Delegazione di Uritaxi fiorentina presente a manifestazione a Roma

FIRENZE, 12 aprile 2021-“Domani un’ampia delegazione Uritaxi proveniente da svariate città d’Italia, sarà presente a Roma per una marcia pacifica, insieme a imprenditori e lavoratori della ristorazione, somministrazione alimentare e commercio, locali notturni e tante altre partite iva, in segno di vicinanza e condivisione sia delle difficoltà che del richiamo al Governo ad un maggiore coraggio sul fronte degli aiuti.

Sta purtroppo dominando anche in questa fase eccezionale, quella cultura rigorista che ha illuso di poter difendere il bilancio pubblico abbandonando l’economia reale, così pregiudicando l’uno e l’altra. Se fino a ieri tutto questo ha impoverito il welfare, ed esizialmente sanità ed infrastrutture, oggi questo errore si abbatte, con aiuti irrisori, su tutto il tessuto produttivo e consequenzialmente sociale, e pregiudicherà il futuro del Paese”, è quanto dichiara Claudio Giudici, presidente nazionale Uritaxi, una delle sigle sindacali più rappresentative della categoria. “Ci saremo – aggiunge Giudici – con l’unica volontà di una manifestazione pacifica che arrivi al cuore e alla testa della classe dirigente, consapevoli della necessità che ogni atto di protesta sia rispettoso delle nostre Istituzioni, e delle Forze dell’Ordine, padri e madri di famiglia che per professione sono chiamate, nel nostro stesso interesse, a difendere le prime”.




Al via i primi Treni ”Covid Tested” con la tratta Milano-Roma: presidente Fontana firma l’ordinanza

MILANO, 9 aprile 2021-Via libera, in forma sperimentale, ai treni Covid Tested che viaggeranno sulla linea Milano Roma.

A bordo dei convogli potranno viaggiare solo passeggeri risultati negativi al tampone molecolare o antigenico effettuato entro le 48 ore precedenti lo spostamento oppure che faranno il test (gratuito) prima di salire sul treno. Esentati solo i bambini fino ai sei anni.

Lo prevede un’Ordinanza firmata oggi dal presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.

Le stazione di partenza sono Milano Centrale e/o Rogoredo.

“I passeggeri già prenotati sulle corse individuate come ‘Covid-Tested’, qualora decidano di non sottoporsi ai test antigenici rapidi per la salita a bordo o siano esentati in ragione della presentazione di un certificato medico relativo alle condizioni di salute – spiega l’Ordinanza – non possono viaggiare sulla corsa prenotata ma sono trasferiti gratuitamente su uno degli altri collegamenti attivi sulla medesima tratta Milano-Roma della stessa impresa ferroviaria, a seguito di richiesta in tal senso presentata all’impresa ferroviaria”.

Le disposizioni indicate nell’Ordinanza producono i loro effetti dalla data del 15 aprile 2021 e sono efficaci fino al 30 giugno 2021, con possibilità di proroga in base al monitoraggio della sperimentazione.




Inventa un nuovo gioco in scatola coofinanziato dalla Feltrinelli

VARESE, 8 aprile 2021 – Dopo il grande successo del primo bando, dove è stato selezionato Aster (che entro Aprile sarà disponibile nelle librerie laFeltrinelli e online sulla prima libreria italiana costituita da lafeltrinelli.it e iBS.it), c’è un’altra opportunità dedicata agli appassionati dei giochi in scatola: fino alle ore 12.00 del 30 aprile è possibile partecipare alla nuova call for ideas lanciata da Librerie laFeltrinelli su Produzioni dal Bassoprima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation, per premiare attraverso l’opportunità di cofinanziamento un progetto originale che riguarderà proprio i giochi in scatola.

Il progetto più meritevole, se raggiungerà tramite la raccolta fondi dedicata sulla piattaforma il 50% del budget stabilito, potrà vivere la stessa avventura dei protagonisti di Aster, ottenendo il cofinanziamento da laFeltrinelli per il restante 50% (fino a un massimo di 15.000€) e vedere così il proprio gioco distribuito in esclusiva un anno in una selezione di librerie laFeltrinelli d’Italia e sui siti www.lafeltrinelli.it e www.ibs.it.

Per partecipare basta proporre la propria idea – che può derivare da un singolo individuo, da un’azienda, una Onlus o un team di lavoro – tramite l’apposito form sul network e descrivere nel dettaglio come funziona: la giuria sceglierà il gioco più interessante valutando la qualità, l’originalità e la fattibilità di sviluppo, ed entro Giugno 2021 partirà la fase di raccolta fondi su Produzioni dal Basso.

Per maggiori informazioni: https://www.produzionidalbasso.com/network/di/lafeltrinelli#la-feltrinelli-initiative




”Portiamo le imprese fuori dalla pandemia”, mercoledí manifestazione nazionale di Confesercenti

VARESE, 6 aprile 2021-Obiettivo della manifestazione indetta da Confesercenti è dare voce, attraverso iniziative in tutte le Regioni italiane, alle necessità e alle richieste delle attività del Terziario, del Commercio, del Turismo: sostegni adeguati alle perdite realmente subite e ai costi fissi sostenuti, credito immediato e un piano per permettere alle imprese di riaprire in sicurezza.

Le proposte di Confesercenti sono oggetto di una petizione on line, che è possibile sottoscrivere su www.confesercenti.it da mercoledì 7 Aprile, e saranno inviate domani in massa contemporaneamente ai membri del Governo, a deputati e senatori, ai governatori delle Regioni.

L’iniziativa sarà accompagnata da una lettera aperta al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella da parte della Presidente di Confesercenti Patrizia De Luise. “Noi imprese siamo il motore dell’economia e del lavoro. Solo se ripartiamo, riparte l’Italia. Abbiamo bisogno di più di ciò che ci è stato finora dato”. Il testo della lettera sarà disponibile sul nostro sito www.conflombardiavarese.it.




Mascherine fasulle: a Padova l’azienda che svela le truffe sulle FFP2

VARESE, 5 aprile 2021-Sono decine di milioni le mascherine fasulle che girano per l’Italia. Molti sono i truffatori che hanno approfittato della situazione di emergenza e del fatto che molte aziende hanno per questo deciso di avviare procedure di importazione.
Le norme, a volte, non vengono rispettate e negli ultimi giorni le cronache parlano di casi di truffe. Per questo, molti consumatori chiedono ai rivenditori certezze.
I professionisti in grado di capire se una mascherina, e specificamente anche le FFP2, possa essere stata immessa in commercio irregolarmente hanno sede a Padova. L’azienda si chiama Clariscience e garantisce la supply chain del benessere e della salute: con le loro conoscenze permettono al settore medicale di comunicare nel modo più corretto e a chi produce o distribuisce dispositivi medici e di protezione individuale di immettere i propri prodotti sul mercato nel rispetto delle normative.
Da inizio pandemia sono stati contattati da una trentina di aziende, da quelle più piccole ai colossi della distribuzione, interessate a introdurre mascherine FFP2 sul mercato, soprattutto importandole da paesi extra UE. “Tra di loro, almeno una decina gli importatori che ci hanno chiesto supporto nel valutare, da un punto di vista documentale, i prodotti che avrebbero voluto importare”, spiega il Ceo, Stefano Pagnutti. “Abbiamo dovuto dedicare parte delle nostre risorse a questa attività molto specifica, anche se in linea con quanto facciamo normalmente, occupandoci di offrire servizi di natura regolatoria a fabbricanti, importatori e distributori di diverse tipologie di dispositivi”, ha aggiunto Pagnutti.
Va precisato che Clariscience analizza i documenti, mentre le analisi tecniche volte a capire se una mascherina filtri esattamente come dovrebbe sono eseguite da laboratori specializzati. Se fasulli, i documenti che accompagnano i dispositivi sono spesso preparati da esperti: in questo caso è possibile capire che si tratta di un falso solo contattando direttamente l’organismo notificato che risulta avere emesso i certificati.
“Ci sono delle regole, non tutte sono semplici da capire: per questo chi opera nel mondo del commercio delle mascherine e desidera avviarne l’importazione può meglio tutelare i consumatori chiedendo l’aiuto ai professionisti del settore”, dice ancora Pagnutti. “Si tratta di un’attività di verifica preliminare importante perché permette di individuare in anticipo dispositivi non accompagnati dalla adeguata documentazione evitando così la loro commercializzazione”.
Per aiutare aziende e consumatori a districarsi nella complessità delle regole e delle leggi, Clariscience ha redatto una sorta di mini-vademecum messo a disposizione sul sito dell’azienda a questo link.



Giornata Nazionale Donazione Organi con i giovani protagonisti

VARESE, 5 aprile 2020-La Giornata Nazionale per la Donazione degli Organi per l’anno 2021 è indetta dal Ministero della Salute per il giorno 11 aprile, su indicazione del Centro Nazionale Trapianti (CNT) e delle Associazioni di volontariato e di pazienti più rappresentative a livello nazionale, con AIDO (Associazione per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule) come capofila.
Quest’anno, su impulso di AIDO (Associazione per la Donazione di Organi, Tessuti e
Cellule), la Giornata Nazionale sarà organizzata da una SCUOLA, avrà i giovani come
protagonisti.
Nella mattinata di venerdì 9 aprile 2021, dalle ore 10:00 alle ore 12:30, i ragazzi dell’Istituto IIS Ruffini di Imperia trasmetteranno la diretta Facebook, Instagram e YouTube della Giornata Nazionale sui canali social di AIDO Nazionale, del Ruffini, delle Istituzioni nazionali e locali e delle testate di livello nazionale e locale che vorranno aderire:
Canali di AIDO Nazionale
Facebook https://www.facebook.com/Aido.onlus/
YouTube https://www.youtube.com/user/AIDONazionale
Instagram aido_nazionale
Canali del Ruffini
YouTube https://m.youtube.com/channel/UCO2ufCDl1HhjRSaseaKB67w
Facebook https://www.facebook.com/IISRUFFINI/
Instagram i.i.s. Ruffini
I ragazzi del Ruffini, che curano la Giornata nel minimo dettaglio, a partire dalla sua stessa
ideazione (concept, grafiche, scaletta, documenti progettuali, interviste, promo, clip, video), ne saranno la regia e i conduttori, facendo il punto della situazione della donazione e dei trapianti a un anno dalla pandemia da Covid-19.
E così, con il Direttore del Centro Nazionale Trapianti (CNT) Massimo Cardillo, scopriremo una Rete italiana delle donazioni e dei trapianti che non solo ha retto l’urto della pandemia, ma che ha addirittura prodotto dei protocolli innovativi a livello mondiale e degli interventi da primato europeo, come quello che ci racconterà il Prof. Mario Nosotti, Direttore della Chirurgia Toracica e dei Trapianti di Polmone del Policlinico di Milano, “primo trapianto Covid-19 in Europa”.




Molotov contro centro vaccinale di Brescia, lo sdegno del sindacato di Polizia USIP

BRESCIA, 3 aprile 2021-Quanto accaduto in nottata è un fatto di una gravità inaudita- afferma il Segretario Provinciale del Sindacato di Polizia USIP Daniele POSSEMATO- non solo l’atto vandalico in sé che va a colpire una struttura costruita grazie alla solidarietà di AiutiAMO Brescia, ma soprattutto per l’attacco a ciò che rappresenta il Centro Vaccinale di via Morelli.

Fortunatamente- continua il Segretario USIP Possemato- i danni sono limitati al tendone mensa e anche grazie a questo non ci sono stati feriti ma ciò non toglie che le Istituzioni riusciranno a rintracciare gli autori di un gesto così scellerato assicurandoli alle proprie responsabilità.

Se questo voleva essere un segnale mirato- conclude Possemato- queste persone devono avere ben chiaro che le Forze dell’Ordine non si risparmieranno nel dimostrare, ancora una volta, la propria efficienza anche nel coadiuvare la campagna vaccinale garantendo serenità agli Operatori sanitari.

 




Contratto per Medici specializzandi impiegati per vaccinazioni in Lombardia

VARESE, 2 aprile 2021-La Giunta di Regione Lombardia, su proposta della vicepresidente e assessore al Welfare, Letizia Moratti, ha approvato una delibera che prevede l’accordo di cooperazione con le Università lombarde per la campagna vaccinale Covid-19 e il relativo avviso per raccogliere la disponibilità dei medici in formazione specialistica.

L’accordo verrà sottoscritto prossimamente dalla vicepresidente regionale e dai Rettori.

SENZA SPESE PER REGIONE LOMBARDIA – La spesa complessiva presunta, pari a 20 milioni di euro, non prevede oneri a carico del bilancio regionale. Il protocollo d’intesa sottoscritto tra Governo, Regioni e Associazioni dei medici ‘in formazione specialistica’ il 6 marzo 2021 impegnava infatti il Governo ad adottare uno o più provvedimenti urgenti per lo stanziamento delle risorse necessarie alla copertura degli oneri. Ed inoltre a promuovere gli interventi normativi necessari a rimuovere alcune incompatibilità alla partecipazione dei medici in formazione specialistica alla campagna vaccinale.

Lo stesso protocollo attribuiva alle Regioni la promozione del coinvolgimento degli specializzandi, assicurava che la loro partecipazione fosse facoltativa, che si svolgesse al di fuori dell’attività formativa e che fosse accompagnata da un compenso orario.

FIN DALL’INSEDIAMENTO HA CHIESTO ATTENZIONE SU QUESTO TEMA – “Sono molto soddisfatta di questo accordo – commenta Letizia Moratti – perché fin dal mio insediamento in Giunta avevo chiesto all’allora Governo Conte la massima attenzione sul tema. Un’attenzione agli specializzandi che ho subito sottoposto anche al nuovo Esecutivo guidato da Mario Draghi”.

AVVISO DI DISPONIBILITÀ, I CONTENUTI – L’Avviso per raccogliere le disponibilità degli specializzandi prevede l’impiego di Medici in formazione specialistica di qualsiasi specialità e anno di corso. Con incarichi, di tipo libero professionali o di collaborazione coordinata e continuativa, per un periodo massimo di due mesi, prorogabili, e un compenso orario di 40 euro lordi omnicomprensivi di oneri fiscali e previdenziali.

L’ORARIO DI LAVORO – Il loro orario di lavoro sarà distribuito su tutta la settimana, secondo il programma delle attività vaccinali. L’orario sarà svolto al di fuori da quello dedicato alla formazione specialistica, con una media di 15 ore settimanali e un massimo mensile di 60 ore.

“Promuovere questo accordo di cooperazione – aggiunge l’assessore al Welfare – rappresenta un altro tassello fondamentale per il proseguimento della campagna vaccinale lombarda, che sta per entrare nella fase decisiva: quella massiva. Gli specializzandi daranno un contributo importante e credo che per loro questa esperienza possa rappresentare un’opportunità di crescita umana e professionale. Molto utile nel momento in cui si affacceranno alla professione medica. Così le nostre Università si confermeranno non solo luoghi di eccellenza del sapere, ma anche straordinarie palestre di vita”.

I COMPITI DEGLI SPECIALIZZANDI – I medici in formazione specialistica saranno impegnati nei centri vaccinali individuati in Regione Lombardia intra-ed extra-ospedalieri. A loro sarà chiesta dall’Ats di riferimento la disponibilità a una prestazione caratterizzata da continuità e sistematicità, così da consentire il raggiungimento ‘degli scopi aziendali’. Gli specializzandi dovranno: verificare la compilazione e dell’anamnesi pre-vaccinale e svolgere il relativo riesame congiuntamente al vaccinando; fornire informazioni in merito; confermare l’acquisizione del consenso informato da parte del vaccinando; e somministrare il vaccino.

FORMAZIONE E SICUREZZA – I medici in formazione specialistica riceveranno una formazione teorica e ai fini dell’adozione delle misure di prevenzione e sicurezza saranno equiparati ai lavoratori che svolgono attività di tirocinio presso le strutture delle Asst.




VIDEO: come prenotare la vaccinazione anti covid 19 in Lombardia

VARESE, 1 aprile 2021-Utile e interessante video ideato da Poste Italiane e presentato della Regione Lombardia, in grado di fornire tutte le informazioni su come prenotare vaccinazione anticovid 19. Gestione prenotazioni da oggi curato appunto dal servizio Poste Italiane dopo la fallimentare esperienza di ARIA.




Autismo, raddoppiate le richieste di aiuto durante il lockdown

CESANO BOSCONE, 31 marzo 2021 – In occasione della Giornata mondiale per la Consapevolezza sull’autismo promossa ogni anno il 2 aprile dall’ONU, Fondazione Sacra Famiglia lancia un appello a favore delle famiglie con bambini e ragazzi con diagnosi di autismo: in questo periodo di lockdown dovuto alla pandemia è fondamentale per loro il sostegno di professionisti esperti.

È raddoppiato in questo periodo il numero di richieste di aiuto. Fondazione Sacra Famiglia ha rafforzato il team di specialisti per una tempestiva presa in carico da parte del servizio di Counseling, anche attraverso collegamenti da remoto e attività di teleducazione.

Il lockdown e la chiusura forzata hanno modificato le routine e causato la perdita di punti di riferimento importanti portando al consolidamento di nuove consuetudini disadattive. Un supporto adeguato consente ai bambini più piccoli di non regredire nei comportamenti e nelle abilità precedentemente acquisite ed è fondamentale nella fascia tra i 10 e 15 anni, al fine prevenire il ricorso a comportamenti disadattivi, anche aggressivi, in risposta al cambiamento delle abitudini e alla mancanza di relazioni sociali.

Paola Ferrazzi, responsabile del servizio Counseling per l’Autismo di Fondazione Sacra Famiglia commenta: “In questo periodo sono raddoppiate le richieste delle famiglie in difficoltà che si sono rivolte al nostro servizio di Counseling per attivare percorsi, anche da remoto, che consentissero loro di rispondere alle necessità quotidiane dei ragazzi e risolvere situazioni problematiche. Il servizio si è quindi trovato a rispondere a nuove richieste di intervento per ripristinare una quotidianità strutturata attraverso la proposta di attività da remoto e affiancando le famiglie in una riorganizzazione necessaria sia per la vita domestica che per la ripresa delle attività fuori casa”.

Il servizio di Counseling curato dai professionisti di Sacra Famiglia è in grado di garantire una presa in carico globale della persona autistica fornendo alle famiglie degli strumenti educativi e abilitativi che consentono una gestione diretta dei bambini e dei ragazzi. Gli operatori affiancano e supportano le famiglie, guidandole negli interventi abilitativi e di teleducazione anche da remoto. Tra le maggiori necessità riscontrate, quelle di aiutare i bambini e ragazzi a ristabilire una routine nelle attività della giornata, ristabilendo nuove abitudini e ritmi.

“Ogni giorno riceviamo la richiesta di una nuova famiglia in difficoltà – continua Paola Ferrazzi, responsabile del servizio Counseling per l’Autismo di Fondazione Sacra Famiglia. – Per rispondere a questa necessità e offrire una presa in carico tempestiva, Fondazione Sacra Famiglia ha recentemente avviato un nuovo ambulatorio a San Vittore Olona e a breve saranno aperti alle famiglie i servizi di quattro nuovi ambulatori a Pregnana Milanese e altri quattro a Milano. L’obiettivo è quello di garantire a tutte queste famiglie una risposta rapida e professionale, e non lasciare soli i loro ragazzi”.