1

Rari Nantes Legnano: intervista con la presidentessa Maddalena Belloni

LEGNANO, 4 gennaio 2021-Un passaggio ‘dietro le quinte’ per conoscere meglio gli attori che hanno consentito la nascita di questo progetto tecnico accettando la sfida di riportare a Legnano il nuoto che conta con la societá Rari Nantes Legnano.

Iniziamo con Maddalena Belloni, Presidentessa della Rari Nantes Legnano.

Una donna a capo di una delle società sportive più antiche e blasonate della città di Legnano. Pesante eredità o sfida stimolante?

Sono la prima donna a rivestire questo incarico ed è stata una scelta che ho accuratamente ponderato e accolto sin da subito con forte gioia. Sicuramente la considero una sfida stimolante per diversi aspetti: la Rari Nantes Legnano è una vera e propria istituzione sul territorio, con atleti che hanno scritto la storia del nuoto sia a livello nazionale che internazionale e io mi ritengo onorata di esserne la Presidente. La RNL nasce nel 1964 e negli anni ’80 ha vissuto momenti di importante ribalta, grazie alla partecipazione di due sue atlete alle Olimpiadi (ricordiamo Manuela Dalla Valle e Grazia Colombo, azzurre a Los Angeles 1984) e alle tante convocazioni nella Nazionale Assoluta, sotto l’attenta guida del Prof. Romano Betti, per due anni consecutivi (1986 e 1987) nominato Allenatore dell’Anno. Molto più recenti, invece, le sezioni di Nuoto Sincronizzato e Pallanuoto, che hanno però consentito alla Società di mettere in bacheca un altro importante trofeo, ovvero quello del Campionato Italiano Esordienti A di Nuoto Sincronizzato, conquistato nel 2018. In entrambi i settori contiamo un vivaio in continua crescita e questo è forse il motivo di maggior orgoglio, in questo difficile momento. Con la pallanuoto puntiamo alla Serie C, ma i programmi federali sono ancora piuttosto nebulosi e viviamo l’incertezza del momento continuando comunque a far allenare i ragazzi con continuità. E questo, già di per sé, è un successo!

La Rari Nantes Legnano nel progetto tecnico del Team Legnano Nuoto: cosa ti ha convinto ad aderire? Quali sono le tue aspettative e quelle della società che rappresenti?

Questo nuovo progetto è arrivato sulla mia scrivania lo scorso luglio, proprio all’indomani della mia nomina e ho dovuto reagire in fretta, di concerto con il resto del nostro direttivo! Abbiamo voluto guardare al futuro, confortati dalla presenza tecnica di Gianni Leoni, allenatore conosciuto anche a livello internazionale, e abbiamo deciso di affidare al Team Legnano Nuoto gli atleti della sezione nuoto, giovani ma ambiziosi e sempre più proiettati su scenari nazionali di prestigio. Queste sinergie vogliono essere per gli atleti del Team Legnano Nuoto un grande incentivo a crescere sia a livello personale che in termini di risultati. Come Presidente della Rari Nantes, durante il mio mandato auspico di poter lasciare un grande segno positivo nella crescita delle nostre atlete e dei nostri atleti mediante azioni su una pluralità di fronti, mantenendo e intensificando sempre il servizio offerto al territorio di Legnano, che la Rari Nantes sin dalla sua fondazione ha saputo onorare.

Parlaci degli altri settori della Rari Nantes Legnano, nuoto sincronizzato e pallanuoto. Quali ambizioni avete per le prossime stagioni agonistiche?

Mi piacerebbe porre lo sguardo più a medio e lungo termine, tenendo conto della durata del mio mandato. Gli obiettivi che ci siamo prefissati sono molteplici. Per la squadra di pallanuoto puntiamo nell’imminente, come detto, alla Serie C, per poi aspirare alla Serie B. Per la Squadra Sincro, invece, vorremmo riuscire a portare la Rari Nantes tra le prime 6 società italiane, puntare ad aumentare il numero di podi a livello nazionale individuale, riconfermare ai primi posti le squadre giovanili e puntare alla convocazione di alcune nostre atlete nelle Squadre Nazionali, giovanile e assoluta. Purtroppo sappiamo che non saranno obiettivi possibili a breve, ma tecnici e atleti sanno che questi sono i target e che dobbiamo lavorare tutti insieme per riuscire a raggiungerli.

Ai primi di dicembre gli atleti del nuoto sono tornati finalmente in gara: come hai visto i “tuoi” ragazzi? Ti senti di condividere la soddisfazione espressa dagli allenatori per questo esordio?

Sì, innanzitutto la ripresa delle gare in acqua è un’emozione e una soddisfazione già in sé, considerato il momento. La riconferma delle qualità di Matteo Salvatori, atleta nato e cresciuto nella Rari Nantes Legnano, e autore già di risultati molto interessanti ci inorgoglisce, così come siamo molto soddisfatti di come si sono comportati gli atleti più giovani: è stato un primo approccio alle gare nettamente positivo!

Lasciamo Maddalena ai suoi impegni professionali e sportivi, ringraziandola per questa chiacchierata a cuore aperto.