Covid 19, rilevato a Varese la prima variante sudafricana in Italia: si tratta di un uomo rientrato alla Malpensa dall’Africa

VARESE, 3 febbraio 2021- di ELENA MALNATI-

Dopo il primo caso in Italia scoperto proprio a Varese della variante brasiliana inerente il virus Covid 19, ora é la volta della variante sudafricana.

Anche questo caso il primo in Italia rilevato identificato ancora una volta a Varese.

A renderlo noto una nota dell’ATS Insubria evidenziando che «E’ in corso di valutazione presso l’Ospedale di Varese dell’ASST Sette Laghi il primo caso di variante sudafricana di Sars-Cov-2, ad oggi, osservato in Italia».

IL CASO- Si tratta di un uomo, rientrato nei giorni scorsi da un Paese dell’Africa Australe all’Aeroporto Internazionale di Malpensa, è risultato positivo ad un tampone eseguito presso l’Ospedale di Varese. Il soggetto è attualmente ricoverato presso il medesimo nosocomio, dove la variante è stata identificata dal Laboratorio di Microbiologia. Il campione sarà inviato per la conferma prevista all’Istituto Superiore di Sanità.

ATS Insubria sta monitorando la situazione, con specifico riferimento alle attività di tracciamento e testing sui contatti.

Tutte le misure di sanità pubblica previste dai vigenti protocolli sanitari per il controllo della diffusione della variante sono attualmente in corso.

Al momento la situazione non è motivo di allarme, ma rimane estremamente elevato il livello di attenzione da parte dell’Autorità Sanitaria