Al Kapannone di Angera la mostra Scrittori su due ruote, a cura di Lorenzo Franzetti

0
322
Miroir sprint con in copertina il trio Bartali, Ockers, Bobet

ANGERA, 24 giugno 2024-«La bicicletta è stata pensata come una compagna di viaggio; viaggio come scoperta del mondo, come sfida con se stessi e con gli altri. Scrittori su due ruote è dunque l’invito a un viaggio in bicicletta attraverso i libri e le parole di scrittori famosi o meno noti, giornalisti o semplicemente appassionati del mondo dello sport che hanno raccontato le imprese, i campioni e le grandi corse.»

Così commenta Lorenzo Franzetti della Bottega del Romeo di Ispra, grazie alla cui preziosa collaborazione abbiamo potuto mettere insieme la nuova mostra che inaugura il 30 giugno alle 17.30 presso il Kapannone dei Libri. Alla serata inaugurale sarà presente anche la scrittrice ciclista Marta Morazzoni. «Dopo la mostra che insieme alla Piccola Officina del Libro di Oleggio abbiamo dedicato ad Alice nel paese delle meraviglie, anche questa iniziativa ci permette di collaborare e consolidare il prolifico rapporto con le tante vivaci realtà del territorio dove il Kapannone opera», aggiunge il padrone di kasa, Andrea Kerbaker. «Il Kapannone è nato per essere un luogo di cultura aperto e per tutti: grazie a questa e alle future occasioni lavoreremo per coinvolgere sempre di più la comunità».

Scrittori su due ruote vuole essere un vero e proprio viaggio a pedali attraverso la letteratura e la storia: libri, articoli di giornale, riviste, citazioni sottoforma di pannelli e, per celebrare il mito nazionalpopolare della bicicletta, saranno esposte anche una piccola collezione di giochi a tema, modelli e persino biciclette d’epoca vere e proprie.

Il percorso della mostra inizia rievocando un periodo della nostra storia, tra gli anni ’30 e ’50, in cui in Italia il ciclismo era lo sport più acclamato e seguito: le grandi corse e i campioni riempivano le pagine dei quotidiani con cronache e storie raccontate da grandi giornalisti del calibro di Gianni Brera, il cui testimone è stato raccolto in anni più recenti da Gianni Mura e, fino ai giorni nostri, da Marco Pastonesi. Esposte tra queste, oltre a diverse copie d’epoca della Domenica del Corriere, c’è Coppi e il diavolo di Gianni Brera, biografia romanzata dello storico campione legato al cronista da un rapporto di sincera amicizia. Lontani dalla cronaca ma ugualmente ispirati alla bicicletta ci sono le testimonianze di poeti e scrittori come Curzio Malaparte, Dino Buzzati, Giovanni Testori e Vittorio Sereni, fin anche alle pellicole cinematografiche di Vittorio De Sica e Ridley Scott.

Bici d’epoca al Kapannone per la mostra Scrittori su due ruote

Una contaminazione che mostriamo con diversi libri e curiosità come il volume per ragazzi La biciletta verde nato proprio dalla sceneggiatura di un film. Tra i precursori di una stirpe di grandi scrittori che seguirono il Giro d’Italia non potevamo non parlare di Achille Campanile: l’autore racconta la sua esperienza, tra realtà e finzione, in Battista al giro d’Italia, in mostra nella sua prima edizione. La bicicletta e la filosofia di vita che gli è propria hanno continuato ad esercitare il loro fascino anche sugli scrittori contemporanei: da Enrico Brizzi con Jack Frusciante è uscito dal gruppo fino a David Byrne (ex cantante dei Talking Heads, diventato un guru dell’andare in bici) con Diari della Bicicletta. Non dobbiamo poi dimenticare che la zona del Lago Maggiore è da sempre meta del turismo su due ruote e a livello locale, numerosi appassionati di ciclismo si sono cimentati nella scrittura di libri dedicati a sportivi più o meno noti. Nella provincia di Varese infatti, tra gli anni Sessanta e Ottanta, il più prolifico fu Natale Cogliati, giornalista de La Prealpina che ha pubblicato volumi che ancora oggi sono autentiche perle per i collezionisti e gli appassionati del ciclismo varesino e che non manchiamo di documentare in mostra. Oltre a libri, cronache e periodici dell’epoca non solo italiani – esposto anche un numero della rivista sportiva francese Miroir sprint con in copertina il trio Bartali, Ockers, Bobet – ci sono poi colorati manifesti anni ’30 e divertenti illustrazioni a tema come quelle di Riccardo Guasco.

A fare da corollario a questa mostra varia e curiosa, godibile non solo per gli appassionati ma anche per il pubblico generico, abbiamo inoltre organizzato una serie di appuntamenti intorno al mondo della bicicletta per pedalare insieme dentro e fuori le pagine:

Sabato 6 luglio, ore 17.00

Presentazione del libro Viaggio nel medioevo. in bicicletta attraverso l’Europa delle meraviglie insieme agli autori Roberto Antonini e Antonio Ferretti.

Domenica 7 luglio, dalle 13.30 alle 16

Il Kapannone sarà la prima tappa della pedalata cicloturistica Mangia, bevi e bici, giunta alla sua dodicesima edizione.

Domenica 14 luglio, ore 17.00

Presentazione del libro collettivo L’ultima volta che se n’è andato Pantani. Insieme al curatore, Gino Cervi, partecipano Lorenzo Franzetti, Guido Rubino e Marco Pastonesi.

Domenica 28 luglio, ore 9.30

Pedalata letteraria con rientro alle 12.00. Iscrizione obbligatoria al n. 348.8516760, con possibilità di noleggio bici su prenotazione.

Kapannone dei Libri

Via G. Verdi, 35, 21021 Angera (VA)

Inaugurazione domenica 30 giugno ore 17.30

Dal 1° luglio al 4 agosto 2024

Sabato e domenica ore 15-19

Ingresso gratuito

mostre@lakasadeilibri.it – 02.66989018

Ufficio stampa – cc@kerbaker.it