Aggredito e insultato autista autobus linee urbane di Varese da coppia con cane rottweiler

0
753

VARESE, 10 febbraio 2021-Un episodio davvero disdicevole quello avvenuto ai danni di un esperto autista delle linee urbane di Varese, nella serata di giovedì 4 febbraio.

All’altezza della fermata di via Orrigoni, a bordo di un bus della linea A salgono due “signori” con un cane di razza rottweiler. L’autista chiede immediatamente ai proprietari di rispettare il regolamento di viaggio, facendo indossare la museruola visto che, per un animale di questa taglia, si tratta di un accessorio assolutamente obbligatorio quando si utilizza un mezzo pubblico.

Il conducente non si lascia intimorire dalla prima reazione stizzita e verbalmente aggressiva dei due personaggi, rimarcando come non si sarebbe mosso dalla fermata se non fossero state rispettate queste condizioni fondamentali per la sicurezza di tutti. A quel punto la situazione degenera: uno dei due soggetti scavalca la catenella che delimita lo spazio riservato all’utenza e tenta di scardinare la porta della cabina di guida; non riuscendoci, allunga una mano oltre il vetro colpendo il dipendente di Autolinee Varesine con due schiaffi, e sporgendosi oltre la paratia riesce a sputargli addosso.

Sceso dal veicolo, lo stesso personaggio si mette infine davanti al parabrezza, urinando sulla carrozzeria del bus e continuando con insulti e gesti facilmente immaginabili.

Di lì a poco le Forze dell’Ordine intervengono sul posto e l’autista, comprensibilmente scosso, riceve il cambio da un collega, il quale suo malgrado incontrerà nuovamente gli stessi personaggi all’altezza della Conca d’Oro, subendosi anch’egli un buon quantitativo di insulti e oscenità di vario genere.

I due soggetti, estremamente conosciuti dal personale dell’azienda, sono stati prontamente denunciati dall’autista, il quale oltretutto dovrà sottoporsi a tampone antigenico vista la particolare situazione sanitaria e l’episodio di cui è stato vittima.

Autolinee Varesine sottolinea tutta la sua vicinanza al proprio collaboratore coinvolto in questa spiacevolissima situazione e procederà a sua volta con un’ulteriore denuncia per interruzione di pubblico servizio.

Da rimarcare infine come, purtroppo, nessuno dei circa 15 passeggeri a bordo o dei numerosi passanti abbia detto o fatto alcunché per cercare di contenere un episodio tanto sgradevole o per esprimere la propria solidarietà al conducente vittima di un’inqualificabile aggressione.

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui