Investire nel settore agrolimentare per uscire dalla crisi: i giovani varesini ci credono

0
804
Giovani impegnati nei campi (foto agensir.it)

VARESE, 2 febbraio 2021 – L’agroalimentare può essere leva per uscire dalla crisi, ma è fondamentale dare giusto rilievo al mondo agricolo locale ed investire sul territorio per superare le fragilità presenti: ci credono i giovani del Varesotto che vedono nell’agricoltura e nel comparto agrituristico un mondo “ampio e diversificato, dove è possibile sviluppare competenze e che, da inizio pandemia ad oggi, ha mostrato tutta la sua centralità e capacità di adattamento agli scenari più complicati”. Lo afferma il presidente di Coldiretti Varese, Fernando Fiori, a margine dell’indagine che rivela come, per i ragazzi delle province del settentrione lombardo, l’agricoltura sia annoverata tra i settori di maggior attrattività per la costruzione di una ripresa.

Oltre il 30% dei nostri giovani – evidenzia Coldiretti Varese – vede nelle professioni e nell’imprenditoria rurale un buono sbocco lavorativo per la capacità di dare soddisfazioni e di trasformare una passione in opportunità di vita e lavoro.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui