1

Minacce e maltrattamenti a moglie e figli: ordinanza di allontanamento per un uomo residente a Gallarate

GALLARATE, 10 giugno 2021-Nei giorni scorsi la Polizia di Stato di Gallarate ha dato esecuzione ad un’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare emessa dal G.I.P. di Busto Arsizio, a carico di un cittadino pakistano di quarantasette anni, resosi responsabile di pesanti episodi di maltrattamento in danno della moglie e dei propri 5 figli, di cui quattro minorenni.
Il provvedimento è stato emesso a seguito di richiesta della Procura della Repubblica di Busto Arsizio, alla luce del quadro indiziario delineato dagli investigatori del Commissariato relativamente ai gravi episodi di maltrattamento perpetrati dal soggetto.
Gli agenti delle Volanti gallaratesi, infatti, erano intervenuti lo scorso 23 marzo presso il nucleo familiare dell’indagato, ove era stato segnalato che l’uomo, dopo un pomeriggio passato a bere superalcolici, era andato in escandescenza, minacciando e aggredendo fisicamente i propri familiari. Sul posto gli operanti avevano accertato la presenza del soggetto, sequestrandogli un coltello da cucina che lo stesso aveva nascosto sotto un cuscino del divano ove era sdraiato, situazione oramai degenerata e non era che la punta dell’iceberg di una infernale vicenda di continue vessazioni, minacce, lesioni ed insulti nei confronti di tutti i propri familiari – situazione che oramai aveva gettato la famiglia in uno stato di vera e propria prostrazione, proprio a causa del clima di continuo ed incombente terrore generato dal capofamiglia.
Gli investigatori del Commissariato di Gallarate, dopo avere accertato che l’uomo, a seguito del primo intervento, si fosse effettivamente allontanato in pianta stabile dal domicilio familiare, coordinati dal magistrato titolare delle indagini hanno efettuato tutti gli accertamenti finalizzati a meglio delineare le sue responsabilità: un solido impianto probatorio in base al quale il Giudice per le Indagini Preliminari ha emesso il provvedimento di allontanamento dalla casa familiare, corredandolo del divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dai propri familiari e di comunicare con gli stessi.