Al via l’iniziativa “VA in giro”: 21 giorni, 600 km e 10 mila metri di dislivello per raccontare a passo lento la provincia di Varese

0
639
I protagonisti dello slow tour provinciale

VARESE, 22 aprile 2022-“VA in giro” è un tour per promuovere i luoghi, un invito a percorrerli e a prendersene cura, a mettersi in viaggio in maniera “slow” per riempirsi il cuore di paesaggi e di persone. Un viaggio di oltre 50 persone di età ed esperienze diverse dai 20 agli 80 anni che si svolgerà dal 24 aprile al 18 maggio per un totale di 21 tappe, 12 a piedi e 9 in bicicletta. Dalle montagne che segnano il confine con la Svizzera fino alle rive dei fiumi Ticino e Olona, passando attraverso siti UNESCO, laghi e parchi naturali in un “su e giù” di oltre 10 mila metri di dislivello positivo.

A piedi e in bicicletta

Le prime quattro tappe, tutte in montagna nel nord del Varesotto, fanno parte del Sentiero Italia tracciato dal CAI che, con i suoi 7 mila chilometri, è il più lungo percorso della Penisola. Le ultime cinque sono invece lungo la Via Francisca del Lucomagno, pellegrinaggio che collega il cuore dell’Europa al Varesotto, quindi a Pavia e, da lì, a Roma. Le altre tappe seguono un anello intorno a Santa Caterina del sasso, il celebre eremo a picco sul Lago Maggiore, percorrono la Valle del Lanza da Malnate a Mendrisio e la Valceresio, tra la linea Cadorna e il Monte San Giorgio, Orsa e Pravello.

Le tappe in bicicletta sono molto variegate. Fanno parte del percorso tutte le ciclabili della provincia, comprese quelle del Lago di Varese, di Comabbio, del Ticino e della Valle Olona. Ma anche alcune strade epiche come la salita al Cuvignone e quella al Campo dei Fiori, attraversando gran parte del territorio ed entrando in diversi parchi naturali.

I protagonisti

In viaggio ci sarà un gruppo composto da giornalisti, guide escursionistiche ambientali, scalatrici in sella alle due ruote, alpinisti, manager e tour operator. Tra gli altri, saranno presenti Giuseppe Adamoli, ex consigliere regionale e sindaco; Fernando Fasolo legato alla Fondazione Molina e al Centro Gulliver di Varese; Marco Di Luccio, dirigente del FAI (Fondo Ambiente Italiano); Luca Spada, Ceo di Eolo e numerose altre personalità. E a loro si potranno unire tanti altri lungo il percorso. Ci saranno anche una decina di pernotti in luoghi diversi: ostelli, pensioni, B&B, hotel, case di accoglienza e persino un hotel galleggiante.

Il racconto

Sarà la lentezza a guidare i protagonisti per 600 chilometri lungo le strade e i sentieri della provincia di Varese. Una lentezza che sarà assaporata in tutte le sue caratteristiche, a partire dall’incognita del meteo, perché “VA in giro” si farà anche in caso di maltempo. Sarà un cammino vero e raccontarlo sarà il primo passo per condividerlo.

Ogni giorno sarà infatti possibile seguire “VA in giro” attraverso un continuo racconto in diretta sulle pagine social dedicate, Facebook e Instagram. Oltre al team di camminatori e ciclisti sarà sempre presente un videomaker che documenterà il viaggio per realizzare un lungometraggio dedicato alla lentezza e all’incontro. Il filmato uscirà nell’autunno del 2022 e sarà presentato all’interno di Glocal, il festival del giornalismo digitale in programma a Varese.

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui