Sequestri di droga a Lonate Pozzolo e Busto Arsizio: arrestate due persone

0
398
BUSTO ARSIZIO, 8 marzo 2022-I servizi di controllo del territorio svolti dalle Volanti del Commissariato della Polizia di Stato di Busto Arsizio, non solo in città ma anche nei comuni del circondario, nell’ultimo fine settimana hanno consentito di sequestrare partite di droga di vario genere e di arrestare due presunti pushers.
Il primo intervento è stato effettuato la sera dello scorso venerdì a Lonate Pozzolo in una delle vie che costeggia i boschi notoriamente interessati dal fenomeno dello spaccio. Qui la pattuglia ha deciso di fermare e controllare, tra le altre, un’autovettura in transito con due uomini a bordo, insospettita anche dal fatto che l’auto avesse la targa della provincia di Vercelli. Il passeggero, un ventenne piemontese, ha subito consegnato un pezzetto di hashish che, agli occhi esperti dei poliziotti, è sembrato il classico “specchietto per le allodole” utilizzato per nascondere qualcosa di più compromettente. Ne è seguita la perquisizione dei due, che ha portato al sequestro di circa 160 grammi di eroina e 50 di cocaina che il ventenne nascondeva negli slip con più di 1600 euro in contanti. Inevitabile l’arresto del giovane, che a questo punto si ha motivo di ritenere uno spacciatore in trasferta.
La seconda operazione è stata invece portata a termine, nel pomeriggio di domenica, a Busto Arsizio. La Volante aveva infatti acquisito notizie che indicavano in un trentasettenne residente in città uno spacciatore di rilevanti quantitativi di hashish e marijuana. Ieri i poliziotti hanno deciso di verificare definitivamente le informazioni, perquisendo il domicilio del bustocco provvisoriamente trasferitosi a Gallarate. Anche in questo caso il sospettato ha cercato di limitare i danni consegnando agli agenti pochi grammi di hashish e marijuana, ma non ha potuto evitare che fosse passata al setaccio anche la casa di Busto Arsizio. Qui, nascosti in una grondaia, sono stati scoperti vari panetti di “fumo” e confezioni di “maria”, per un toltale di circa 700 grammi, un bilancino, sacchetti e una macchina per il sottovuoto utilizzati per confezionare le dosi da vendere. Anche il trentasettenne è stato arrestato e portato in carcere
image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui