1

Gli operatori della musica dal vivo in Italia richiedono un piano di rilancio con il Recovery Plan

VARESE, 27 aprile 2021-Ora che il Recovery Plan sta per iniziare a muovere i suoi primi passi chiediamo che entri a pieno titolo nel dibattito e negli interventi da realizzarsi il tema della Musica e dello Spettacolo dal Vivo Indipendente ed Emergente, quello maggiormente penalizzato con meno sostegni e fermo da inizio pandemia e senza altri introiti, pensando , tra le altre cose, a un piano di messa a norma di Case della Musica e Spazi dal Vivo.

Tutto questo puntando a una ecosostenibilita’ in versione green verso una transizione ecologica degli impianti audio e luci e palchi e di tutto il comparto tecnico, di una digitalizzazione urgente  del settore in ogni senso, di un ampio spazio alle giovani generazioni musicali emergenti.

Si rinnova pertanto la richiesta di un incontro urgente con il ministro Franceschini  affinche’ tali proposte possano entrare nel Recovery Plan del MiC per riportare al centro la Musica, anche attivando norme di legge come una Legge del 1949 che destina il 2% dei lavori di costruzione ad opere  di abbellimento   allargando agli eventi musicali e culturali che sono opere di abbellimento temporaneo del territorio e aprendo anche all’Art Bonus per i festival e anche attivando l’Ecobonus nelle strutture per la Musica e la Cultura, spesso edifici di natura pubblica