Azione cattolica ambrosiana sabato in pellegrinaggio al Sacro Monte di Varese

0
630
Una manifestazione di Azione Cattolica (foto avvenire.it)

VARESE, 17 maggio 2023-S’intitola ACFest! l’evento che l’Azione cattolica ambrosiana vivrà sabato 27 maggio con un pellegrinaggio al Sacro Monte di Varese e una serata di festa all’oratorio di Masnago. L’’iniziativa, che coinvolge i soci e i simpatizzanti dell’associazione provenienti da tutta la diocesi di Milano, sarà all’insegna dei tre verbi che stanno guidando il rinnovato cammino associativo: pregare, pensare, appassionarsi!

La prima parte della festa consiste nella salita in preghiera a piedi lungo le cappelle del Sacro Monte. All’arrivo al Santuario sarà celebrata la Santa Messa. Seguirà poi una serata di convivialità, all’oratorio di Masnago, con la possibilità di cenare insieme e con l’intrattenimento musicale.

«L’Azione cattolica ambrosiana, al termine di questo anno associativo vuole ritrovarsi per fare festa. Perché è bello stare insieme – ragazzi, giovani e adulti – nel segno della passione per il Vangelo e per l’umanità», dice il presidente diocesano dell’Azione cattolica, Gianni Borsa. «La salita tra le storiche e artistiche cappelle del Sacro Monte, il ritrovarci in uno dei santuari più belli della Lombardia, e poi la cena in amicizia, accompagnata da buona musica… vorrebbero essere il modo migliore per dirci grazie del percorso associativo vissuto quest’anno, per prepararci all’estate associativa e per scaldare i motori verso l’assemblea diocesana del prossimo anno», prosegue Borsa. «AcFest è all’insegna dei tre verbi che ci stanno accompagnando: Pregare, Pensare, Appassionarsi. La gioia condivisa di Pregare il Signore; la modernità del Pensare da credenti in questo tempo; la forza dell’Appassionarsi alla vita!».

Al pellegrinaggio con la salita in preghiera al Sacro Monte e alla festa, oltre ai soci e simpatizzanti dell’Ac partecipano le parrocchie del decanato di Varese. «È un momento significativo: la devozione a Maria ci aiuta nel riporre la nostra speranza nel Figlio Gesù», ha dichiarato monsignor Luigi Panighetti, decano di Varese. «A lei chiediamo di intercedere per la pace; a lei affidiamo le nostre persone e le nostre famiglie. Sono certo che la comunità cristiana del nostro decanato non farà mancare la propria accoglienza e la condivisione nella preghiera».

 

Questo il programma del dettaglio:

Ore 15.00 – Ritrovo al parcheggio dello Stadio Varese in via Giuseppe Bolchini e trasferimento con navette bus alla “Prima cappella” del Sacro Monte di Varese.

16.00 – Partenza dalla Prima Cappella e pellegrinaggio spirituale (gli anziani che non potessero camminare salgono direttamente al Sacro Monte con i bus).

17.45 – Santa Messa al Santuario del Sacro Monte

19.00 -19.30 discesa con bus o a piedi verso l’oratorio di Masnago

dalle 20 cena, musica e festa insieme fino alle 22.

L’AZIONE CATTOLICA

L’Azione cattolica ambrosiana (cioè della diocesi di Milano) è un’associazione di laici cristiani impegnati a vivere la vita di ogni giorno alla luce dell’esperienza di fede. L’Ac propone iniziative e percorsi di formazione rivolti a tutte le fasce d’età, dai bambini e i ragazzi fino agli adulti e agli anziani, passando per i giovani e gli adolescenti. I laici di Azione cattolica si educano reciprocamente alla responsabilità, in un cammino personale e comunitario di formazione umana e cristiana. L’associazione fin dal principio della propria storia, che risale a oltre 150 anni fa, ha scelto di rispondere alla vocazione missionaria laicale, mettendosi a servizio delle singole Chiese locali. Il suo servizio alla Chiesa si esprime nella scelta di stare in maniera corresponsabile nelle diocesi e nelle parrocchie, costruendo percorsi di comunione con le altre aggregazioni laicali, in fedeltà a quanto il Concilio ha chiesto a tutti i laici. Hanno fatto parte, tra gli altri, dell’Ac milanese: la beata Armida Barelli, fondatrice della Gioventù femminile di Ac e dell’Università Cattolica; santa Gianna Beretta Molla, medico e madre di famiglia; il venerabile Giuseppe Lazzati, deportato nei lager nazisti, deputato dell’Assemblea costituente e rettore dell’Università Cattolica.