Lettera ai “Ladri di felicità” dopo l’ennesimo furto alla scuola materna “De Amicis” di Arcisate

0
558
ARCISATE, 5 febbraio 2021-Cari ladri,
Nella notte tra il 3 e il 4 febbraio avete nuovamente fatto visita alla scuola materna De Amicis di Arcisate.
Ormai lo fate ogni anno e, come visitate la nostra scuola, fate altrettanto con numerose altre scuole ed asili.
Sorge però spontanea una domanda: cosa credete di trovare in una scuola materna?
Soldi, costosi computer, forse gioielli e magari anche dei lingotti d’oro?
No, cari ladri, la realtà che vi aspetta è ben diversa e, ormai vista la frequenza delle vostre visite, dovreste saperlo. Nella nostra scuola avete sempre trovato soltanto matite colorate e pennarelli, lavoretti e disegni, sculture di cartapesta e le impronte di tante manine.
Questo è il tesoro della nostra scuola!
Tutte cose che per un genitore sono preziose più di soldi e lingotti, ma per voi  probabilmente valgono ben poco.
Rischiate così tanto per oggetti che a voi non interessano e, allora, magari un po’ arrabbiati, lasciate dietro di voi un disastro. Perché cercate, cercate, cercate… e nulla trovate di ciò che vorreste. Lasciate confusione, disordine e spavento.
Sapete cosa succede dopo ogni vostra visita? Succede che la gente si guarda sbigottita, sempre con la stessa domanda sulle labbra a cui non sa  dare risposta:’ Perché proprio qui, in un asilo?’. ‘Cosa pensavano di trovare?’.
E, subito dopo, in un silenzio pieno di tristezza, ci si mette a riordinare, in fretta, prima che arrivino i bambini. Perché i bambini possano non accorgersi di nulla e vivano un giorno in più pensando che queste cose brutte non succedono, che nel mondo dei grandi i grandi si vogliono bene.
Noi non vi auguriamo nessun male, perché abbiamo imparato dai nostri bimbi che questo non si fa.
Vi auguriamo anzi un gran bene: che possiate capire il male che commettete, e, magari vi aiuterà ripensare ai tanti disegnini che avete visto, anche solo di sfuggita, l’altra notte, con le vostre torce, mentre buttavate a terra cassetti e armadi. Disegni semplici, magari banali, ma tutti fatti con tanto amore, quell’amore che forse ancora non avete conosciuto, quell’amore capace di ammorbidire anche i vostri cuori duri.
Ripensateci a quei disegni: magari solo ad uno di quelli che avete calpestato nella vostra foga, e pensate un secondo, vi chiediamo solo un secondo, alla felicità che ci sta dietro, a quelle manine piccole che tengono in mano grossi pennarelli, a qualche linguetta che spunta fuori dalla boccuccia durante l’esercizio artistico… immaginate che quel disegno possa averlo fatto magari vostro figlio, un vostro nipotino, il figlio di qualche vostro amico… fatevi cambiare da questo pensiero e forse capirete quali sono i veri tesori della vita.
Noi da parte nostra sistemeremo di nuovo tutto, ripareremo le finestre e puliremo.
Ai bambini diremo che la scuola materna De Amicis è così speciale e piena di gioia che delle persone tristi volevano prenderne un po’, anche se loro sanno bene che la felicità non si ruba, ma si dona.
Non abbiamo altro tempo da dedicarvi, delle belle giornate ci attendono: chiudiamo le finestre e vi lasciamo fuori insieme al Covid. Ma, se tornerete per chiedere scusa ai nostri bimbi, sarete accolti con piacere e la porta vi sarà aperta, senza bisogno di scassinarla.
PS: E’ nostra intenzione installare un impianto di video-sorveglianza, tutti coloro che desiderano contribuire con un’offerta può farla pervenire al seguente IBAN IT71O0306909606100000120157, con la causale “STOP AI LADRI DI FELICITA’ “.
Vi ringraziamo anticipatamente, e speriamo che anche i ladri, pentiti, possano fare una generosa donazione.
Il Consiglio di Amministrazione.
SCUOLA MATERNA DE AMICIS 
image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui