Tappa a Baveno del ciclista Giovanni Bloisi per ricordare le vittime della Shoah

0
320
Giovanni Bloisi davanti al monumento dedicato alle vittime della Shoah

BAVENO, 23 settembre 2021-Ha fatto tappa ieri a Baveno presso il monumento alle vittime della Shoah, il viaggio ciclistico della Memoria di Giovanni Bloisi, il pensionato di Varano Borghi che ripercorre con la sua bicicletta i luoghi testimoni delle stragi nazifasciste in Italia e all’estero.

Nel giro compiuto ieri ha fatto tappa a Meina, Baveno e Verbania.

Ad accoglierlo a Baveno anche una rappresentanza dell’Amministrazione Comunale di Baveno con il Vice Sindaco Maria Rosa Gnocchi e dell’ ANPI Sezione del Vergante con Flavia Filippi.

Il viaggio di ieri conclude la tratta 2021 del “Viaggio nei luoghi delle stragi nazifasciste”, che ha coinvolto quest’anno diversi luoghi in Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta. Tra giugno e luglio Bloisi ha attraversato le regioni del nordovest toccando le località in cui si sono consumate tragedie e stragi nel secondo conflitto mondiale.

E’ stata l’occasione per ricordare gli eccidi accaduti sul lago maggiore : un’incalzante catena di uccisioni tra settembre e ottobre 1943, che costituì il primo episodio della Shoah italiana. Complessivamente si ebbero 58 vittime. Tutto ebbe inizio a Baveno, il 13 settembre, con 14 vittime tra italiani e stranieri. I Luzzatto di Milano e i Serman, di origine austriaca, entrambe famiglie abbienti, vennero prelevati dalle loro ville che furono saccheggiate. Il rastrellamento proseguì e in 14 vennero condotti presso il requisito Hotel La Ripa, sede delle Ss. Nelle notti del 15, 17 e 22 settembre vennero uccisi e i corpi gettati probabilmente nel lago.

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui