Mille euro a ogni associazione di volontariato: questa la cifra irrisoria stanziata dal Comune di Varese

0
278

VARESE, 19 giugno 2022- Ventimila euro in totale da distribuire a 18 associazioni di volontariato che operano nell’ambito del sociale partecipanti al bando pubblico.

Una cifra davvero irrisoria quella stanziata la scorsa settimana dall’amministrazione comunale di Varese, soprattutto al cospetto di erogazioni molto piú cospicue a favore di manifestazioni culturali (citiamo ad esempio Nature Urbane…) o di taglio sportivo come i 120mila euro che l’assessorato allo Sport avrebbe intenzione di investire nella ristrutturazione di una parte del Franco Ossola (in questo caso non sappiamo davvero cosa si possa fare visto che ci vorrebbero degli investimenti ben piú importanti per il suo recupero).

Erogazioni fondi certamente d’interesse pubblico ma non dalla valenza sociale di associazioni di volontariato, le stesse che con i loro iscritti ogni giorno si adoperano sul campo agevolando spesso la vita dei meno abbienti o comunque di persone in difficoltá.

Insomma erogare all’incirca 1000 euro per ogni associazione ci pare una vera

Roberto Molinari, assessore comunale ai servizi sociali di Varese

presa in giro, nonostante le parole spese dall’assessore ai Servizi Sociali Roberto Molinari che sulla iniziativa dichiara «In questi anni difficili per la pandemia a soffrire sono state anche le associazioni di volontariato che mettono il loro impegno per stare al fianco delle persone – spiega l’assessore ai Servizi sociali Roberto Molinari – nonostante questo però queste realtà non si sono mai tirate indietro e hanno proseguito con la stessa determinazione di sempre nell’aiutare il prossimo. Anzi, nei momenti difficili molte di queste realtà hanno fatto la differenza. Per questo il contributo comunale vuole essere la dimostrazione di vicinanza e sostegno da parte della pubblica amministrazione».

Tutto vero quello che evidenzia Molinari, quindi a maggior ragione questi contributi ci paiono irragionevoli nella loro entitá.

Servirebbe mettere sul piatto risorse economiche importanti  e necessarie perché i nobili fini portatori di valori diventino concretezza economica, linfa vitale soprattutto per tutte quelle associazioni che si adoperano per gli altri indipendentemente da logiche politiche o clientelari.

redazione@varese7press.it

 

 

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui