Consumo di suolo, Parco Nord Milano lancia un appello per invitare alla tutela e valorizzazione di questa preziosa risorsa

0
691

SESTO SAN GIOVANNI, 3 dicembre 2021 – In occasione della Giornata mondiale del suolo del prossimo 5 dicembre, Parco Nord Milano lancia un appello per invitare alla tutela e valorizzazione di questa preziosa risorsa: depavimentare e rigenerare il suolo per ampliare le aree verdi urbane.

Porre particolare attenzione all’uso e al consumo di suolo è d’obbligo per affrontare le problematiche legate alla crisi climatica e contrastarne gli effetti in città. È infatti di quasi 2 metri quadrati di suolo al secondo la velocità con cui il nostro Paese perde aree naturali e agricole per far posto a nuovi edifici, infrastrutture, insediamenti commerciali, logistici, produttivi e di servizio. Secondo l’ultimo rapporto ISPRA 2021, la continua crescita delle superfici artificiali è solo in minima parte compensata dal ripristino di aree naturali, pari quest’anno a 5 kmcontro i 56,7 km2 consumati, grazie al recupero di aree di cantiere o di superfici che erano state già classificate come consumo di suolo reversibile.

È ciò che è successo quest’anno al Parco Nord Milano con l’area industriale ex-ITEM di circa 8000 m2 che, dismessa da anni, si trova all’interno dell’area protetta regionale. Dopo essere stata acquisita dall’Ente Parco come parte della compensazione dell’opera idraulica per il contenimento delle acque del Torrente Seveso, l’area è stata ripulita dai rifiuti abbandonati ed è stato rimosso il cemento che impermeabilizzava il suolo. I prossimi passi prevedono interventi di rigenerazione del suolo per ripristinare le condizioni naturali al fine di consentire il naturale deflusso delle acque meteoriche e rendere il terreno ricco di nutrienti per la crescita di specie vegetali e animali. Nella medesima area infatti sorgerà un nuovo bosco di specie arboree e arbustive autoctone, elementi naturali come canali e specchi d’acqua e percorsi per la fruibilità dei visitatori. La prima parte del progetto relativa alla depavimetazione è stata possibile grazie alla collaborazione con Forestami, il programma di forestazione urbana che ha l’obiettivo finale di piantare 3 milioni di alberi entro il 2030 nella Città Metropolitana di Milano, e alle aziende donatrici che vi aderiscono.

“I dati dell’ultimo rapporto ISPRA evidenziano come il consumo di suolo nel nostro Paese continui a rappresentare una piaga ambientale, una gravissima attività che intensifica gli effetti della crisi climatica, in particolar modo nelle aree urbanizzate dove fenomeni sempre più frequenti e intensi come esondazioni, allagamenti e ondate di calore possono e devono essere mitigati a partire dal ripristino del suolo” – commenta Marzio Marzorati, Presidente di Parco Nord Milano – “L’area ex-ITEM è uno dei progetti più significativi di rigenerazione ad opera del Parco perché va in questa direzione: togliamo cemento, liberiamo il suolo e riportiamo natura al posto di un’area industriale dismessa”.

Domenica 5 dicembre, in occasione della giornata mondiale del suolo, sui canali social di Parco Nord Milano verrà pubblicato un breve video sull’intervento di depavimentazione dell’area ex-ITEM. 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui