Il Castello di Belforte verrá completamente ristrutturato: finanziati 5milioni di euro dal Ministero.

0
448
Castello di Belforte e intera area verrá recuperata

VARESE, 9 febbraio 2022– Il Castello di Belforte tornerá a rivivere i fasti del passato. Una grande notizia per tutti i varesini.

Il Ministero della Cultura ha stanziato ben 5milioni di euro per il recupero storico di tutto il nucleo storico, case comprese, denominato appunto ‘Castello di Belforte’.

Risalente tra il XI e XII secolo (la tradizione dice che  addirittura ospitó l’imperatore Federico Barbarossa durante le sue disce in Lombardia) il complesso fortificato nacque sulla collina di Bleforte assumendo un ruolo strategico importante e di primaria importanza per il controllo della via comasca verso i passi alpini.

Con il passare dei secoli il Castello diventó una lussuosa dimora dei nuovi proprietari, la famiglia Biumi, per arrivare al completo abbandono verso la fine degli anni Sessanta del Novecento.

Ora, grazie ai fondi del Ministero, sará possibile mettere in sicurezza  il complesso recuperandone tutti gli spazi con destinazioni culturali. Tra questi il ‘museo del Rinascimento’ che nascerá tra il corpo centrale e pianterreno dell’edificio trasferendosi quindi dall’attuale sede di Villa Mirabello.

Progetto di riqualificazione al quale ha creduto in primisi proprio il Ministro della Cultura Dario Franceschini che ha dichiarato: «Un progetto strategico che conferma cone il recupero e la valorizzazione del patrimonio culturale sia uno degli assi fondamentali su cui si fonda la crescita economica e sociale del Paese»

Quello del recupero del Castello di Belforte rientra tra i 38 progetti strategici che il ministero ha portato in Conferenza Stato-Regioni.

Insomma quello che pareva solo un ireallizzabile sogno ora diventa realtá e i tanti detrattori dovranno ricredersi, mentre il Castello di Belforte tornerá a vigilare come un tempo sulla via maestra che conduce direttamente in cittá.

«I cinque milioni di euro stanziati dal Ministero dei beni culturali per la messa in sicurezza e il recupero del Castello di Belforte con la nascita del ‘Museo del risorgimento’ sono una bellissima notizia per la nostra città – dichiara il senatore varesino del PD, Alessandro Alfieri – L’opera era attesa da decenni e finalmente l’obiettivo è stato raggiunto. Questo ennesimo importante finanziamento del Governo è figlio del grande lavoro dell’amministrazione Galimberti, capace di mettere in campo progetti seri e una visione della città, supportato a Roma dall’impegno costante e attento degli istituzionali del Partito Democratico, a partire dal ministro Franceschini. Sono personalmente molto soddisfatto – conclude Alfieri – il lavoro serio paga sempre e vedere la nostra città inserita nel piano strategico nazionale dei beni culturali è motivo di orgoglio che ci spinge a continuare su questa strada».

«L’inserimento del Castello di Belforte tra i 38 progetti nazionali finanziati dal Ministero della Cultura è un’ottima notizia e la prova che il lavoro dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Galimberti sta ben lavorando per valorizzare Varese sfruttando al meglio tutte le occasioni offerte dal Governo nazionale», così la deputata varesina e segretaria di Italia Viva Lombardia Maria Chiara Gadda sul finanziamento ottenuto per il recupero funzionale del monumento varesino.
«La sinergia col governo nazionale e col ministero della Cultura ha funzionato e siamo lieti che il recupero del Castello sia stato ammesso ai finanziamenti insieme a monumenti simbolo del Paese come il Colosseo, il Museo Egizio di Torino e la Basilica di San Marco a Venezia», aggiunge Gadda.

«Adesso c’è da lavorare al recupero e alla valorizzazione di uno dei monumenti simbolo della nostra città», conclude la parlamentare di Fagnano Olona.

di GIANNI BERALDO

redazione@varese7press.it

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui