1

Nigeriano aveva ingerito 82 ovuli di eroina: fermato dalle Fiamme gialle alla Malpensa

SOMMA LOMBARDO/MALPENSA, 20 novembre 2019-I finanzieri del Gruppo di Malpensa, in collaborazione con il personale dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, hanno sequestrato 1,2 Kg di eroina e arrestato un corriere cd. “ovulatore”.

Il trentenne nigeriano, regolarmente presente in Italia, residente da pochi mesi nell’avellinese, proveniente dal Sudan, alla vista del cane antidroga Cafù, pastore tedesco di 6 anni, ha mostrato segni di nervosismo che hanno indotto i militari ad un controllo più approfondito.

Alle prime domande poste dai finanzieri ha risposto in maniera vaga e confusa e in considerazione dell’atteggiamento sospetto, è stata effettuata, con il consenso dello stesso, una più accurata ispezione sottoponendolo ad una visita radiologica presso l’Ospedale di Gallarate.

L’esame strumentale effettuato con la Tac  evidenziava la presenza di numerosi ovuli all’interno delle cavità naturali, il passeggero è stato quindi trasferito presso l’apposita area denominata S1 sita all’interno del Terminal 2 dell’Aeroporto di Malpensa. Tale area, unica per l’Italia, è un presidio ove gli “ovulatori” vengono costantemente piantonati per la successiva fase di evacuazione.

Il passeggero nigeriano aveva ingerito ben 82 ovuli contenenti sostanza stupefacente di tipo eroina. Si è proceduto, pertanto, al sequestro del carico di sostanza stupefacente e, su disposizione del Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica di Busto Arsizio, Dott.ssa Susanna Molteni, all’arresto e alla successiva traduzione presso la Casa circondariale di Busto Arsizio.

Il sequestro accende i riflettori sul ritorno al consumo della brown sugar, sostanza che viene prodotta principalmente nei Paesi della cosiddetta “mezzaluna d’oro”, ovvero la regione asiatica con la maggior produzione di oppiacei al mondo (tale area include l’Afghanistan, l’Iran e il Pakistan).

La descritta operazione evidenzia la costante attività di controllo effettuata dalla Guardia di Finanza nell’ambito delle funzioni stabilmente affidate all’Istituzione quale organo di polizia giudiziaria a competenza generale, che contrasta in ogni modo l’introduzione nel territorio delle Stato di ingenti quantitativi di droga.




Denunciata coppia gallaratese specializzata in furti al supermercato Carrefour

GALLARATE, 20 novembre 2019-Nel pomeriggio di ieri 19 novembre 2019, gli uomini della Volante del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Gallarate sono intervenuti presso il supermercato Carrefour di Via Milano, ove una coppia di cittadini italiani, P.A. e M.A., quest’ultima in stato di avanzata gravidanza, era stata fermata dall’addetto alla sicurezza in quanto colta in flagranza di furto di vario materiale presente sugli scaffali del supermercato.

I due, oltretutto, sono stati riconosciuti anche come gli autori di analogo episodio avvenuto nello stesso luogo.

Il sistema di videosorveglianza a circuito chiuso del locale ha permesso immediatamente agli Agenti di ricostruire il tutto.

Una coppia ben collaudata che operava in perfetta sintonia: l’uomo si avvicinava ad un camerino con un carrello della spesa, consegnando la merce alla donna che la prelevava dalla confezione, rimuoveva la placca antitaccheggio e restituiva le scatole al marito che successivamente le riponeva nuovamente sugli scaffali.

Fermati alle casse dopo il pagamento di merce acquistata regolarmente per un importo di circa 5 euro, i due hanno ammesso di aver occultato della merce non dichiarata alla cassa, per un valore di poco inferiore a 60 euro, che hanno consegnato all’addetto alla sicurezza.

L’ispezione successiva di una delle scatole utilizzate dalla coppia e svuotate del loro originario contenuto, ha consentito inoltre di rinvenire le placche antitaccheggio rimosse dalla merce sottratta.

La donna, sottoposta a perquisizione personale è stata trovata in possesso di due utensili, una pinza ed una tronchesina, con i quali i due evidentemente hanno manomesso le placche antitaccheggio della merce rubata.

Gli indagati, entrambi pluripregiudicati per delitti contro la persona e contro il patrimonio, sono stati sottoposti a rilievi foto-dattiloscopici e deferiti all’A.G. competente per il reato di furto aggravato perpetrato ieri e per l’analogo episodio avvenuo lo scorso 16 novembre.

A carico della donna è scattata anche la denuncia per la detenzione degli oggetti atti ad offendere rinvenuti a seguito della perquisizione a suo carico.

 




”Kids doing art” alla scuola Sant’Anna di Busto Arsizio

BUSTO ARSIZIO, 19 novembre 2019- Nell’ottica della formazione ed informazione per l’anno scolastico in corso, 2019/2020, da domani 20 novembre 2019, si rinnova l’appuntamento con gli specialisti del “Kids doing art”.
Il progetto “Kids doing art” prevede due incontri destinati ad insegnanti e genitori delle Scuole dell’Infanzia e Primaria bustocche che si terranno presso la Scuola “Sant’Anna” in via Ercole Comerio al civico 10, sede principale dell’Istituto Comprensivo “Ezio Crespi” che vede al suo vertice la Dirigente Scolastica prof.ssa Armida Truppi.
Il primo incontro avrà per tema “Educare con l’Arte” e si terrà il giorno mercoledì 20 novembre 2019 dalle ore 17 alle ore 19. L’appuntamento verterà sull’importanza dell’arte nel processo formativo ed educativo del bambino, dai 3 ai 12 anni è riconosciuta a livello internazionale. L’incontro illustra un approccio concreto all’arte, attraverso la conoscenza di metodi didattici innovativi rispetto alla trasmissione tradizionale dei saperi.
Il secondo incontro avrà per tema “Come Leggere il Disegno Infantile” e si terrà il giorno mercoledì 27 novembre 2019 dalle ore 17 alle ore 19. L’appuntamento verterà sull’attività grafica, fin dai primi segni, che è un linguaggio autonomo, con codici specifici, utilizzato dal bambino per esprimere il proprio mondo interiore e per entrare in relazione con l’altro. L’obiettivo dell’incontro è quello di offrire un percorso di lettura del disegno infantile, da un punto di vista comunicativo.
Entrambi gli incontri saranno tenuti dalla prof.ssa Paola D’Angelo, esperta di laboratori didattici. La stessa prof.ssa D’Angelo ha da pochi mesi ultimano la sessione formativa con i bambini della Scuola dell’Infanzia “Villa Sioli” (rientrante nel Comprensivo “Ezio Crespi”) nell’ambito dei PON 2014-2020 per lo sviluppo delle “Competenze di Base” realizzando un percorso per la “costruzione del libro”.
La scelta sulla relatrice non è stata casuale essendo la prof.ssa Paola D’Angelo laureata in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo. Al suo attivo la esperienze lavorativo in campo editoriale per quindici anni in prestigiose case editrici come Electa, Einaudi, Mondadori e Adelphi come ricercatrice iconografica e redattrice. Inoltre, dal 2003 si occupa di progetti e laboratori didattici per l’infanzia. Collabora con scuole e comuni di Varese e provincia. Attraverso l’attività didattica promuove l’insegnamento del linguaggio visivo e la divulgazione della cultura artistica. Va ancora sottolineato come le sue competenze e specializzazioni Le hanno consentito a Gennaio 2015, grazie alla collaborazione della Pro Loco e dell’Amministrazione Comunale, di inaugurare a Ranco “La Casa degli Scarabocchi”, un luogo dedicato all’apprendimento dell’arte per bambini e famiglie.
I due appuntamenti di novembre offerti dall’Istituto Comprensivo “Ezio Crespi” oltre ad affrontare la delicata tematica della didattica-art, e dunque riprendere ed attuare le sperimentazioni della didattica museale (già realizzata con l’adesione a progetti ad hoc da parte di diverse classi del medesimo istituto), offrono l’occasione d’aggiornamento per il personale scolastico e di indirizzo-supporto per i genitori sullo sviluppo dell’educazione sensoriale, visiva e ambientale del bambino; sulla Creative manual skills (manualità creativa) e naturalmente l’espressione propriamente artistica per trasformare momenti formativi in “Meetings on Art” (Incontri d’Arte).



Paolo Orrigoni lascia tutti gli incarichi dimettendosi da consigliere comunale e amministratore delegato Tigros

VARESE, 18 novembre 2019- di GIANNI BERALDO-

L’inchiesta giudiziaria denominata Mensa dei poveri inizia a mietere le prime vittime. A pagarne le spese in questa delicata fase in attesa di altri provvedimenti da parte della magistratura é l’imprenditore varesino Paolo Orrigoni, arrestato (ai domiciliari) giovedí 14 novembre (insieme all’ex europarlamentare saronnese Lara Comi e altri indagati), che oggi ha deciso di dare le dimissioni da consigliere comunale a Varese dove era capogruppo per la lista civica che portava il suo nome. Dimissioni anche da amministratore delegato della catena di supermercati Tigros fondata da suo padre.

Comunicazione resa a ufficiale dallo stesso Orrigoni durante l’odierno interrogatorio di garanzia, al cospetto del gip Raffaella Mascarino e durato due ore.

«La sua priorità in questo momento è difendersi da accuse che reputa profondamente ingiuste. Per questo, ha deciso di lasciare ogni incarico», cosí il suo avvocato difensore   Federico Consulich al termine dell’interrogatorio. Decisione che lo stesso giudice avrebbe consentito di porre in essere nei prossimi giorni.

«Dopo aver formalizzato le dimissioni provvederemo a presentare un’istanza al gip volta ad ottenere il venir meno della misura cautelare a suo carico e siamo fiduciosi che la nostra richiesta possa essere accolta», aggiunge ancora Consulich che sottolinea inoltre come il suo assistito sia agli arresti domiciliari per il pericolo di reiterazione di reato e nel caso specifico si parla di corruzione « Il venir meno da tutti gli incarichi, fa sì che questo pericolo venga meno a tutti gli effetti. D’ora in avanti, Orrigoni potrà difendersi da libero cittadino», conclude l’avvocato difensore del noto imprenditore che nel giro di pochi giorni ha visto trasformarsi letteralmente la sua vita.

Almeno per ora.

direttore@varese7press.it




Emergency compie 25 anni: i volontari di Varese festeggiano con mostra fotografica

VARESE, 18 novembre 2019-In occasione del 25° compleanno di EMERGENCY i volontari del Gruppo di Varese hanno scelto di celebrare la ricorrenza organizzando una mostra fotografica, che si inaugurerà a Vedano presso il Circolo Vela, il 23 novembre alle ore 17.
Volontari del Gruppo Emergency di Varese illustreranno l’attività che la Associazione
svolge nel mondo ed in Italia.
EMERGENCY nasce a Milano il 15 maggio 1994 con lo scopo di fornire cure medicochirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime della guerra, delle mine antiuomo e della povertà. Da allora, siamo intervenuti in 18 Paesi, assistendo
gratuitamente più di 10 milioni di persone.
Ci occupiamo di feriti di guerra: in Afghanistan, dove la violenza ancora non
accenna a diminuire, nei nostri Centri chirurgici per vittime di guerra di Kabul e di
Lashkar-Gah, nel centro chirurgico e pediatrico di Anabah, nei posti di primo soccorso
e centri sanitari sparsi per tutto il Paese; in Iraq, con il Centro di riabilitazione e
reintegrazione sociale di Sulaimaniya, che registra 50 nuovi ingressi ogni mese, o il
Centro sanitario che abbiamo aperto nel campo profughi di Ashti, dove 1 paziente ogni
3 è un bambino sotto i tre anni.
Ma non trascuriamo quelle emergenze che non fanno notizia: la mortalità
infantile in Repubblica Centrafricana, in Sierra Leone, in Sudan con i nostri Centri
pediatrici a Bangui, Goderich, Mayo, Port Sudan; la mortalità materna in Afghanistan,
dove con il nostro Centro di maternità di Anabah effettuiamo 7.000 parti l’anno; la
carenza di personale sanitario locale, attraverso percorsi riconosciuti di formazione e
specializzazione in tutti i nostri progetti.
Facciamo medicina di eccellenza, in Italia come in Africa, dove nel 2010 a
Khartoum, in Sudan, abbiamo aperto il Salam, il primo Centro di cardiochirurgia
completamente gratuito del continente, e dove presto inaugureremo un Centro di
eccellenza in chirurgia pediatrica a Entebbe, in Uganda, realizzato grazie al progetto di
Renzo Piano.
Non lasciamo indietro nessuno: le vittime del sisma dell’Italia centrale, alle quali
forniamo assistenza psicologica grazie a un ambulatorio mobile; gli abitanti delle
nostre periferie, che aiutiamo a orientarsi all’interno del Sistema Sanitario Nazionale;
chi sbarca sulle nostre coste e ha bisogno di primissima assistenza; chi si ritrova
vittima del caporalato agricolo nelle campagne.
I volontari di Varese vi aspettano. Per maggiori informazioni visita
https://eventi.emergency.it/ o scrivi a: volontari.varese@emergency.it




A Busto Arsizio é giá Tempo di Natale

BUSTO ARSIZIO, 18 novembre 2019-Anche quest’anno, l’Amministrazione comunale promuove una serie di eventi in attesa del Natale, che contano, oltre che sulla sperimentata collaborazione del Distretto Urbano del Commercio, del Comitato Commercianti Centro Cittadino, di Ascom e di Agesp Attività Strumentali, anche sull’impegno e sui contributi di tutte le realtà attive del territorio che hanno voluto partecipare da protagoniste nello spirito di collaborazione che caratterizza la “rete”.

“E’ tempo di Natale” è il titolo del programma natalizio di quest’anno che avrà il supporto dei main sponsor, la concessionaria Paglini Renault, sponsor storico delle iniziative dell’Amministrazione, e Banca Mediolanum.

“Tengo a dire che oltre al centro sono state coinvolte anche tutte le periferie, sperando di fare cosa gradita a tutti – ha evidenziato il sindaco Emanuele Antonelli nel corso della presentazione -. Sia da parte dell’amministrazione comunale, ma anche da parte di tutti quelli che ci supportano, ci seguono e ci aiutano, l’impegno è stato notevole e speriamo che i cittadini sentano il Natale come è giusto che sia. Un programma così, che parte dal 22 novembre e finisce il 19 gennaio, non so quante città lo presentino, e sono tutti eventi di grande qualità, come siamo abituati a fare a Busto. Ringrazio ovviamente Paglini che accompagna sempre le nostre iniziative e Banca Mediolanum per il sostegno.”

“Sono numerosissime le iniziative di questo Natale 2019 – ha aggiunto Paola Magugliani, assessore ai Grandi Eventi -. Come ogni anno il Natale vede una significativa collaborazione tra assessorati, tra le associazioni del commercio, tra le realtà che  quest’anno si impegneranno dell’installazione della pista di pattinaggio e delle luminarie e poi anche tra tutte le associazioni che, come sempre, regalano alla Città una serie importante di iniziative e appuntamenti”.

“Protagonista, per quanto riguarda l’assessorato alla Cultura, sarà la musica, attraverso i concerti e quindi ringrazio tutte le associazioni musicali che si sono rese disponibili ad allietare in momenti diversi e in spazi diversi il contesto natalizio, creando un clima adeguato e attirando naturalmente pubblico – ha osservato la vicesindaco Manuela Maffioli che, oltre alla delega alla Cultura, si occupa anche di quella allo Sviluppo del Territorio -. Dietro a questo lavoro a più mani c’è anche l’obiettivo di aiutare e supportare i commercianti: la messa in campo di uno sforzo così importante ha infatti anche lo scopo di portare tanta gente nei nostri negozi, nei nostri bar e ristoranti: ringrazio tutto il mondo del commercio che si è affiancato al nostro sforzo con ulteriori iniziative”.

 

 




Incidenti stradali e rilevanza a livello lavorativo: convegno a salone Estense

VARESE, 18 novembre 2019-Gli incidenti stradali e la loro rilevanza anche in ambito lavorativo, rappresentano il fulcro dell’incontro informativo organizzato dalla Direzione territoriale Inail di Varese, nell’ambito di un protocollo d’intesa siglato da INAIL Lombardia, Regione Lombardia e Automobil Club Milano per la realizzazione di progetti per la sicurezza stradale. Questi i temi del convegno che si terrà domani, martedì 19, al Salone Estense di Varese (inizio ore 10.30)
Il confronto su un tema di così grande spessore sociale rappresenta l’occasione per
implementare la conoscenza relativa ai molteplici fattori che interessano questo fenomeno: i dati statistici sugli incidenti, la manutenzione dei mezzi, il corretto comportamento dell’utente della strada, l’utilità delle innovazioni tecnologiche a scopo preventivo, la tutela dell’infortunio in itinere.
Interverranno esperti dell’INAIL, della Regione Lombardia e di Automobil Club Milano oltre a professionisti sia legali che tecnici della materia.
L’evento, con iscrizione obbligatoria, è rivolto ai lavoratori di ogni settore, in particolare a coloro che utilizzano un mezzo di trasporto in ambito lavorativo oltre che nella vita privata.
Il Seminario è valido ai fini della formazione continua obbligatoria dei Consulenti del Lavoro.




Sindrome dell’autismo: riuscito convegno svoltosi al Comando provinciale Guardia di Finzanza Varese

VARESE, 18 novembre 2019-Questa mattina, nella sala conferenze del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Varese, si è tenuto un incontro su tematiche connesse alla sindrome dell’autismo coordinato dalla Prefettura di Varese e organizzato insieme alle associazioni “L’Ortica” di Milano e “Articolo 3” di Varese. L’evento ha illustrato le strategie comportamentali che possono essere messe in atto dagli operatori del settore della sicurezza e dell’ordine pubblico durante i controlli nei confronti di soggetti affetti da sindrome autistica.

Durante il convegno la Dott.ssa Fabrizia Rondelli di Milano e la Dott.ssa Emanuela Romeo di Varese hanno fornito agli operatori di Polizia e ai Vigili del Fuoco specifiche indicazioni sulle modalità operative da adottare per facilitare un corretto approccio relazionale, nonché sulle tecniche più appropriate per gestire le problematiche comportamentali e stabilire una relazione positiva in grado di favorire la collaborazione. Sono state presentate anche storie vere di ragazzi autistici, per illustrare possibili forme di comunicazione da utilizzare con persone autistiche sia “verbali” che “non verbali” o spiegare quali disturbi sensoriali possono essere scambiati per comportamenti poco collaborativi.

Il Prefetto di Varese, Dott. Enrico Ricci, che ha aperto i lavori si è congratulato per l’iniziativa e ha sottolineato l’importanza del corretto approccio per riuscire a riconoscere una persona autistica e sapere come relazionarsi in una situazione emergenziale. L’incontro, ha concluso il Prefetto, si inserisce nel solco della collaborazione tra le Istituzioni e i cittadini.

L’iniziativa è stata accolta con estremo interesse anche perché alcuni ragazzi autistici sviluppano capacità intellettive superiori a quelle dei coetanei normodotati, tanto da generare, a volte, fenomeni di bullismo tra i banchi di scuola e sulla rete internet. Ne consegue l’esigenza di una vigilanza permanente, idonea a gestire in modo adeguato questi aspetti che impongono una capacità di ascolto più penetrante.

Hanno partecipato all’evento oltre 60 operatori appartenenti alla Polizia di Stato, all’Arma del Carabinieri, alla Polizia Penitenziaria, ai Vigili del Fuoco, alla Polizia Locale e alla Guardia di Finanza.




A Varese il diabete si cura in modo sempre più accurato: successo per marcia e screening gratuito ai Giardini Estensi

VARESE, 18 novembre 2019-Nonostante la pioggia, non si è fermata la marcia contro il Diabete organizzata dalla Diabetologia varesina e dall’associazione Di.Va. (Diabetici Varese), in occasione Giornata mondiale del Diabete, con il patrocinio del Comune di Varese e dal Lions Club Insubria.
Insieme alla dottoressa Cristina Romano, responsabile della Diabetologia varesina, afferente alla Struttura Complessa di Endocrinologia, diretta dal professore Luigi Bartalena, anche la dottoressa Battistina Castiglioni, Direttore della Cardiologia di Tradate e del Dipartimento cardiovascolare dell’ASST dei Sette Laghi.
Tra i cittadini che si sono sottoposti allo screening, completo di misurazione della pressione arteriosa e della glicemia, il Presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana.
Ad aprire la camminata, invece, è stato il Presidente della Commissione regionale Sanità, Emanuele Monti.
Da ricordare che la Diabetologia del Circolo segue circa 9mila pazienti in un anno solo nell’area varesina, 15mila se si considera anche l’area di Tradate.
Grazie a una struttura mobile, un’equipe della Diabetologia e altri specialisti dell’Asst Settleghi, per l’intera giornata diverse persone (se ne contavano 120 alla fine) si sono sottoposte a visite preventive gratuite , sottoponendole ad esami diagnostici ed ematochimici.

“Obiettivo dell’iniziativa – ha dichiarato la dottoressa Romano – è sensibilizzare la popolazione sull’importanza di uno stile di vita sano, basato sull’attività fisica e su una corretta alimentazione, non solo per prevenire l’insorgere del diabete di tipo 2, ma anche per tenerlo sotto controllo in chi ce l’ha>>.

redazione@varese7press.it

 




Ricordata sotto una nevicata anniversario battaglia Monte San Martino

CUVEGLIO, 18 novembre 2019-La nevicata che ha avvolto ieri, domenica 17 novembre il Monte San Martino, ha ricordato che nevicava anche il giorno dell’attacco ai partigiani da parte dei nazisti e dei fascisti, nel lontano novembre 1943. Malgrado la neve una delegazione della Sezione ANPI di Cinisello Balsamo, si è recata a Vallalta e ha deposto sulla lapide un omaggio floreale, a ricordo dei loro partigiani torturati e trucidati dall’oppressore dopo la cattura, nel novembre 1943.

La celebrazione del 76° anniversario della Battaglia si è svolta a Cuveglio, in una affollata sala messa a disposizione dal Comune, alla presenza di cittadini e rappresentanti di sindaci di numerosi comuni e sezioni dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia. Molto apprezzati gli interventi dei relatori, tra cui il Sindaco di Cuveglio Francesco Paglia, il Presidente della Provincia di Varese Emanuele Antonelli, Marco Fazio in rappresentanza della Comunità Montana delle Valli del Verbano, la Presidente di ANPI Provinciale Varese e dell’oratore ufficiale Pier Antonio Ragozza: tutti hanno sottolineato come la celebrazione non rappresenti un mero evento formale, ma un importante momento di ricordo e testimonianza della storia che ha portato alla nascita nel nostro Paese di una Repubblica democratica, dopo il buio periodo di dittatura fascista e di guerra.

In particolare Ester De Tomasi, Presidente di ANPI Provinciale, ha sottolineato come la sua Associazione rappresenti un punto di riferimento per tutti gli antifascisti e i democratici che credono nei valori della Costituzione, valori attualmente messi purtroppo in discussione da chi fomenta nel Paese un clima di odio e contrapposizione antidemocratica, contro il quale è necessaria una comune mobilitazione e una costante attenzione a contrasto, da parte di tutti.

La cerimonia si è conclusa con un saluto del Partigiano Pippo Platinetti e con l’intervento della Filarmonica di Besozzo, con il canto di Bella Ciao da parte dei presenti.

Il venerdì precedente la manifestazione, sempre a Cuveglio nella sala polivalente, è andato in scena, per gli allievi del locale Istituto Comprensivo, il coinvolgente spettacolo teatrale “Sandrone il soldato” della compagnia FèMa Teatro, patrocinato della Regione Emilia Romagna e dalla provincia di Varese, spettacolo che ha sensibilizzato sull’inutilità della guerra e ha messo in evidenza che la guerra colpisce prevalentemente gli ultimi.

Gli organizzatori ringraziano pure i Carabinieri della Stazione di Cuvio, al comando del Maresciallo Maggiore Roberto Notturno, che hanno vigilato sull’integrità del sacrario del San Martino, sventando una delle purtroppo frequenti incursioni di un gruppo di dichiarato stampo nazifascista, con la rimozione dei loro assurdi “ricordini” in spregio al sacrificio dei partigiani al comando del Colonnello Croce.