Hotel e infestanti: quando un soggiorno diventa meno piacevole

0
1627

VARESE, 24 marzo 2024-Con l’arrivo della bella stagione, grazie alle temperature miti e al susseguirsi di festività e di ponti, gli italiani si preparano per il classico weekend fuori porta. Le strutture ricettive devono perciò farsi trovare pronte ad ospitare al meglio i clienti, offrendo un’esperienza che venga poi ricordata come memorabile e non per spiacevoli sorprese.

L’imprevisto più comune per le strutture alberghiere sono le fastidiose cimici dei letti, uno degli infestanti più diffusi nelle stanze di un hotel. Ma quanto può influire la presenza di insetti infestanti durante la permanenza in hotel? Secondo una ricerca che Rentokil Italia, azienda specializzata nel monitoraggio e controllo degli infestanti del gruppo Rentokil Initial, ha commissionato a BVA Doxa* fra i principali luoghi in cui non si vorrebbero mai trovare ospiti indesiderati ci sono i letti e le stanze d’hotel e tra gli infestanti più temuti e detestati ci sono insetti striscianti come cimici dei letti, blatte o scarafaggi (68%), seguiti da ratti e topi (67%) e da insetti volanti, come zanzare, vespe, mosche (52%).