Colpito con vernice rossa Sergei Andreev, ambiasciatore russo a Varsavia: l’incidente durante la commemorazione dei soldati russi caduti in Polonia

0
651
L'ambasciatore russo Sergei Andreev colpito con vernice rossa durante la cerimonia

VARSAVIA, 9 maggio 2022-Oggi a Varsavia l’ambasciatore russo, Sergei Andreev, giunto per deporre una corona di fiori al cimitero dei soldati sovietici, è stato imbrattato di vernice di rossa. Lo riporta Polsat , European Truth Reports  .

L’ambasciatore, una volta raggiunto il cimitero dei soldati sovietici per deporre una corona di fiori, è stato circondato e insultato da attivisti ucraini  al grido di “Fascisti!”.

Molte persone sono arrivate con bandiere ucraine, altre erano vestite con lenzuola bianche imbrattate di sangue, gridando slogan contro la guerra.

Dopo l’incidente l’ambasciatore russo ha detto: “Sono orgoglioso del mio presidente. Questi territori non appartengono all’Ucraina”, riferendosi alle autoproclamate repubbliche dell’ORDLO.

In precedenza, i media polacchi hanno riferito che alcuni sconosciuti  avevano  riportato la  scritta “Kill Putin” in giallo e blu su uno dei piedistalli del bassorilievo dedicato ai soldati sovietici. I servizi speciali hanno rimosso l’iscrizione prima dell’arrivo dell’ambasciatore russo. L’iscrizione è stata scritta nonostante la polizia pattugliasse il cimitero. 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui