A Varese monopattini elettrici abbandonati sui marciapiedi e vie periferiche: parte tra le polemiche il servizio sharing

0
521
Monopattino abbandonato in viale Sant'Antonio

VARESE, 20 febbraio 2022- Come si poteva immaginare il servizio sharing di monopattini elettrici inaugurato a Varese giovedí scorso, 17 febbraio, sta creando diversi problemi (  polemiche) a livello di mobilitá cosí come di decoro urbano.

Servizio che vede stalli collocati in alcune aree della cittá con il principale presente in Piazza Montegrappa.

Amministrazione comunale e ditta appaltante (la Dott vincitrice di un bando comunale) che forse pensavano a un maggiore senso civico da parte degli utilizzatori, ma in realtá in gran parte dei casi questo non avviene.

Per rendersene conto basta fare un giro per le vie centrali della cittá dove si trovano monopattini abbandonati nei luoghi piú disparati e senza un minimo di criterio (almeno in molti casi), come sui marciapiedi di vie centralissime, appoggiati a muretti di vie periferiche ecc..

Alcuni giovanissimi utenti li abbiamo notati sfrecciare addirittura in localitá  San Fermo, dove hanno poi abbandonato i mezzi vicino a un prato.

Tutto questo ricorda nemmeno tanto vagamente il clamoroso fallimento di qualche

Monopattini sul sagrato della Basilica di Sant’Antonio

anno fa del servizio bike sharing, la cui azienda aveva adottato lo stesso criterio sia come modalitá di acquisizione, pagamento e tracciabilitá cosí come presente in molte altre cittá d’Italia. Ebbene dopo pochi mesi quel servizio cessó per continui furti e danneggiamento dei mezzi con uno strasico di polemiche da parte dei titolari del servizio che imputarono all’assessorato competente la scarsa collaborazione a livello di controlli.

Da ricordare per che questo nuovo servizio di noleggio, tutti monopattini sono dotati di rilevamento satellitare che previene i furti e allo stesso tempo controlla automaticamente la velocità del mezzo come prevede la legge.

Di Gianni Beraldo

redazione@varese7press.it

 

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui