ma dalle idee liberali. Pur possedendo un bellissimo palazzo a Milano, nell’attuale corso Venezia, egli preferiva la casa Indunese perchè immersa nel verde e nella tranquillità. Tra le caratteristiche di questa casa vi sono una torretta che è situata al confine della proprietà Medici, la cosidetta “Casa delle Bambole”un tempietto vicino all’ingresso dei giardini. Sul retro si estende un bellissimo ed ampio parco. Per arredare la villa Ermenegildo Castiglioni fece venire da Parigi il capostipite di una dinastia di ebanisti, la famiglia Leanselme, per affidargli l’arredo di tutta la villa.

La Villa prima della caduta in rovina

VICISSITUDINI- Dopo quel bel periodo storico i nuovi proprietari iniziarono a vendere tramite asta nel 1981,  gran parte dei preziosi arredi. Poi la vendita della villa stessa trasformata in grande albergo per un paio di decenni. Infine la chusura e lo stato di abbandono con vandali che negli anni hanno saccheggiato di tutto.

Ora finalmente Villa Castiglioni tornerá a rivivere del suo antico splendore con la possibilitá di visite al suo interno aperte al pubblico in considerazione della sua notevole valenza storica.

Tutto questo ovviamente senza disturbare quiete e relax degli altrettanti preziosi ospiti che tra non molto tempo torneranno ad animarla.

direttore@varese7press.it

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui