Come sede di spaccio droga l’abitazione di Masnago: arrestato 27enne varesino

0
457
VARESE, 20 marzo 2021-La Polizia di Stato di Varese ha tratto in arresto il cittadino italiano N.G. di 27 anni, trovato in possesso di circa 14 chilogrammi di marijuana e 1 chilogrammo di hashish.
L’attività d’iniziativa degli agenti della Squadra Mobile – Sezione Antidroga – ha avuto origine da alcune informazioni acquisite che riguardavano una abitazione nel quartiere Masnago ove era stata segnalata una florida attività di spaccio di cannabinoidi.
A seguito di ciò sono iniziati i servizi di osservazione e gli appostamenti, che hanno permesso di individuare una villetta come luogo di anomalo via vai.
I successivi accertamenti hanno consentito di concentrare l’attenzione su un soggetto italiano, residente da solo in questa abitazione, sconosciuto nel contesto dello spaccio di stupefacenti e privo di regolare attività lavorativa.
Nei suoi confronti sono stati effettuati diversi servizi di osservazione e monitoraggio, dai quali è emerso che il giovane, in orari diversi nel corso della giornata, usciva da solo dalla propria abitazione e, dopo aver girovagato per la città, apparentemente senza senso e a bordo dell’autovettura a lui in uso, si fermava poi in una via del medesimo quartiere. A quel punto, a piedi si recava in una zona ove sono presenti diversi garage, e poco dopo tornava all’autovettura e faceva rientro in casa.
In virtù di quanto osservato, si era ipotizzato che il giovane avesse in uso un garage utilizzato come deposito per nascondere stupefacente.
Nel pomeriggio dello scorso 15 marzo, gli Agenti della Narcotici hanno notato che nella parte posta sul retro dell’abitazione vi erano il soggetto che era stato monitorato e altri 6 ragazzi, tutti italiani e residenti nella città di Varese e comuni limitrofi, intenti a fumare e parlare.
I soggetti sono, quindi, stati identificati.
La conseguente attività ha portato al rinvenimento nell’abitazione di N. G. della somma in denaro contante pari a 22.160 euro, ritenuta provento dell’attività di spaccio, e varie buste di cellophane contenenti sostanza stupefacente del tipo marijuana (per un peso lordo di gr. 445,00) ed hashish (per un peso lordo di gr. 120).
Di seguito, si procedeva alla perquisizione di uno dei garage nei pressi dei quali N. G. era stato visto più volte fermarsi, e che è emerso nella sua disponibilità, rinvenendo numerosi (circa 160) sacchi in liuta e buste di cellophane per un totale di 12,7 kg di marijuana a 1 kg di hashish.

N.G. veniva, quindi, tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Sono in corso ulteriori indagini, coordinate dalla locale Procura della Repubblica, per ricostruire la rete dello spaccio e individuare i complici dell’ingente traffico di droga.
In merito agli altri giovani controllati ed identificati nel pomeriggio dello stesso 15 marzo, uno di loro G.D. di anni 23, residente nello stesso edificio di N.G., aveva mostrato al controllo segni di nervosismo e tensione, destando il dubbio che detenesse anche lui sostanze illecite. Quindi, a seguito di ulteriore approfondimento, il 23 enne è stato trovato in possesso di un barattolo di marijuana ed una busta in cellophane sottovuoto anch’essa contenente marijuana, per un peso lordo totale di circa gr. 130.
A seguito di quanto rinvenuto e sequestrato, anche G.D. è stato deferito, in stato di libertà, per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.
Sono in corso accertamenti e verifiche per capire un eventuale collegamento tra i due soggetti e la sostanza stupefacente a loro sequestrata.
image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui