Galleria di luci, allestimenti barocchi e favole animate: a Varese il Giardino d’Incanto stupirà grazie al gruppo Festi: ” Un pò di gioia in questi tempi cupi”

0
265

VARESE, 10 novembre 2022- di GIANNI BERALDO-

Il Giardino d’Incanto, questo il titolo fiabesco dell’allestimento che a partire dall’8 dicembre al 17 gennaio 2023  verrà messo in atto dal Gruppo Festi ai Giardini Estensi di Varese. 

Un progetto importante che ha coinvolto per la prima volta a Varese il numero uno al mondo, per qaunto attiene gli allestimenti scenografici. Tra il palmares del Gruppo Festi ricordiamo varie Olimpiadi (estive e invernali) Campionati del mondo di calcio e molto altro ancora che ha portato il titolare (varesino d’adozione) Valerio Festi a essere un’eccellenza del nostro Paese.

Marco Macciacchini, disegnatore varesino

Insomma per l’amministrazione comunale varesina un vero colpo ad effetto. E di effetti ve ne sarnno parecchi in questi allestimenti che proieteranno i Giardini Estensi nel 1700, in piena epoca barocca con gicohi di luce incredibili, disegni e gfiabe per bambini che si animeranno grazie alla bravura di disegnatori importanti (tra i quali il varesino Marco Macciacchini) in grado di rendere unici e inimitabili ogni singolo personaggio.

Tra le anticipazioni presentate questa mattina in Comune alla presenza tra gli altri dello stesso Valerio Festi, di quanto si potrà ammirare quest’anno ai Giardini, una bellissima galleria barocca resa armoniosa da giochi di luce come solo l’esperienza e professionalità del Gruppo Festi avrebbe potuto realizzare,

Insomma una meraviglia nella meraviglia che porterà nei 45 giorni di allestimenti probabilmente un nuovo numero record di persone (l’anno scorso ben 150mila in tre settimane)  Posizionare correttamente la città di Varese in un circuito importante a livello turistico. Festa organizzata facendo attenzione al consumo energetico.

Ovviamente soddisdfatto della scelta il sindaco Davide Galimberti e l’assessora IVana Perusin che dice <<Coinvolgere il gruppo Festi è un altro segnale importante di quanto ci

Valerio Festi

teniamo a una manifestazione come questa. E’ una iniziativa che fa brand per la città di Varese>>. In effetti non è da tutti averre a disposizione Festi che il quale sottolinea <<Abbiamo cercato di fare qualcosa che potesse rendere più goiosi questi momenti così tristi. La gente ha voglia di partecipazione, di feste. E’ come se la gente volesse uscire di casa per non sentire più cattive notizie, le disgrazie. Il nosto era un Paese di feste ora non è più così anche se questo vuol dire chi siamo e sarebbe importante renderle sempre attive. Noi per Varese abbiamo pensato di giocare sulla luce, richiamando quel passato dove si accendevano fuochi anche per sconfiggere il buio, la paura. Abbiamo lavorato sulla luce festiva più bello al mondo. Abbiamo costruito un giardino settecentesco simmetrico con queste macchine di luce tra queste una grande galleria che regalerà emozioni>>.

Progetti non facili fin dalla loro ideazione e progettazione.  Il barocco sapeva stupire e meravigliare tenendo conto dell’estetica, del bello. Festi rimarca come dal bello, da lusso in questo allestimento abbiano immaginato anche l’altro aspetto, quello relativo alla, parte una situazione più umile decidendo di far scrivere chiamando degli illustratori, altra categoria che fanno a gara con gli scrittori ma pure giornalisti. <<Sono davvero dei grandi artisti. Ognuno di loro è un’essenza. I bambini sembrabo utti uguali in realtà ognuno ha un suo mondo, una sua creatività straordinaria come ad esempio il disegnatore Ashmed Malis che in un video sottolinea come “Il futuro per me è nella voce delle persone”. Ecco per me la creatività e passione è questa>>.

Da noi intervistato, sulla questione del consumno di elettricitàa in un momento critico e di risparmio energetico come questo, Festi ha ricordato come da sempre loro abbiano adottato una politica di risparmio energetico adottando materiale utile allo scopo. Come il caso dell’allestimento di Varese.

Costi di tutto il progetto e allestimento per l’amministrazione comunale?

Più volte da noi richiesto all’amministrazione comunale, finora non ci è stato comunicato l’importo. Spese solo in parte coperte da sponsor privati.

redazione@varese7press.it

image_pdfimage_printStampa articolo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui