1

Vedano Olona, al via spedizione bollettini pagamento Tari

VEDANO OLONA, 13 ottobre 2021-Nei prossimi giorni verranno recapitate ai Vedanesi con il servizio postale i bollettini per il pagamento della TARI, il Tributo comunale sui rifiuti, con scadenza della prima rata il 30 novembre.

La determinazione della tariffa TARI per il servizio di smaltimento rifiuti è stata approvata dal consiglio comunale del 29 giugno scorso applicando sconti importanti, a beneficio in particolare delle attività commerciali, artigianali ed industriali, che si attestano tra il 20% ed il 37%: una scelta fortemente agevolativa per le attività d’impresa pesantemente colpite dal fermo delle attività per la pandemia. Nonostante l’aumento dei costi di raccolta dei rifiuti le tariffe per le famiglie sono rimaste pressoché invariate. Non solo, anche per queste ultime sono previsti degli aiuti: per i nuclei familiari più numerosi viene infatti riconosciuta l’applicazione di una componente tariffaria compensativa pari ad una riduzione del 2,81% sull’importo complessivo dovuto a titolo di TARI per l’anno 2021.

Tutte le misure agevolative trovano copertura con fondi propri di Bilancio.

Soddisfatto l’assessore al Bilancio, Tributi, Attività Produttive, Dott. Carlo D’Ambrosio: “La tariffa TARI presentata al Consiglio Comunale dalla Giunta, conferma l’attenzione che il gruppo di maggioranza Vedano Viva ha per Vedano. Sconti importanti sono stati riconosciuti a tutte le imprese, commercianti e artigiani, soprattutto a chi a vario titolo ha sofferto l’emergenza pandemica, riuscendo anche a mantenere pressoché invariata la tariffa 2021 per le famiglie.”

“Oltre allo sforzo per contenere gli oneri per attività produttive e famiglie si sta completando la transizione digitale di tutti i sistemi di pagamento e sarà possibile saldare le rate del tributo attraverso il circuito PagoPA, il sito internet del comune e l’app IO.it di cui si sono dotati tanti cittadini. Un sistema efficiente e sicuro che consente di semplificare anche gli adempimenti a carico di cittadini e uffici”, conclude il sindaco Cristiano Citterio.




Crescita esponenziale per Royale: nasce Spiegelau Italia

COMO, 13 ottobre 2021-Altro tassello importante per la famiglia Fanfarillo: dopo l’accordo del 2016 con Bonnà “Premium Porcelain”, ormai protagonista indiscussa nella produzione di porcellana professionale, ora tocca a Spiegelau, senza dubbio una delle realtà più conosciute a livello mondiale nel comparto vetro per tavola. L’azienda di Como, nata nell’ormai lontano 1986 grazie all’intuizione imprenditoriale di Vittorio Fanfarillo, con la produzione Handmade in Italy di porcellane da buffet e cottura, nel 2015 ha assunto un ruolo da protagonista sullo scenario internazionale, con il lancio sul mercato delle sue originali ed uniche collezioni realizzate artigianalmente in Italia nella fabbrica di Lomazzo e destinate al mondo del lusso: SuMisura.

Ora, per la prima volta nella sua storia, un marchio internazionale per la cristalleria: si tratta dell’azienda tedesca Spiegelau, un marchio prestigioso, ben conosciuto dagli addetti ai lavori. Spiegelau mostra un aspetto comune con Royale, quello di non dimenticarsi mai delle proprie origini: le tecnologie messe a punto non sono infatti impiegate a discapito della sapienza artigianale e della passione che accompagna la creazione di ogni oggetto d’arte. Tale competenza antica sta alla base della selezione delle materie prime, vero punto di forza di entrambe. Non ci scordiamo che il marchio Spiegelau è parte integrante della famiglia Riedel!

Tutti gli aspetti del singolo articolo – forma, altezza, diametro – sono stati creati per valorizzare al massimo il carattere e il “bouquet” di sentori tipici del vino.

Proprio come le nostre porcellane SuMisura, realizzate a mano in Italia – commenta Angelo Fanfarillo, Direttore Generale di Royale – Spiegelau propone articoli dalle grandi caratteristiche tecniche, ma anche dal design raffinato. Questa sinergia garantisce di creare una mise en place sempre elegante e originale, di altissimo livello, sia per le porcellane, sia per il vetro”.

Performancefunzionalità ed eleganza sono le parole con cui potremmo dunque riassumere l’intesa nata tra le due aziende in nome di una ricercatezza sempre più ambita dalla ristorazione contemporanea. “Con questa partnership – continua Angelo – vogliamo offrire un servizio a 360 gradi al cliente, che può così completare la tavola con un’accurata selezione di calici e bicchieri di qualità eccelsa.”

Entrambe le realtà dimostrano grande attenzione all’ambiente e alla sostenibilità, Spiegelau garantisce una lunga durata dei prodotti anche per molti anni e più del 50% del vetro è riciclato all’interno della fabbrica ed è sempre riciclabile al 100%.

Sono molto felice di questa unione; l’accordo ci permetterà di avere una distribuzione sempre più capillare sul territorio, è un marchio “unico”, conosciuto ed apprezzato non solo in Italia, dove è presente da più di 20 anni, ma in tutto il mondo; ciò consentirà di raggiungere significativi risultati sul mercato, ma anche di fare un altro grande passo nella nostra ricerca di soluzioni sempre più complete, nuove ed affascinanti”.




Lutto perinatale, campagna social dell’associazione ‘I Barattoli della Memoria’ di Cassano Magnago

CASSANO MAGNAGO, 12 ottobre 2021 – Durante i prossimi giorni e fino a venerdì 15 ottobre, giorno che globalmente è riconosciuto come “Babyloss awareness day”, i social dell’associazione ‘I Barattoli della memoria’, promuoveranno una campagna di sensibilizzazione sul corretto utilizzo dei termini relativi al lutto perinatale, ovvero il lutto che colpisce un bimbo durante la gestazione (fra la 28 settimana e il momento del parto) e fino a 7 giorni dopo la nascita.

<Si tratta di un tema ancora molto delicato e da molti considerato un tabù – conferma la Presidente Valentina Zanotto – ma che per chi lo sperimenta diventa un tema molto sentito>.

Troppo spesso la paura di parlare o lo stigma intorno alla morte di un bambino, ancora di più di un bimbo che sta per nascere, crea un cortocircuito che impedisce ai genitori di parlare liberamente del loro figlio e tende ad allontanarli dal contesto sociale che li circonda, proprio nel momento in cui invece avrebbero più bisogno del sostegno e del supporto di famigliari e amici.

Occorre ripensare la cultura del lutto, soprattutto del lutto che colpisce le famiglie proprio nel momento in cui pensano di poter cominciare una nuova vita insieme al piccolo che deve venire al mondo e che invece si trovano a lasciare l’ospedale a braccia vuote, e purtroppo ancora oggi in alcuni casi senza nemmeno aver potuto vedere il loro bimbo.

<Siamo nati come associazione sul territorio proprio con l’obbiettivo di aiutare le famiglie che sperimentano il lutto perinatale – prosegue Zanotto – e in questa settimana, dopo quasi due anni di difficoltà per gli eventi in presenza e gli incontri, speriamo di riportare l’attenzione su questo tema, che le statistiche dicono riguardare circa 4 nati ogni 1000. Questa iniziativa social vuole essere il nostro piccolo contributo informativo e divulgativo non solo per i genitori che attendono con trepidazione il 15 ottobre, ma soprattutto per i loro famigliari, amici e parenti che si approcciano alla tematica con un punto di vista esterno, per dar loro qualche strumento in più che li aiuti nello stare vicino ai propri cari in un momento così tragico.>




Torna la Carta Sconto benzina. Brianza: ”Grande risultato della Lega”

VARESE, 12 ottobre 2021-“Finalmente ci sono le condizioni per la riattivazione della carta sconto carburanti. Un grande risultato per una storica battaglia che la Lega porta avanti da molti anni per contrastare il cosiddetto “pendolarismo del pieno” verso la Svizzera e tutelare, in un colpo solo, sia i distributori lombardi sia gli utenti che alleggeriscono così il costo del pieno”.

Lo rende noto la Vicepresidente del Consiglio Regionale della Lombardia Francesca Brianza

“L’ultima rilevazione prezzi da parte dell’Ambasciata italiana in Svizzera certifica che c’è il differenziale minimo tra i due prezzi per consentire l’attivazione dello sconto -spiega Brianza- che per il momento riguarderà solo la benzina e i comuni della cosiddetta fascia A. Appena ci sarà l’autorizzazione dell’Autorità Garante, Regione Lombardia riattiverà senza indugi la Carta Sconto Carburante, molto probabilmente entro fine mese.”

L’esponente della Lega era già stata autrice e prima firmataria di una mozione urgente, approvata all’unanimità dal Consiglio Regionale, per favorire la riattivazione della Carta Sconto Carburanti sospesa durante l’emergenza pandemica per mancanza dei requisiti di legge ovvero la differenza di almeno 5 centesimi/litro tra il prezzo praticato alla pompa in Svizzera nell’area di confine e il prezzo medio italiano.

“Regione Lombardia -continua- ha inoltre messo a punto un sistema innovativo attraverso un’apposita app che sostituisce l’utilizzo del vecchio POS ormai obsoleto. Questa misura, oltre a semplificare notevolmente l’utilizzo della Carta Sconto Carburante, genera anche un notevole risparmio di costi per i gestori e sarà anche molto utile per prevenire eventuali abusi”.

L’app Sconto Carburante è il nuovo strumento per usufruire dell’agevolazione promossa da Regione Lombardia. Il nuovo sistema sostituisce l’utilizzo della Tessera Sanitaria – CSN: ora il cittadino dovrà solo scaricare l’app sullo smartphone, mostrare al gestore dell’impianto il codice sconto generato dall’app e procedere al pagamento dell’importo scontato.

Soddisfatto anche l’onorevole Matteo Bianchi, candidato sindaco nel prossimo ballottaggio varesino: “un grande successo a vantaggio e a tutela dei varesini e dei distributori di carburante. Il gruppo dei parlamentari della Lega è molto attento alle peculiarità dei territori di confine e alla risoluzione delle complesse problematiche che emergono quotidianamente. L’attenzione per le aree vicine alla Svizzera rimane alta”.

“E’ una grande vittoria per una misura molto apprezzata che tutela il nostro territorio e molti posti di lavoro varesini e lombardi, soprattutto in un’ottica di ripresa dell’economia e dei consumi post pandemia. Vigileremo -concludono- affinché, non appena ci saranno le condizioni, sia riattivata la misura nella sua totalità e non soltanto per i comuni di fascia A.




Iniziati lavori ponte del Vivirolo per miglioramento

VARESE, 12 ottobre 2021-Sono entrati nel vivo i lavori per il miglioramento del ponte del Vivirolo, il cavalcavia che collega Belforte con Giubiano. I lavori saranno ultimati entro la fine del mese di ottobre. Le opere in corso prevedono l’asfaltatura di tutta a lunghezza del cavalcavia, quindi per diverse centinaia di metri; la sistemazione del sistema di raccolta delle acque meteoriche; la sostituzione dei guardrail e del parapetto, per la sicurezza stradale di pedoni e automobilisti in transito.

Un intervento che andrà a migliorare la viabilità e il decoro della zona.

Per eseguire i lavori è stato installato un senso unico alternato. Per i prossimi giorni si consiglia agli automobilisti di seguire percorsi alternativi.




Varese, via libera anticipata per attivazione impianti riscaldamento

VARESE, 11 ottobre 2021-Date le temperature sotto la media stagionale, il Comune  di Varese ricorda che è possibile attivare gli impianti di riscaldamento prima del 15 ottobre, purché nel limite delle sette ore giornaliere di attivazione.
 
La deroga che consente l’attivazione anticipata, ai sensi del Dpr 74 del 16 aprile 2016, riguarda sia gli edifici pubblici sia privati, per un tempo massimo di sette ore al giorno comprese tra le 5 e le 23, in ambienti che comunque non dovranno superare i 20 gradi. Poi a partire da venerdì 15 ottobre ci sarà la normale attivazione con la conseguente estensione delle ore di attivazione fino a 14 ore al giorno.




Grande successo per la festa “Un Sorriso per il Ponte” ai Giardini Estensi di Varese

VARESE, 11 ottobre 2021-Un super successo per la festa “Un Sorriso per il Ponte” di domenica nella splendida cornice dei Giardini Estensi, che ha registrato l’arrivo di parecchie migliaia di famiglie fin dal mattino, un’affluenza che è andata oltre ogni più rosea previsione e che ha permesso di raccogliere circa 30.000 euro. Il segreto di questa grande manifestazione, sicuramente unica nel suo genere, sta nell’utilizzare la fantasia, la creatività e la narrazione quali strumenti di gioco per far divertire in modo sano i bambini, gli stessi strumenti che Il Ponte del Sorriso mette in campo ogni giorno nei reparti pediatrici per aiutare i bambini a guarire giocando.

Ogni laboratorio è stato visitato da 700 bambini, che significa oltre 10.000 lavoretti artistici eseguiti con carta, cartoncino, colla, forbici e tanta manualità.

Anche i gonfiabili, il trenino, i cani e gli spettacoli sono stati gettonatissimi, così come l’Ospedale dei Pupazzi della Croce Rossa che spiega in modo giocoso le pratiche mediche.

Il torneo “Il Ponte del Sorriso” di mini basket Scoiattoli, è stato vinto da Luino, ma giocato con forza e passione anche da tutti gli altri giovani cestiti della Pallacanestro Varese, JRC Ispra, Malnate Bugs, Daverio e Robur et Fides

E’ arrivata talmente tanta gente che alle 14.30 la cambusa degli Alpini di Capolago era esaurita, mentre quella dei Panificatori ha retto solo un paio di ore in più. Tutto il cibo, buonissimo, e le bevande sono stati venduti.

Una festa che ha riportato tanti sorrisi sui volti dei bambini, così penalizzati dalla pandemia, una normalità che finalmente ritorna.

Il ricavato servirà alla ristrutturazione dell’Ostetricia, per la quale Il Ponte del Sorriso si è impegnato per 150mila euro, rinnovando pavimenti, porte, tinteggiatura delle pareti e, come sempre, per creare un’ambientazione a misura di mamma e neonato, che renda i loro primi giorni insieme un momento magico.




L’Ospedale Del Ponte di Varese potrebbe divenire importante punto di riferimento a carattere scientifico

VARESE, 11 ottobre 2021- L’ospedale Del Ponte di Varese potrebbe divenire un importante punto di riferimento anche a carattere scientifico. Non sappiamo se sia una boutade atta a promozionare la campagna elettorale del centrodestra, ma questa notizia giunge direttamente dal Ministro allo Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, che ieri ha accompagnato il candidato Sindaco Matteo Bianchi nel tour elettorale per il ballottaggio a Varese.

“Si è svolto nei giorni scorsi un importante incontro preliminare, effettuato con la Direzione generale presso il Ministero della Salute, ed è emersa la conferma che esistono tutti i presupposti e i requisiti necessari per avanzare questa richiesta, che ovviamente noi sosterremo con determinazione e grande passione” afferma il Ministro Giorgetti.

“Ci sono infatti grandi elementi di valore nell’ottica delle capacità cliniche e delle capacità di

Giorgetti e Bianchi 

accoglienza della struttura ospedaliera – prosegue l’esponente di governo della Lega – i volumi di accesso, la produzione scientifica e la capacità clinica supportano il progetto che vede la trasformazione di questo ospedale in un centro clinico di interesse nazionale e che andrà inserito negli IRCCS”.

“Siamo consapevoli che la pandemia, l’alternanza generazionale tra professionisti, il riordino delle missioni da affidare ai singoli presidi creeranno qualche disagio pratico e organizzativo. Vogliamo quindi essere disponibili ad ascoltare tutte le categorie di operatori impegnate nell’azienda sanitaria al fine di prendere le migliori decisioni degne del ruolo baricentrico ed importante che sempre ha avuto l’ospedale regionale di Varese” conclude il Ministro.




Successo per la StraMatteotti a Saronno con 300 partecipanti

SARONNO, 11 ottobre 2021-Una domenica fantastica, dopo 11 anni di assenza della StraMatteotti. Erano presenti oltre 300 persone in tenuta ginnica che hanno girato per le vie del Quartiere.
Ma torniamo un attimo indietro: 1 Maggio 2021, primo incontro del Comitato “La Fenice”, un gruppo informale di cittadini che decidono di mettersi insieme per riattivare dal punto di vista partecipativo il quartiere con l’intento di individuare criticità strutturali e di sviluppare iniziative di interesse generale.
In 5 mesi per ogni settore, in base alle attitudini e gli interessi dei volontari, sono successe tante cose: c’è chi si è cimentato nel creare una nuova associazione sportiva all’interno dello skatepark; chi si è interessato a sviluppare iniziative culturali nel quartiere tramite la pitturazione delle panchine di Via Amendola e le letture di testi il martedì sera; chi si è interessato ad allestire il maxischermo in oratorio per la proiezione delle partite degli Europei di calcio; e chi, proprio il giorno prima della StraMatteotti e non solo, si è dedicato alla pulizia degli spazi urbani della zona con la collaborazione delle associazioni ambientali.
Mattone dopo mattone aumenta la consapevolezza che questo percorso si stia incanalando nella direzione giusta e la StraMatteotti ne è stata una reale dimostrazione con l’avvicinamento a uno degli obiettivi del Comitato, ovvero quella di coinvolgere attivamente i “matteottiani” alla vita del quartiere.
Con questa occasione il Comitato è riuscito farsi conoscere maggiormente ai residenti del quartiere. Si auspica, perciò, la possibilità di ampliare la squadra per individuare ulteriori temi e altre iniziative da svolgere all’interno del Matteotti.
Partecipare al comitato di quartiere non è solamente importante per quanto concerne la realizzazione di eventi, ma dà anche la possibilità di presentare i reali problemi che la zona riscontra nella vita quotidiana all’interno di un gruppo, il quale è realmente interessato alla risoluzione di questi, dal momento che ha a cuore il proprio quartiere.
Si è arrivati fino a questo punto con l’impegno delle persone che volontariamente si sono messe a disposizione, perciò un grande GRAZIE ai volontari del Comitato Fenice; a Suora Annunciata e alla Parrocchia San Giuseppe; al centro aggregativo giovanile Tam Tam; alle associazioni Anima e Core, Associazione Carabinieri, Croce Rossa e Ambiente Saronno; alle cooperative CLS e Ozanam; alle associazioni sportive The Other Side, Running, Gap e Fbc Saronno; agli sponsor commerciali; e all’Amministrazione Comunale per il supporto tecnico.




A Piazza Portello a Milano torna la mostra di funghi

MILANO, 11 ottobre 2021-Dal bosco alla tavola: è arrivata la stagione dei funghi che con il loro profumo inconfondibile ci accompagnano verso i sapori intensi di questo periodo.

PIAZZA PORTELLO, l’urban mall nel cuore di Milano, sabato 16 e domenica 17 ottobre tutti i visitatori avranno la possibilità di farsi guidare dagli esperti micologici alla scoperta delle oltre 300 specie in mostra che sveleranno i segreti su come valorizzare questi frutti del bosco in modo saporito e salutare abbinandoli a ingredienti leggeri e ortaggi di stagione crudi, trifolati o fritti, da soli o come ingredienti di sfiziose ricette.

Perché i funghi, delizia per i buongustai, sono anche custodi di proprietà inaspettate che verranno illustrate nel dettaglio dagli esperti per imparare come riconoscerli, dove e quando raccoglierli, quali specie sono pericolose quali invece commestibili.

Alla mostra, organizzata in collaborazione con l’Associazione Micologica Bresadola “Gruppo Ercole Cantù”, saranno presenti i soci esperti che dispenseranno informazioni tecniche, scientifiche e anche molti consigli sulla conservazione, su come si puliscono, sulle diverse modalità di cucinare e impiattare le diverse tipologie di fungo così come gli abbinamenti culinari più idonei e sfiziosi.

Porcini e champignon, chiodini e gallinacci sono solo alcune delle specie in mostra tutte da scoprire il 16 e 17 OttobrePIAZZA  PORTELLO aspetta tutti con una stuzzicante mostra micologica dai profumi e i colori del bosco in autunno.

 Piazza Portello è aperto dal lunedì al venerdì dalle 10.15 alle 21:00 (ad eccezione di Jean Louis David, Ca’ Zampa, Vizi e Sfizi, Lloyd Salute, CDI, La Feltrinelli) e il sabato, la domenica e i festivi dalle 09:00 alle 21:00. Facile da raggiungere, coi mezzi pubblici, il bike sharing o l’auto propria grazie ai 1200 parcheggi (gratuiti per le prime tre ore), si trova in Via Grosotto 7, in zona Fiera Milano City. Info su piazzaportello.com