A Varese installati ponti radio, videocamere e telecamere a infrarossi anche nei parchi cittadini: una sicurezza alla ‘Grande Fratello’

0
1001
La presentazione oggi a Varese

VARESE, 23 maggio 2023di GIANNI BERALDO-

Alla pari di altre città italiane, Varese assomiglia sempre più a una sorta di Grande Fratello dove non sfugge nulla a chi è deputato ai controlli per motivi di sicurezza e ordine pubblico.

A partire da oggi sono 84 le videocamere installate tra centro città e aree periferiche. Compresi i parchi pubblici comunali come i Giardini Estensi, Parco Mantegazza (Castello di Masnago), Perelli e il grande parco di Villa Mylius.

Un’esigenza, quello di garantire la sicurezza, che questa amministrazione comunale ha

Alessandro Giuliani, comandante provinciale Carabinieri

reputato tra le priorità investendo parecchio in sistemi di ultima generazione che ora potranno avvalersi anche di un ponte radio ( con hot spot principale collocato sulla Torre Civica in Piazza Montegrappa) in grado di mettere in comunicazione tutte le Forze dell’Ordine cosi come i Vigili del Fuoco, adottando un linguaggio di trasmissione comune trasmettendo dati immagini ad alta definizione trasmesse da telecamere di ultima generazione.

Tutto questo grazie alla collaborazione tra l’azienda varesina Italiana Ponti Radio, che vanta un’esperienza sul campo di oltre quarant’anni, e l’amministrazione comunale che ha deciso di avvalersi del loro prezioso contributo offerto a titolo totalmente gratuito. Comodato d’uso gratuito che comprende pure la manutenzione delle varie apparecchiature di riprese ad alta definizione.

<<Siamo operativi da quarant’anni e ci sembrava doveroso a questo punto contribuire la sicurezza della città di Varese e altre aree periferiche>>, dice Antonio Salomone, presidente dell’azienda tra i leader mondiale del settore nata nel 1984 a Varese <<grazie al sofisticato sistema Elivideo network, la qualità delle immagini è elevatissima, permettendo addirittura di individuare dati di una targa anche da un elicottero>>, aggiunge Salomone.


Novità, quella del ponte radio e altre innovazioni tecnologiche che vanno ad affiancare l’esistente, presentata oggi in Salone Estense alla presenza dei maggiori rappresentanti delle Forze dell’Ordine a livello provinciale, del prefetto Rosario Pasquariello, del questore Michele Morelli, di rappresentanti dei Vigili del fuoco oltre ovviamente al sindaco Davide Galimberti e l’assessore comunale alla Sicurezza Raffaele Catalano. Quest’ultimo che evidenzia <<Quando in una città vi è un sistema di videosorveglianza efficiente e manutenuto i risultati si vedono. Per tutti citerei l’individuazione avvenuta qualche mese fa dell’autore di danneggiamenti ad alcune autovetture parcheggiate a Biumo. La telecamera è visto dal cittadino come un sistema deterrente per i coloro che intendono compiere atti molte volte illegali, nello stesso strumento utile per le Forze dell’ordine nell’individuare gli autori>>.

Questore di Varese Michele Morelli

Non nasconde la sua soddisfazione il sindaco Galimberti <<Collaborazione nata da una visita fatta insieme all’ex parlamentare Daniele Marantelli e da qui è nata la collaborazione con un’azienda del nostro territorio alla quale diciamo una grande grazie per il loro contributo del tutto gratuito>>.

Il Questore varesino ritiene che questo possa, tra le altre funzioni, essere <<un sistema utilissimo decisamente efficace anche per controlli ad esempio dello spaccio nei boschi>>.

Soddisfazione emersa pure dai brevi interventi degli ospiti: dal Prefetto così come tutti i rappresentanti dei vertici provinciali delle Forze dell’ordine oggi presenti, tutti concordano nel fatto che questa innovazione tecnologica sarà in grado di garantire un elevato standard di controllo e sicurezza in tutta la città ma non solo.

Qualità e sicurezza emersa anche dalle dichiarazioni di un capitano pilota della Guardia di Finanza <<Dal punto di vista del pilota con queste nuove videocamere si vede immediatamente la situazione che si sta vivendo, anche di notte con infrarossi. Noi sezione di Venegono agiamo prevalentemente in situazioni di soccorso ma questo sistema eleva gli standard di sicurezza a livelli molto alti>>.

Qualità elevata resa possibile anche per l’importante collaborazione con City Green Light

Il sindaco Galimberti

(azienda che si è aggiudicata un bando comunale ricevendo contributi anche regionali) per quanto attiene il sistema di illuminazione adatta alle riprese notturne per videosorveglianza, progetto che inizialmente ha coinvolto 31 telecamere per poi estendersi alle attuali 84. Progetto tra l’altro che contempla anche la manutenzione.

<<Per rendere alta la qualità delle immagini e velocità di trasmissione, è stata distribuita una fibra ottica partendo dai Giardini Estensi per coprire un’area che arriva a Piazza Repubblica-dicono i titolari del progetto-Progetto Parchi Urbani dove abbiamo aggiunto nuove telecamere tutte collegate a fibra ottica. A Villa Mylius le immagini vengono registrate in locale installando 12 videocamere.

Piattaforma a sistema aperto e centralizzato, con la quale è possibile accedere a una mappa interattiva guardando le immagini in tempo reale. Un sistema aperto che può integrare in futuro nuove tecnologie>>.

Insomma i varesini e non solo saranno (forse) più tranquilli sapendo che in ogni angolo della città vi sono ”occhi” che osservano e scrutano ogni via e anfratto; anche con rotazione di 360 gradi senza invadere nella privacy di ognuno di noi.

O almeno dopo 36 ore dalle riprese, tanto il tempo che le immagini possono essere conservate da chi ha autorità nel farlo, sempre che le stesse immagini debbano essere utilizzate come prove per qualche reato.

direttore@varese7press.it